RECENSIONE - "Tutta colpa di un fidanzato per finta" di Simona Contaldi.

Titolo: Tutta colpa di un fidanzato per finta
Autrice: Simona Contaldi
Editore: Ode Edizioni
Genere: young adult
Prezzo ebook: € 2,99 
Prezzo cartaceo: € 12,99
Data di uscita: 30 novembre 2021
Pagine: 300
Serie: autoconclusivo


«Cosa ti aspetti che facciamo?» chiese Ethan passandosi una mano dietro la nuca con stanchezza. «Non possiamo mica entrare lì e fingere di essere innamorati ed essere tutti abbracci, baci e parole dolci. Sarebbe ridicolo.»

Leanne Adams ha una sorprendente tendenza a mettersi nei guai. Alta un metro e sessanta, raggiunto a fatica, con una famiglia esageratamente numerosa e invadente alle spalle e un'insolita quanto spiccata vena melodrammatica, Leanne non può fare a meno di invischiarsi in ogni situazione. Sempre e comunque. Sarà proprio a causa di questa sua abitudine che si troverà un fidanzato per finta e una buona dose di guai. Ma soprattutto, sarà proprio per questo che finirà irrimediabilmente nei casini. Se solo si fosse fatta gli affari suoi, almeno una volta nella sua vita.
Ciao Librosi,
oggi ho il piacere di parlarvi del nuovo romanzo pubblicato dalla ODE Edizioni: "Tutta colpa di un fidanzato per finta" di Simona Contaldi. Innanzitutto ringrazio la CE per la copia ARC. Questo romanzo è frizzante, ironico, divertente. Molte volte vi ritroverete con il sorriso a leggere le vicende che l'autrice ci narra. Ma veniamo a noi e iniziamo a parlare della protagonista principale.

Leanne Adams è una ragazza che definirei particolare. Ha una famiglia numerosa che condivide con lei le sue giornate in una delle scuole più prestigiose del Paese. Non parliamo solo dei fratelli, ma anche dei cugini. Ah, quasi dimenticavo, in questo intreccio di personaggi ci saranno anche gli amici e gli amici dei fratelli e quelli dei cugini. Insomma una bella combriccola che si ritrova, molto spesso per colpa di Leanne, in mezzo a vicende divertenti ma a tratti drammatiche. Insomma da questo punto di vista ne vedremo delle belle. 

Come vi dicevo spesso la colpa per certe vicende sarà proprio della nostra protagonista, perché Leanne ha l'insana tendenza di mettersi costantemente nei guai, di invischiarsi nei fatti di tutti, e per completare il quadretto anche una spiccata vena melodrammatica. Vi chiederete cosa potrà mai succedere? Mi verrebbe da rispondervi: di tutto! Amori, tradimenti, delusioni, incomprensioni, litigi. Insomma di tutto di più. 

"Leanne, io non mi rimangio quello che ho detto perché è vero. Sei un'impicciona, vuoi che tutti la pensino come te e pretendi di avere ragione."

Sarà proprio per colpa di questa sua attitudine che si ritroverà a dover avere un fidanzato per finta. E se vi dicessi che questo "fidanzato" altri non è che la persona che Leanne odia con tutta se stessa? Non ha un buon rapporto con lui, litigano in continuazione come cane e gatto. Ce ne saranno delle belle.

"Ero stanca. Di tutto e di tutti: del mio essermi messa in mezzo, di come sembrasse che ogni cosa era quella sbagliata e che tutto il mondo fosse sempre un passo avanti a me. Stanca di sentirmi così inadeguata e in difetto."

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo e augurarvi Buona Lettura!

CONSIDERAZIONI

Quando ho letto la trama di questo romanzo mi ha interessato a tal punto da volerlo leggere. Nel complesso la storia è molto dinamica e divertente. Quel mix di personaggi e le varie vicende a loro legata è molto particolare e ti invoglia a continuare a leggere. Il personaggio di Leanne non l'ho amato particolarmente, anzi quella sua irrefrenabile voglia di farsi sempre gli affari degli altri, di immischiarsi in ogni vicenda, mi innervosiva un po'. Mi aspettavo che almeno con il tempo maturasse un pochino e provasse a migliorarsi. In compenso, ho amato il personaggio maschile. Diciamo che nel complesso la lettura è stata scorrevole, ma alcuni capitoli ho fatto davvero fatica a finirli. Mi ha dato l'impressione che alcune vicende fossero state messe per allungare il libro, quando la storia sarebbe stata coinvolgente anche senza di esse. Quindi avrei eliminato qualche capitolo. 
Dal punto di vista tecnico il libro è scritto in prima persona dal punto di vista di Leanne, tranne alcuni capitoli in cui sarà il protagonista maschile a raccontarci le sue emozioni e i suoi pensieri. I personaggi sono tanti ma nonostante questo sono descritti abbastanza bene. Il file che ho ricevuto presenta delle imperfezioni che non mi hanno impedito la lettura, ma sono state molto fastidiose. 
Una lettura carina che consiglio a chi ama il genere. 

Alla prossima!
Costanza




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey