RECENSIONE - "Vuoi vedere che ti amo?" di Alessandra Cigalino

Titolo: Vuoi vedere che ti amo?
Autore: Alessandra Cigalino
Editore: eLit
Genere: Contemporary romance
Prezzo ebook: € 3,99
Data uscita: 1 giugno 2020
Pagine:
Serie: Gossip love 2
#1 Pagine che profumano di te - RECENSIONE
#2 Vuoi vedere che ti amo?

Non dimenticare che l’apparenza inganna, sempre.
Grazie al suo innato talento e a una grande determinazione, Adele Lombardi è diventata una stilista d’alta moda, apprezzata in tutto il mondo e conosciuta con il nome di Akysha. La sua vita perfetta viene però improvvisamente infranta quando riceve una terribile notizia da Milano. Il ritorno nella sua città natale costringe Akysha a fermarsi e a fare i conti con la persona che è diventata, una snob egoista. È infatti così che la descrive Nathan, un uomo incontrato per caso in un bar e che piano piano riesce a sbriciolare la maschera dietro cui si cela la vera Adele. Perché l’apparenza inganna sempre e anche Nathan dietro un aspetto rude nasconde un cuore gentile… e un piccolo segreto.

Alessandra Cigalino è nata a Pavia nel 1978 e vive in un piccolo paese di provincia, immerso nelle campagne lombarde. Grazie alla passione ereditata dalla madre, da sempre adora leggere, ma con la scrittura riesce a rifugiarsi ancor meglio nel suo mondo, e dar sfogo alle forti emozioni segregate in lei da tempo. Dopo la pubblicazione del suo romanzo d'esordio di genere paranormal nel 2014, ha partecipato a vari contest letterari e scritto racconti brevi che sono stati inseriti in diverse antologie a scopo benefico. È autrice di “Gli occhi del tuo cuore”, primo romanzo della serie S.P.Y.
Ho avuto il piacere di leggere in anteprima il secondo capitolo della serie Gossip love di Alessandra Cigalino, si tratta di Vuoi vedere che ti amo? edito dalla HarperCollins Italia per la eLit.
Parto subito col dirvi che i personaggi sono veramente particolari e oserei dire sopra le righe.
Adele alias Akysha, è una famosa stilista che vive all'estero e giova di tutta la sua fama: capricciosa, venerata e vezzeggiata, circondata dalle guardie del corpo, dai fan ma al centro dell'attenzione del giornali scandalistici e dagli antagonisti che la vorrebbero trovare in atteggiamenti compromettenti.
Tornare in Italia per lei è come rituffarsi nel passato e scontrarsi col peso delle scelte e con le responsabilità. Nathan  dal canto suo è una novità con cui si scontra e che la fa riflettere sul valore della sua vita. Chi è veramente questa donna, la ragazza ferita, dolce e con un sogno che partita dall'Italia o la donna in carriera, arida e calcolatrice?

"La paura di affrontare il dolore a volte può portare una persona a negare i propri sentimenti. E io non devo permettere agli eventi di portarmi via tutto ciò che sono e che custodisco nel mio cuore."

Nathan, all'apparenza rude, maschio e sfrontato, è in realtà un uomo con valori profondi, quasi di altri tempi, che si scontra con una società piena di pregiudizi e opinioni che si fermano all'apparenza. Un principe azzurro nel corpo di un prode e robusto cavaliere che nell'era moderna arranca per togliersi di dosso l'etichetta di rozzo. 

"Sono grande e grosso, potrei apparire come una roccia per il fisico che mi ritrovo, ma in realtà ho un cuore che si sgretola con un niente."

Gli incontri tra i due all'inizio sono casuali e nonostante una chimica naturale che li sprona a cercarsi e a conoscerci c'è uno scontro verbale che li porta a stuzzicarsi e offendersi con una naturalezza che è quasi comica, ma che li porta a ferirsi reciprocamente.
Di sicuro ciò che ferisce porta a chiudersi in se stessi ma se la coscienza inizia a sussurrare e a far aprire una crepa nel cuore i sentimenti potrebbero fiorire anche nell'anima più arida.
Sarà la chimica a portarli a conoscersi o i pregiudizi che li porterà ad allontanarsi? 

"Non mi è mai capitato prima d'ora di sentirmi così.
Vorrei stringerla tra le mie braccia e non lasciarla andare mai più."

Considerazioni

La lettura è stata fluida a tratti divertenti e in altri più intensa e profonda, i personaggi sono davvero unici sia per caratteristiche fisiche che per quelle psicologiche. I dialoghi veloci e le battute pronte rendono il clima divertente, anche se a discapito dei due protagonisti che si punzecchiano continuamente dando vita a una danza che li vede fronteggiarsi e iniziare a conoscersi. La narrazione è in prima persona a pov alternati.
Psicologicamente sono stati costruiti veramente bene e vederli alle prese con se stessi è di aiuto per capirli fino in fondo. Descrizioni minuziose accompagnano il lettore sia nella gestualità dei personaggi che nell'ambientazione che sembra diventare reale.
Bello il conflitto che si crea tra desiderio e ragione, ognuno custodisce un segreto che lo affligge e una volta svelato scuote gli equilibri.
Nel libro viene affrontata una tematica che mi sta molto a cuore e l'autrice lo ha fatto con un'educazione e un'attenzione che ho apprezzato molto. Non vi dirò altro per non fare spoiler.
Faccio i complimenti ad Alessandra per aver dato vita all'ennesima bella storia e per confermarsi come la brava autrice che è.
Il file che mi è stato fornito risulta corretto e ben editato.
Lo consiglio a chi ha voglia di una storia frizzante e in continuo movimento, capace di portare il buon'umore pur affrontando problemi quotidiani.

Buona lettura!
Monica S.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino