RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Crash bang wallop" di Laura Rocca

Titolo: Crash bang wallop
Autore: Laura Rocca
Editore: self publishing
Genere: Music Romance
Data uscita: 03.12.2021
Prezzo ed. Kindle: € 2.99 
Prezzo ed. copertina flessibile: € 14,99 
Prezzo ed. copertina rigida: € 18,99 
Pagine: 500
Serie: Second Chance - autoconclusivo

Eric Murray, trent’anni compiuti, è il batterista dei The Blind Spot e non ha nulla da invidiare a nessuno. Successo, soldi e più donne di quante un comune mortale potrebbe gestire.
La sua anima è un cassetto che nessuno ha il permesso di aprire. Mostrarsi significherebbe far sanguinare vecchie ferite che devono rimanere chiuse per sempre. Dopotutto gli basta l’apparenza per convincersi di essere felice.
Allora perché l’assistente della loro costumista, quella bambina che sta ancora con la testa tra i libri, lo tratta con disprezzo? Se gli parla è per metterlo in ridicolo con un’educazione al limite del fastidioso, o per soffiargli contro come una gattina a cui hanno tirato la coda.
La tentazione è irrinunciabile: anche lei cadrà ai suoi piedi e la vicinanza forzata durante la tournée giocherà a suo vantaggio.

Lalita Price sta per compiere diciannove anni e ha appena realizzato il suo sogno: essere ammessa alla più prestigiosa facoltà di moda di New York.
Nella sua esistenza tutto è ordinato, persino i post-it che incolla ossessivamente sul muro di camera sua.
Quando la nota costumista Tori Davis irrompe nella sua vita chiedendole di diventare la sua assistente durante il tour dei The Blind Spot, Lalita sa che si tratta di un’occasione irrinunciabile per la sua carriera.
Ma sarà opportuno frequentare un ambiente così in vista per una persona ormai abituata a nascondersi?
È proprio quando decide di sfidare le sue paure, però, che si rende conto che in quel viaggio l’attende qualcosa di molto più pericoloso: due occhi color dell’oro che sembrano essere in grado di distruggere il suo precario equilibrio.
Laura Rocca nasce a Genova, sul morire dell’estate. Forse è per questo che ama tanto l’autunno; o forse perché colori, profumi e suoni autunnali alimentano la sua indole fantasiosa.
Fin da piccola vive avventure fantastiche, eludendo la realtà. Ricorda ancora con gioia le scuole elementari, quando immaginava, insieme alla migliore amica, che un grosso chiodo bitorzoluto fosse la porta segreta per il Paese delle Meraviglie.
Crescendo dirotta la sua apertura mentale nella scrittura, dando libero sfogo all’immaginazione. Pomeriggi interi spesi a dipingere, tramite una penna e un vecchio diario, realtà incantate che solo lei può vedere, nelle quali si rifugia.
Pur conseguendo un diploma non umanistico, continua ad assecondare la sua passione, perché crede fermamente nella realizzazione dei sogni, con determinazione e spirito di sacrificio. Dal 2005 al 2011, infatti, cura un blog su Splinder, piattaforma ormai dismessa, nel quale racconta le sue vicissitudini lavorative, con ironia e sarcasmo.
Nel frattempo continua a scrivere poesie, piccoli racconti e fiabe, ma non ha il coraggio di mostrarli a nessuno. Nel settembre 2013 decide che è ora di provare a realizzare uno dei suoi più grandi sogni: pubblicare un romanzo fantasy. Inizia così, nel giorno del suo trentatreesimo compleanno, la stesura del primo volume de Le Cronistorie degli Elementi, Il mondo che non vedi.
Nel gennaio 2015 apre un blog nel quale si concentra sull’epoca vittoriana – un’altra sua grande passione – e pubblica romanzi a puntate ambientati nell’Inghilterra dell’800.
 
Nel luglio 2015 pubblica il primo volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il mondo che non vedi. A dicembre dello stesso anno pubblica il relativo spin-off Aidan.
Nel luglio 2016 pubblica il secondo volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno dell’Aria.
Nel gennaio 2017 pubblica il terzo volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno del Fuoco.
Nel maggio 2017 pubblica il romanzo rosa storico Un mistero per lady Jessica.
Nel luglio 2017 pubblica il quarto volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno della Terra.
Nel gennaio 2018 pubblica il quinto volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno dell’Acqua.
Nel maggio 2018 pubblica il romanzo rosa La scoperta del vero Amore.
Nel luglio 2018 pubblica il sesto volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno del Vuoto.
Nel dicembre 2018 pubblica L’Amore è un disastro sotto l’albero; spin-off di La scoperta del vero Amore.
Nel gennaio 2019 pubblica il romance/new adult Respirami.
Nel novembre 2019 pubblica il romance Alchemic.
Nel febbraio 2020 pubblica il romance All’Amore bastano cinque minuti.
Nell’aprile 2020 pubblica il romance Love Challenge.
Nel maggio 2020 pubblica il romance Love Defiance.
Nel luglio 2020 pubblica il primo volume della saga Of Vices and Virtues, Forte come la morte.
Nell’ottobre 2020 pubblica il romance No Strings Attached.
Nel gennaio 2021 pubblica il romance Strike a chord.


Ama la montagna, gli animali, in particolar modo i suoi furetti, visitare castelli, località d’importanza storica, l’Inghilterra, e desidererebbe vivere a Londra.
Adora viaggiare con il marito, uscire con le amiche, parlare in chat con le amiche (soprattutto parlare), andare al cinema, leggere, andare in palestra e, ovviamente, sempre, sopra ogni altra cosa, ama scrivere.

Buongiorno a tutti,
esce oggi Crash bang wallop, di Laura Rocca, quarto volume autoconclusivo della serie second chance.
Ringrazio, Laura, per avermi fornito la copia ARC.

Finalmente conosciamo il batterista del gruppo, il componente più inafferrabile e smaliziato, colui che detiene lo scettro di festaiolo e donnaiolo. Consapevole della sua avvenenza e dotato di una faccia tosta ineguagliabile, Eric, vive tutto al massimo, ma senza farsi mai coinvolgere personalmente ed escludendo completamente le emozioni. l sesso è il metodo con cui scaricare le pulsioni, ma non è interessato a viverne la tenerezza. La batteria è una sua appendice, il modo di esternare tutto ciò che sente e quando suona si concede di sentire ed essere se stesso.

L’unica certezza che mi è rimasta è la musica. La mia amante, la mia consolazione, la mia salvezza.

Lalita è una giovane donna timida, sfuggente, ma determinata a realizzare il suo sogno. Un sogno che ha rischiato di vedersi strappare dalle mani a causa di scelte sbagliate altrui. Nonostante la giovane età e l'inesperienza sul fronte relazionale, si è dovuta costruire una corazza per superare tutte le vicissitudini che l'hanno vista, suo malgrado, protagonista. Ma uno scudo oltre a proteggere rischia di diventare un cuscinetto che ammortizza le emozioni filtrandole al punto da renderle mute.

Provare emozioni è un atto che richiede coraggio. È scoprire che è meglio scegliere anziché subire. Per vivere davvero devi mollare il freno e lasciarti sconvolgere dal caos.

Vi sembrano dei personaggi agli antipodi? Vi confermo che è proprio così, eppure sono accomunati da esperienze che li hanno resi ciò che sono oggi:  anime chiuse in una teca di vetro per proteggersi dagli altri e da se stessi.
Per scoprire da cosa sfuggono dovrete leggere la loro storia.

Considerazioni

Sono Eric e Lalita a raccontarci come avviene il loro incontro, chi sono, ciò che provano e cosa hanno vissuto nel loro passato.
L'autrice ha fatto una scelta particolare e ci fa vedere quali sono le conseguenze di varie esperienze negative, ciò che lasciano nelle persone che le subiscono, come trasformano caratterialmente e minano l'io interiore.

So quanto possano essere brucianti gli sguardi altrui, la commiserazione, le risatine e lo scherno. Mettere il cuore in una scatola e chiuderla con molti giri di nastro adesivo, a volte, ti salva dal crollo.

Sarebbe stato facile portare il lettore a provare empatia facendogli vivere le esperienze nel presente. Lo è meno portarlo a ragionare sul perché di alcune reazioni a situazioni che sembrano goliardiche. Oppure dare voce ai silenzi di chi di fronte a una battuta, perde la capacità di reagire perché sente ogni parola come una lama che fende il corpo. 
Laura è riuscita a farmi percepire le crepe dell'anima, le ferite psicologiche e la paura fisica. Tutte cose con cui si trova a convivere chi ha subito soprusi. 

Dare a qualcuno il permesso di avvicinarsi a te, significa mostrargli i tagli e le cicatrici che deturpano la tua anima, vuol dire fare i conti con ciò che si è stati e a me non piace per niente.

Questa storia non lascia indifferenti, ma regala anche momenti lievi e altri pieni di passione. Ritrovare il resto della band, con le relative compagne, è come incontrare degli amici dopo tanto tempo. Descrizioni molto accurate danno la sensazione di essere in viaggio con la band ad ammirare le meraviglie delle città che ospitano il loro tour.
In questo libro vengono gettate le basi anche per il quinto volume che presumo sarà di forte impatto.

Faccio i complimenti a Laura, perché ha affrontato le tematiche con rispetto e senza eccessi. Si nota la cura nel ricercare le informazioni per descrivere i vari luoghi e ogni dettaglio che è presente nella storia. Come sempre il testo risulta ben curato sotto ogni aspetto, cosa che apprezzo molto.

Concludo consigliandovi il libro e la serie perché, nella vita, ognuno di noi merita la sua seconda chance.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

  1. Grazie mille a Monica per aver letto in anteprima la storia e per le sue parole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermene dato la possibilità. In bocca al lupo.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey