RECENSIONE " La guerra delle due regine" di Jennifer L. Armentrout

Titolo: La guerra delle due regine

Autore: Jennifer L. Armentrout

Editore: Harper Collins

Genere: fantasy

Serie: Blood and Ash #4

ORDER

Nato dalla disperazione delle corone d’oro… Casteel Da’Neer ha provato sulla sua stessa pelle quanto la Regina di Sangue sia astuta e crudele, ma nessuno, nemmeno lui, avrebbe mai potuto prevedere fino a che punto si è spinta: ciò che ha fatto è a dir poco inimmaginabile. E dalla carne mortale… Niente impedirà a Poppy di liberare il suo Re e distruggere tutto ciò che la Corona di Sangue rappresenta. Con la forza del Primordiale della Vita a guardarle le spalle e l’aiuto dei Wolven, dovrà convincere i generali di Atlantia a combattere la guerra a modo suo… perché a questo punto nessun’altra opzione è possibile se vuole costruire un futuro di pace per entrambi i regni. Un potere primordiale risorge… Insieme, Poppy e Casteel devono abbracciare tradizioni vecchie e nuove per salvaguardare i loro cari e proteggere gli indifesi. Ma la guerra è solo l’inizio. Gli antichi poteri primordiali si sono risvegliati, rivelando l’orrore di ciò che era iniziato secoli prima. E forse, per porre fine a ciò che la Regina di Sangue ha cominciato, Poppy dovrà diventare ciò che è stato profetizzato per lei… e ciò che teme di più. Come portatore di morte e distruzione.


Ciao Librosi, 
Oggi vi parlo del nuovo romanzo di Jennifer Armentrout. Il quarto della saga #BloodAndAsh.
Finalemente in questo volume si comprendono meglio alcuni eventi avvenuti nel primo volume del #FleshAndFire, dove vi ricordo che i protagonisti sono Seraphine e Nyktos. Aggiungo anche che è una trilogia cronologicamnte ante cedente a Blood and Ash. Qui vi lascio la recensione.

Considerazioni
La prima parte del libro non è proprio nello stile della Armentrout: lento, melanconico a tratti pesante. Se non ci fosse stato per qualche battuta di Kieran e i POV di Casteel avrei mollato. Capisco le circostanze di guerra e il dolore e la rabbia però non so credo che avrebbe potuto dargli un pò di vita, sprint.

Lei rise. Dei, la sua risata fece proprio quello che avevo detto. Mi fece sentire importante. Potente. Perché riuscivo a farla ridere, un suono che un tempo si udiva così di rado.

La seconda parte, con il ritorno di un paio di personaggi in scena, tona anche la gioia e  il divertimento. La lettura è scorrevole, a tratti divertente e con qualche scena spicy. 
L'autrice in questo volume introduce il reverse harem, un aspetto che molti lettori senz'altro si aspettavano. L'autrice tratta l'argomento senza "sciocare" troppo in quanto le scene sono come se velate senza troppi dettagli e stessa cosa riguarda anche i sentimenti. 
Altro tema "hot" è il rapporto tra Poppy e Isbeth, e senza fare spoiler, chi ha letto i precedenti sa chi è lei per la ns Poppy. Sulla "relazione" tra le due ci sarebbero varie cose da dire e da commentare, il loro non è un rapporto facile ma Poppy su questo sembra decisa e senza alcuna remora o dubbio su come proseguire. 

Il personaggio di Poppy in questo volume diventa più serio e maturo in vista anche del ruolo che deve svolgere e le decisioni da prendere. 
Questo volume da uno spazio maggiore a uno dei personagg secondari molto amati: Kieran. Però non abiamo i suoi POV quindi lo conosciamo meglio ma non del tutto. 

È il tipo di amore che mi ha consentito di farti quella promessa, Poppy. Lo stesso tipo di amore che ti ha permesso di chiedermelo.
Che promessa avrà fatto Kieran a Poppy? e di che tipo di amore parlano? 
Andate a leggerlo per scoprilo. :-* 
 
Non so perchè ero convinta che questo fosse l'ultimo volume. Infatti ci aspettano ancora ben 2.
Ecco il sequel: https://amzn.to/47Uw1k8 
Poi ci sarà un libro con raccolta info dal pov di un personaggio molto amato.

In conclusione, 
Questo romanzo è stato un pò sottotono , per fortuna i Pov di Casteel che la salvano è arriviamo a 3.75.
Ciao e alla prossima, 
Jenny
p.s. non perdetevi il post che uscirà su Instagram in serata con l'ordine di lettura delle due saghe: https://www.instagram.com/opinioni_librose/?hl=it




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro

RECENSIONE - Il libro delle storie a lieto fine, di Sally Page

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola