Recensione: "Taken" (Trilogia Dark Legacy Vol.1) di Natasha Knight

Titolo: Taken (Trilogia Dark Legacy Vol.1)

Autore: Natasha Knight

Editore: Quixote

Genere: Mafia Romance

Prezzo: 6.99

Data di pubblicazione: 18 Marzo 2024

Serie: Trilogia Dark Legacy

Link


Sono una delle quattro figlie Willow. Lui è il primogenito della famiglia Scafoni. E abbiamo una storia in comune.

Per generazioni, la famiglia Scafoni ha richiesto un nostro sacrificio. Una figlia vergine per espiare dei peccati così vecchi, da non ricordare nemmeno più quali siano.

Ma quando hai così tanti soldi quanti ne hanno loro, non segui le regole. Le fai.

E Sebastian Scafoni detta ogni regola.

Nel momento in cui l’ho visto, ho capito che avrebbe scelto me. Perfino con il marchio che mi dichiara impura. Perfino con le mie bellissime sorelle accanto a me, offerte a lui, lui ha comunque scelto me.

Mi ha fatta sua.

E poi ha fatto in modo di distruggermi.


Ben trovati, Librosi. Oggi sono qui a parlarvi di una nuova Serie "Taken" di Natasha Knight, edito Quixote Translations. La Knight ormai ci ha abituate alle sue serie stile mafia romance, dai toni dark, e anche stavolta non ci delude. Stavolta sembra di essere stati catapultati nel medioevo. La famiglia Scafoni e la famiglia Willow hanno un patto che si compie da centinaia di anni, dove il primogenito della famiglia Scafoni, pretende e sceglie una figlia dei Willow da tenere con sé per 3 anni, come per espiare delle colpe antiche dei Willow nei confronti degli Scafoni. Di tutto questo naturalmente le sorelle Willow sono completamente all'oscuro, sanno solo che al 18esimo compleanno dovranno adempiere a questo patto arcaico e obbedire, come hanno fatto prima di loro le loro madri e zie, ciò che non sanno in realtà è molto di più!

Helena Willow non ci sta ad assecondare questa follia, lei è la più grande e la ribelle di casa, arriva persino a marchiarsi perdendo la sua virtù per non essere scelta, ma ciò non basterà. Nel momento esatto in cui i suoi occhi incontreranno quelli di Sebastian Scafoni, il primogenito e capofamiglia, capirà e sarà certa che sarà lei la prescelta. Da un lato è contenta di aver salvato da questa sorte le sue sorelle, ma sa anche che non sarà facile perché il suo animo non è docile e passivo come il loro e sarà proprio questa luce negli occhi di Helena a suscitare l'interesse di Sebastian. 

Ben presto Helena capirà, non solo, di quanto sia pericoloso Sebastian ma anche di quanto lo siano i suoi due fratelli e la sua matrigna. Sarà impossibile capire di chi fidarsi e se fidarsi... 

Entrambi si trovano incastrati tra i riti e gli ordini delle loro famiglie senza potersi opporre, potrebbero diventare complici ma non riescono a fidarsi, dopo anni di odio tra le rispettive famiglie, e ogni azione comporta delle conseguenze.

Il finale ovviamente è aperto, in quanto è una trilogia, e ci lascia con il fiato sospetto in attesa del prossimo capitolo. Una serie che consiglio solo a chi ama il genere Dark. Il linguaggio è scurrile, le punizioni sono "shock" e la tensione è costantemente al cardiopalma, non è adatto a chi ama il romance e il lieto fine o ricerca costantemente una morale dove una morale non c'è. 

Buona lettura.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro

RECENSIONE - Il libro delle storie a lieto fine, di Sally Page