RECENSIONE - Daisy Haites. Spara dritto al cuore, di Jessa Hastings

Titolo: Daisy Haites. Spara dritto al cuore
Autrice: Jessa Hastings 
Editore: Garzanti
Traduttrice: Elena Sacchini
Genere: mafia romance
Prezzo ebook: € 9,99
Prezzo cartaceo: € 17,00
Data pubblicazione: 25 giugno 2024
Pagine: 585
Serie: Magnolia Parks Universe

Daisy è stufa di vivere sotto la campana di vetro che Julian, suo fratello, le ha costruito intorno dieci anni prima, dopo la morte dei loro genitori. E, quando rivede Christian Hemmes, la voglia di fuggire da quella prigione dorata si fa ancora più forte. Lui è misterioso e affascinante, ma il suo cuore è chiuso da un lucchetto di cui sembra non esserci la chiave. L’ultima volta che si sono trovati nella stessa stanza, Daisy era solo una bambina e Christian, forse, non si era nemmeno accorto della sua esistenza. Ma adesso tutto è cambiato: Daisy ha vent’anni, i capelli corti, lo sguardo intelligente e un sorriso un po’ furbetto che le illumina volto. E Christian non può non rendersi conto di avere davanti la ragazza più sexy che abbia mai visto. Possibile che lui abbia il potere di aprirle le porte del mondo vero? Ma prima dovrebbe aprire il proprio cuore. Forse non è pronto a farlo perché sa che Daisy potrebbe mandarlo in frantumi. No, Daisy non è più la bambina che ricordava, ma di sicuro non ha perso la voglia di giocare. 

Buongiorno a tutti,
La collaborazione di oggi è con la Garzanti che ringrazio per la copia cartacea, si tratta di Daisy Haites. Spara dritto al cuore, di Jessa Hastings

Daisy è forte e determinata, ma molto insicura nelle relazioni sentimentali, settore in cui non riesce a far chiarezza né nel cuore né nei pensieri. Non ha scrupoli e sa essere una macchina perfetta se si tratta di difesa personale. Tutto ciò la rende molto instabile e la mette a rischio sotto molti aspetti. 

"Mi sforzo di restare calma. Tra me e Christian tutto è permesso, tranne dei cose: litigi da coppietta e le scenate di gelosia. Così mi ripeto per la ventesima volta che non me ne frega niente delle altre."

È la piccola di casa, nonché sorella di Julian, capo clan rispettato e temuto dai nemici e ancor più dagli amici a causa del suo pugno di ferro. Il suo punto debole? sua sorella e il legame che hanno.
La famiglia Haites si è data delle regole d'onore e per questo si tengano lontani da crimini ritenuti efferati, sono specializzati nel furto e contrabbando di opere d'arte.

"Abbiamo uno strano rapporto, io e Daisy. Non è soloo mia sorella, è anche la mia migliore amica. Mi sento responsabile per lei come e più di un padre. Ma più di ogni altra cosa, lei è la mia casa. La mia bussola. È solo grazie a lei se riesco a distinguere il bene dal male, ciò che è giusto da ciò che è sbagliato..."

Christian Hemmes è la sua controfigura al maschile, ha chiuso il cuore da anni, pensa a divertirsi e ha stabilito un proprio codice d'onore quando si tratta di affrontare un avversario. Festaiolo, affascinante e senza scrupoli se deve infilarsi nel letto di una preda.

"Una frazione di secondo dopo essere uscito da casa di Daisy sento torcersi lo stomaco. Ho una fitta di panico allo stato puro, perché stavolta ho davvero rovinato tutto. È finita, e non c'è niente che possa fare per aggiustare le cose."

Tra i due la chimica è alle stelle e l'attrazione sessuale sembra l'unico elemento a legarmi, ma ben presto dovranno fare i conti con se stessi e con chi li vuole separati. Intorno a loro lotte per il cuore, per il potere e i rischi di chi vive nel mondo della criminalità.

Considerazioni

Una storia con scene che si ripetono in un ciclo continuo. Diversi i pov che servono a introdurre più personaggi di questo e dei libri futuri. Riflessioni e ricordi ribaditi più volte, ma senza portare a nulla. 
La protagonista potrebbe fare la controfigura di Chuck Norris per riflessi e capacità nelle arti marziali, di contro non ha un briciolo di controllo dei sentimenti né degli impulsi sessuali. Il protagonista non pervenuto perché se non fosse per le prestazioni sessuali e qualche dimostrazione di testosterone, in pratica non ha consistenza ai fini della storia.
Tanti personaggi secondari che per fortuna dopo un'iniziale presentazione singola vengono raggruppati in gruppi e nominati come se fossero un'unica entità, esempio: ragazzi perduti con cui si indicano sette componenti del clan.
Classificabile come mafia romance per via di alcuni dettagli dell'organizzazione, suddivisione in famiglie, violenza e gestione degli affari, ma il tutto molto superficiale.

La cosa che mi fa rabbia è che il testo è scritto bene e quindi la lettura non è propriamente noiosa (anche se a un certo punto non vedevo l'ora di arrivare alla fine). La narrazione è arricchita da note a piè pagina in cui si spiegano dettagli e fanno approfondimenti, altre servono a Daisy per esternare pensieri, questi assumono un ché di comico e mi hanno strappato più di una risata. Visto il numero corposo di note (451), per un mio gusto personale, ritengo sia più comodo leggere il cartaceo.

La traduzione e la correzione sono impeccabili e ho la certezza che sia la prima a incidere in modo positivo sulla lettura. 

Vi avviso che è un libro con finale aperto che probabilmente avrà una conclusione al temine della serie che al momento, in lingua originale, è di 5 volumi. Questo è il secondo in ordine di pubblicazione. Consiglierei alla Garzanti di segnalare il fatto che appartiene a una serie perché la cosa non è così intuitiva.

Mi trovo in difficoltà a dare un voto,  ma pur riconoscendo il lavoro svolto dalla traduttrice e alla luce di quanto detto non mi sento di dare più di tre libri.

Ritengo sia adatto a chi piace l'atmosfera dei mafia romance e di sicuro a chi è piaciuto il primo volume, ma non a degli adolescenti perché siamo di fronte ad argomenti come amori tossici, nessun rispetto per se stessi né verso gli altri. Tematiche che ritengo più adatte a lettori adulti che sanno discernere certi aspetti.

Buona lettura!
Monica S.




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi