RECENSIONE "La leggenda degli amanti del lago" di Simona Cremonini

Titolo: La leggenda degli amanti del lago
Autore: Simona Cremonini
Editore: PresentARTsì
Genere: paranormal 
Prezzo cartaceo: € 15,00
Data pubblicazione: 16 maggio 2019
Pagine: 256
Serie: Le streghe del Lago di Garda


Brunella deve ripercorrere le tracce di Les Eguales, due gemelle annunciatrici di sventure e misteriose figure del Lago di Garda, e delle Anguane Nere.
Intanto la sua storia d’amore con il carabiniere e templare Cristian è minacciata dalla presenza di Pierre, un insistente corteggiatore deciso ad averla.
Sostenuta della amiche Simona ed Anna, Brunella ripercorre i luoghi legati alla leggenda del Lago di Garda che vede protagonista anche la storia d’amore fra il poeta Catullo e la regina Adelaide di Borgogna, vissuta mille anni dopo di lui.

                  
Buongiorno, lettori! Oggi vi parlo della mia ultima lettura: “La leggenda degli amanti del lago” di Simona Cremonini.
È il terzo capitolo della saga de Le streghe del Lago di Garda in cui vengono narrate le vicende delle streghe della famiglia Quinti di cui anche la protagonista, Brunella, fa parte.
Brunella è una ragazza determinata a conoscere la verità sulla morte di sua madre Virginia. Ed è proprio questa determinazione che mette in pericolo la sua storia d’amore con Cristian, a cui nasconde, un po’ per necessità e un po’ per timore, gran parte della verità. Ha un carattere forte ed è notevole la sua sete di sapienza che cerca di saziare in tutti i modi, coinvolgendo tutti i testi e le persone possibili.

“Le loro differenze erano forze contrastanti, che sarebbero sempre rimaste in equilibrio tra loro, oppure erano qualcosa di più potente, che avrebbe sempre teso a separarli?”

Tuttavia Cristian continua a essere presente nella vita di Brunella, le resta accanto e diventa per lei un punto di riferimento e un valido motivo per porre fine al più presto al suo tormento provocato da Les Eguales.
Pierre mette in serio pericolo la loro relazione. La sua insistente provocazione nei confronti di Brunella rende confusi i suoi sentimenti e la costringe a mentire a Cristian.
Simona e Anna sono due guide fondamentali nella sua avventura. Anna, inoltre, fa parte della famiglia Quinti come lei. I loro consigli sono essenziali al fine di raggiungere il suo scopo, la rendono più forte e più determinata.
Les Eguales, nonostante siano presenti davanti a Brunella solo in una breve parte del racconto, sono per lei una minaccia costante. Il mistero sulla loro figura è un dilemma crudele e intricato che solo un carattere forte può affrontare.

“Due gemelle dall’aspetto smunto e dal colorito cinereo, con lunghi capelli lisci di un colore rosso intenso come le foglie che muoiono in autunno e con occhi neri e profondi che parevano un abisso infinito”.

Il racconto si articola su tre diversi piani cronologici.
Il principale narra le vicende di Brunella, il secondo quella della regina Adelaide di Borgogna nel 951 ed il terzo quelle di Maria Adelaide e Gabriele D’Annunzio nel 1934. 
Tutte queste figure sono molto importanti in quanto si intrecciano all’albero genealogico di Brunella.
Se nei primissimi capitoli si possono riscontrare alcune difficoltà a collegare questi diversi piani cronologici, la lettura è prontamente aiutata da uno stile elegante. 
I riferimenti a figure storiche come Catullo e alle leggende sul Lago di Garda rendono questo racconto un magico viaggio all’insegna del mistero intrecciato alla cultura.

“La leggenda degli amanti del lago” è una lettura intrigante. La consiglio agli amanti del mistero, a chi vuole aprire la propria mente a mondi fantastici seguendo la bussola di fatti reali e storici.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni