RECENSIONE "L'ultimo dicembre " di Bianca Marconero

Titolo: L'ultimo dicembre 
Autore: Bianca Marconero
Editore: Self
Genere: romance
Serie: 3 vol “Serristori- Preludi”


Si avvicina il Capodanno e c’è la neve! Cosa può andare storto stavolta?

Niccolò Serristori è diventato un pugile semiprofessionista e passa le sue giornate tra allenamenti e ragazze, ma il centro del suo mondo è ancora lei: la sua amica Cecilia.
Eppure, qualcosa sta cambiando. Cecilia è diversa, non si confida con lui, sceglie sempre la compagnia di Jacopo e Niccolò comincia a sospettare di non essere più il suo preferito. Forse anche quello che sembrava infinito prima o poi, invece, finisce.

Jacopo Serristori ha una vita lastricata di successi. Certo, se dovesse esprimere un desiderio di fine anno, preferirebbe che suo fratello Niccolò non lo mettesse in imbarazzo e gli piacerebbe che il suo interesse per Matilde Barberini fosse ricambiato. Ma, più di ogni altra cosa, vorrebbe dimenticarsi di Clara Francalanza Visconti. Baker.
Clara porta guai, lo destabilizza e, purtroppo per Jacopo, lo manda in confusione con un sorriso. E lui proprio non capisce come possa una persona che non gli piace affatto diventare il centro esatto dei suoi pensieri.

E Brando Serristori? Perfino lui sembra felice ma, da quando ha smesso di dormire, anche Agnese non riesce più a farlo.

Tra cene di gala e serate alcoliche, tra piste da sci e saune, tra avvocati che nessuno vuole e segretarie francesi poco gradite, ecco l’ultimo dicembre della famiglia Serristori come la conosciamo. Perché, dopo la mezzanotte, niente sarà più come prima.


Buongiorno Librosi,
Oggi vorrei parlarvi dell'ultimo romanzo pubblicato di Bianca Marconero, "L'ultimo dicembre", 3 vol dei preludi. Già il titolo non prometteva bene, ma anche la cover non scherza. Ero in ansia per Jacopo e Niccolò, per le scelte che avrebbero compiuto rischiando di rovinare la loro possibile storia d'amore. 
Perché diciamocelo, i fratelli sono agli opposti come carattere ma nel rovinare le cose belle riescono bene.
Niccolò, testa calda, impulsivo. 
Jacopo, perbenista, composto e organizzato.
Quello che invece non mi aspettavo, era di dovermi preoccupare di Brando e Agnese. Perché insomma dai, loro sono una coppia consolidata, e invece... Bianca mi ha fatto capire che nulla è scontato e vi confesso che ero in ansia più per questi due che per i loro figli. 

Come ogni dicembre anche questa volta si incontreranno per passare il Natale insieme, ma tra nuove amicizie, vecchi amori e incomprensioni, probabilmente questo sarà il loro ultimo dicembre... insieme.


"Ma ancora non sapevo che spreco di tempo fosse starsene con il cuore gonfio di rabbia, non immaginavo che la fine fosse così vicina. Non sapevo che quel dicembre sarebbe stato l'ultimo."

Non vi dico altro, ma se non lo avete fatto, andate a leggerlo.

Considerazioni.
L'ho letto in due giorni, nei ritagli di tempo. Mentre facevo la fila, prima di dormire. È scorrevole, presenti diversi POV e non casuali, giusto quelli per farci impazzire. Non vi dico il livello di angst e come avrei voluto prendere a pugni qualcuno....
Consiglio la lettura a chi ama la penna di Bianca e soprattutto chi è affezionato alla family Serristori.
Non vedo l'ora che escano le storie di Nico e Jacopo.
Qui sotto vi lascio questa grafica dell'autrice, come promemoria.


Grazie e alla prossima recensione,
XoXo
Jenny K.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey