REVIEW PARTY - RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "In a minor key" di Laura Rocca

Titolo: In a  minor  key
Autore: Laura Rocca
Editore: self publishing
Genere: Music Romance
Data uscita: 29 aprile 2022
Prezzo ed. Kindle: € 2.99 
Prezzo ed. copertina flessibile: € 
Prezzo ed. copertina rigida: €  
Pagine: 456
SerieRise like a rocket - autoconclusivo

Cosa faresti se il Destino ti presentasse la tua Persona?
Quella Persona, quella in grado di completarti e con cui raggiungere la vera felicità?

Non resta più nulla, solo polvere di me, solo granelli inutili che si dissolvono nel vento e di cui, presto, non rimarrà più molto.

Sherman, tastierista dei The Blind Spot, è un uomo alla deriva, diviso tra un passato di dolore e un presente privo di musica e colori. Da mesi ormai non riesce più a comporre una sola melodia e abusa di alcol e di droga pur di tornare a sentire qualcosa. Un’antica sofferenza è tornata a tormentarlo, un dolore che ha le sue radici in un passato lontano. Sherman è infatti l’erede di una casata nobiliare inglese e, quando il padre muore tendendogli l’ultimo tranello, sarà costretto a un tuffo nei ricordi, a immergersi nella sofferenza pur di salvare quello a cui tiene davvero. Non sa che un incontro inaspettato risveglierà per sempre una parte di lui che aveva sepolto sotto strati di dolore.

Siamo solo polvere cosmica, granelli di materia nell’infinito spazio e danziamo trasportati da una melodia arcana suonata da un pifferaio magico che si chiama destino.

Cresciuta a Skye, una delle isole più magiche della Scozia, Niamh vive una vita stabile e sicura, lavorando come archivista. Un giorno, però, mentre sta analizzando dei documenti, ascolta per la prima volta una delle voci più calde e sensuali che abbia mai sentito durante un’intervista radio, una voce in grado di fare breccia nel suo cuore e risvegliare sensazioni ormai sopite. Niamh troverà il coraggio di cambiare la sua vita per merito di quella voce maschile, di fallire e ricominciare, cercando con tutta se stessa di essere felice. Realizza il sogno che ha nel cuore sin da bambina ma, nonostante tutto, sente un vuoto dentro che una sola persona al mondo può colmare, una persona che un giorno le arriva così vicino da poter godere dell’azzurro glaciale dei suoi occhi.
Laura Rocca nasce a Genova, sul morire dell’estate. Forse è per questo che ama tanto l’autunno; o forse perché colori, profumi e suoni autunnali alimentano la sua indole fantasiosa.
Fin da piccola vive avventure fantastiche, eludendo la realtà. Ricorda ancora con gioia le scuole elementari, quando immaginava, insieme alla migliore amica, che un grosso chiodo bitorzoluto fosse la porta segreta per il Paese delle Meraviglie.
Crescendo dirotta la sua apertura mentale nella scrittura, dando libero sfogo all’immaginazione. Pomeriggi interi spesi a dipingere, tramite una penna e un vecchio diario, realtà incantate che solo lei può vedere, nelle quali si rifugia.
Pur conseguendo un diploma non umanistico, continua ad assecondare la sua passione, perché crede fermamente nella realizzazione dei sogni, con determinazione e spirito di sacrificio. Dal 2005 al 2011, infatti, cura un blog su Splinder, piattaforma ormai dismessa, nel quale racconta le sue vicissitudini lavorative, con ironia e sarcasmo.
Nel frattempo continua a scrivere poesie, piccoli racconti e fiabe, ma non ha il coraggio di mostrarli a nessuno. Nel settembre 2013 decide che è ora di provare a realizzare uno dei suoi più grandi sogni: pubblicare un romanzo fantasy. Inizia così, nel giorno del suo trentatreesimo compleanno, la stesura del primo volume de Le Cronistorie degli Elementi, Il mondo che non vedi.
Nel gennaio 2015 apre un blog nel quale si concentra sull’epoca vittoriana – un’altra sua grande passione – e pubblica romanzi a puntate ambientati nell’Inghilterra dell’800.
 
Nel luglio 2015 pubblica il primo volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il mondo che non vedi. A dicembre dello stesso anno pubblica il relativo spin-off Aidan.
Nel luglio 2016 pubblica il secondo volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno dell’Aria.
Nel gennaio 2017 pubblica il terzo volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno del Fuoco.
Nel maggio 2017 pubblica il romanzo rosa storico Un mistero per lady Jessica.
Nel luglio 2017 pubblica il quarto volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno della Terra.
Nel gennaio 2018 pubblica il quinto volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno dell’Acqua.
Nel maggio 2018 pubblica il romanzo rosa La scoperta del vero Amore.
Nel luglio 2018 pubblica il sesto volume della saga Le Cronistorie degli Elementi, Il Regno del Vuoto.
Nel dicembre 2018 pubblica L’Amore è un disastro sotto l’albero; spin-off di La scoperta del vero Amore.
Nel gennaio 2019 pubblica il romance/new adult Respirami.
Nel novembre 2019 pubblica il romance Alchemic.
Nel febbraio 2020 pubblica il romance All’Amore bastano cinque minuti.
Nell’aprile 2020 pubblica il romance Love Challenge.
Nel maggio 2020 pubblica il romance Love Defiance.
Nel luglio 2020 pubblica il primo volume della saga Of Vices and Virtues, Forte come la morte.
Nell’ottobre 2020 pubblica il romance No Strings Attached.
Nel gennaio 2021 pubblica il romance Strike a chord.


Ama la montagna, gli animali, in particolar modo i suoi furetti, visitare castelli, località d’importanza storica, l’Inghilterra, e desidererebbe vivere a Londra.
Adora viaggiare con il marito, uscire con le amiche, parlare in chat con le amiche (soprattutto parlare), andare al cinema, leggere, andare in palestra e, ovviamente, sempre, sopra ogni altra cosa, ama scrivere.

Buongiorno a tutti, ho avuto il piacere di leggere in anteprima l'ultimo libro di Laura Rocca, che ringrazio per la copia cartacea. Si tratta di "In a  minor key", capitolo conclusivo della rise like a rocket series che vede come protagonisti i cinque componenti dei The Blind Spot.

Sherman, che abbiamo avuto modo di conoscere nei capitoli precedenti, è sfuggente, chiuso in se stesso e avvolto da un'aurea di mistero che gli ha fatto avere svariati soprannomi anche dai suoi compagni. Bello come un'angelo caduto e, come tale, sembra non avere radici né luoghi dove vorrebbe tornare. La solitudine e i ricordi del passato gli scavano dentro una voragine a cui cerca di sfuggire con l'abuso di qualsiasi sostanza che riesca ad annebbiargli la mente, ma quanto potrà spingersi su questa strada prima di superare il limite e perdersi definitivamente?

Mi volto ancora verso il faro, ormai la luce è un puntino lontano, nessuno si renderà conto che sono qui, da solo.
Come sempre.
Mi siedo sulla sabbia, è ancora calda, solo io sono freddo.
Mi sento lasciato indietro, non dai miei amici, dalla vita.

Niamh è abituata al lento scorrere della vita che contraddistingue l'isola dove vive, ma vorrebbe fuggire dall'ipocrisia delle piccole comunità che sono sì pronte ad accogliere ma anche a giudicare. Nei suoi venticinque anni ha avuto modo di conoscere le delusioni ed essere additata come strana per un fatto che ha coinvolto la sua famiglia e segnato la sua vita.

La felicità sintetica che mi ero costruita si strappa con lo stesso colpo contro il quale si sono infrante le mie illusioni.
La morte di un sogno non fa rumore, eppure ti rimbomba dentro come un tuono, è come avere nel petto una cavità in cui l'eco di quell'assenza risuona all'infinito.

I due sembrano molto diversi e distanti per desideri: lei sogna un futuro pieno di amore e soddisfazioni, lui spera di spegnere tutto il dolore e con esso perdersi definitivamente.

Il destino beffardo però non sembra essere disposto a esaudire nessuno dei due e intreccia i suoi nastri in un modo beffardo e del tutto inaspettato.

Considerazioni

Parlare di un libro letto in anteprima non è mai semplice perché non voglio rovinarvi la sorpresa di scoprire da voi la storia e le emozioni che vi darà. Laura Rocca mi ha abituata a un livello alto di letteratura, i suoi testi sono corretti e rispondono a tutte le domande che nascono durante l'evoluzione della storia. Questo volume è come me lo aspettano: una lettura incalzante e piena di emozioni che vanno dalle più solari e belle a quelle più cupe e dolorose. Mi stimola la mente portandomi a conoscere nuovi aspetti della mente umana e in questo caso lo ha fatto sfruttando leggende e aspetti più scientifici. Un connubio che sembrerebbe impossibile eppure si incastra alla perfezione.

Guardalo mi stringe il cuore, ripensare a ieri e a quelle lacrime che teneva incastrate tra gli occhi ed essere consapevole dei pensieri che, probabilmente, gli passavano per la testa, mi fa stare male per lui cancellare in un soffio tutte le volte in cui è stato cattivo con me.

La storia ha un grado di angst abbastanza elevato per via di vicende che scopriamo attraverso i ricordi dei personaggi che si raccontano in prima persona, a pov alternati. Una visione a 360 gradi tra passato, presente e futuro perché come ho già detto: la storia è conclusiva e completa.

La caratterizzazione dei personaggi li contraddistingue da chiunque altro, mai prevedibili e in continuo mutamento perché crescono grazie alle esperienze che vivono, e non tutte sono positive.
Il destino, un po' amico e un po' beffardo, è a sua volta protagonista e questa cosa mi è piaciuta molto.
Non posso che fare i complimenti all'autrice per il lavoro che ha svolto nello scrivere queste cinque storie differenti per trama e di forte impatto emotivo.
Ne consiglio la lettura a chi ha letto la serie e a chi cerca storie d'amore che vanno oltre la logica, ma rispettano le persone anche quando gli eventi sembrano nefasti.

Buona lettura!
Monica S.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Crash bang wallop" di Laura Rocca