RECENSIONE "Show time" di Erika Vanzin

Titolo: Showtime
Autore: Erika Vanzin
Genere: Music Romance
Prezzo ebook: 2.99 € +KU
Serie: Roadies Series #4 



A Capodanno si fanno i conti con quello che l’anno vecchio ha portato e ci si fa grandi aspettative per quello che il futuro ci riserva. C’è quell’elettricità nell’aria che ci rende quasi euforici, carichi di speranze e desideri da esaudire. Non è così per Simon. Lui ha una carriera ben avviata, abbastanza soldi da permettergli di vivere di rendita, fama e successo che gli spalancano le porte di una vita lussuosa. Ma non è quello di cui ha bisogno. Da quando i suoi amici si sono trovati una compagna, tutti sembrano essere andati avanti tranne lui, fermo in quel limbo in cui il futuro appare grigio e solitario. I soldi non possono comprare una persona che gli stia accanto, con cui pensare di invecchiare, e quella solitudine che da anni si porta dentro, diventa sempre più insopportabile. Come si sopravvive quando anche i tuoi amici ti mettono da parte? Come si affrontano lunghi mesi di tour quando non condividi nemmeno più lo stesso bus con la band con cui sei cresciuto? E quando ti ritrovi da solo, non puoi fare a meno di pensare che il passato che ti ha ferito non era poi così peggiore del futuro che ti aspetta.

Buongiorno librosi,
Oggi ho il piacere di parlarvi del 4 vol della Roadies Series di Erika Vanzin. Showtime è stato pubblicato poco prima delle feste natalizie e non sono riuscita a parlarvene, perciò eccomi qui, oggi, a farlo. Ringrazio l'autrice per la copia ARC.

Simon, è l'ultimo della band che mancava all'appello. Lui è quello pacato, più tranquillo tra tutti ma in questo vol si divertirà più dei suoi amici.


Considerazioni
Con questo volume, Erika mi ha messo in crisi. Sono presenti ben 3 POV, non due come al solito. Questo cosa vuol dire? Essendo il legame che lega i tre poco chiaro, mi sono fatta mille ipotesi, e Erika lo sa che non ci ho subito azzeccato. Sono presenti molti flashback, alcuni essenziali per comprendere il presente altri un po' prolissi. 
Siamo abituati a una Erika che tratta tematiche delicate in tutti i suoi romanzi, ma con questo ha battuto tutti. Si tratta di una tematica poco discussa e ritenuta un po' tabù, ma l'autrice lo tratta con estrema delicatezza e rispetto. Ovviamente non posso dirvi di che cosa si tratta sennò fate due più due e vi toglierei il gusto della scoperta. Il tema viene introdotto piano piano che quasi non te ne accorgi. Il fulcro del libro è proprio come i protagonisti affrontano questo tema e come gli altri reagiscono, in questo caso i loro amici, i media e fan. Avrei voluto che ci fosse qualche colpo di scena più forte, anche se le "sorprese" non mancano per Simon. 
In questo vol incontriamo anche gli altri tre della band che vanno avanti con le loro vite ed è una bella sensazione poter ancora sbirciare nelle loro vite. 
Simon ci insegna che la famiglia è chi ti scegli tu e non per forza quella di sangue e che devi lottare contro tutti per proteggerla. 
Che dire, il nostro dolce Simon si merita tutta la felicità e speriamo possa raggiungerla. Faccio i complimenti di nuovo a Erika e non mi resta che sperare che esca il prima possibile i libro sul nostro manager, sempre in completo, Evan. Voi che dite?
Consiglio la lettura a chi è in cerca di nuove emozioni e si proietta verso la lettura "open mind".

Alla prossima,
XoXo
Jenny K.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Crash bang wallop" di Laura Rocca