RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "California in wine" di Erika Castigliano

TITOLO: CALIFORNIA IN WINE
AUTRICE: Erika Castigliano
EDITORE: Self Publishing
GENERE: Romance, Contemporary, new adult, Insta-Love
DATA PUBBLICAZIONE: 7 Ottobre
PREZZI: Ebook €1,49 – Cartaceo € N/D – PREZZO LANCIO (per tutto il weekend) €0,99
AUTOCONCLUSIVO: Sì



California. Un incontro che è quasi uno scontro. La strada per tornare a casa.
Aiden Moore è sempre vissuto prendendosi tutto ciò che voleva, senza mai preoccuparsi dei suoi doveri verso la famiglia, fino a quando la vita lo mette davanti ad un bivio, in cui è costretto a fare una scelta, e da quel momento, tutto è cambiato.
Quando Victoria White, italo-americana, arriva dal Montana per frequentare Orticultura e Agronomia presso la UC Davis, a Sacramento, tutto si aspetterebbe tranne l’incontro con lo studente dell’ultimo anno Aiden Moore. 
Lui è più grande, misterioso, scontroso e ha un passato ingombrante: Victoria dovrebbe stargli lontana, ma si sa, ciò da cui dovremmo scappare ci attrae inesorabilmente. Quando il vino rende lieti, se ne fuggono i segreti… dice il detto, ma varrà anche per loro? Riusciranno ad andare oltre ciò che li lega e a costruire il loro futuro? Riusciranno a tornare a casa?
Ciao Librosi,
oggi ho il piacere di parlarvi del nuovo romanzo di Erika Castigliano "California in Wine", ringrazio l'autrice per avermi concesso di leggerlo in anteprima. Si tratta di una lettura piacevole, sullo sfondo di vigneti californiani e una storia che vi coinvolgerà. 

In questo romanzo seguiamo la storia di Vic e Aiden. E credetemi non vi annoierete.

Victoria è originaria del Montana, si è trasferita in California per frequentare l'Università. È sempre stata una ragazza coscienziosa, andava bene a scuola e i suoi voti sono sempre stati eccellenti. Non è mai stata un tipo festaiolo, ma molto ligio allo studio per cercare di far avverare il suo più grande sogno... avere una piantagione di uva così da poter produrre vino. Suo nonno le ha trasmesso questa passione e lei è disposta a tutto pur di realizzare il suo sogno. 

"Sono nata libera, ed è questo che vorrei per il mio futuro: svegliarmi, aprire la finestra e guardare ogni giorno un panorama diverso, un nuovo sole sorgere"

Aiden è un ragazzo californiano, dal fascino sublime e che solo con lo sguardo riesce a far cadere le donne ai suoi piedi. La sua famiglia possiede una delle più rinomate aziende vinicole del Paese. E lui ha tutta l'intenzione di prendere le redini che erano del nonno materno e continuare nella gestione del vigneto e dell'azienda. 

"Non credo che sarà un anno come gli altri, ho l'impressione che una certa brunetta, farà di me carne da macello"

I due ragazzi si incontrano all'università. Lui all'ultimo anno e Vic al primo. I due saranno costretti a frequentarsi in quanto Aiden è il tutor di Victoria, e nessuno dei due sembra contento per questo. Ma si sa che spesso il destino ci mette lo zampino e una semplice amicizia e collaborazione unita all'attrazione fortissima che provano l'uno per l'altro non darà scampo a entrambe.

"Ti concedi, in amore, ma allo stesso modo, ti doni. Doni quella parte così profonda che non ti aspetti nemmeno di trovare in te stesso"

Ma cosa succederà quando il passato di entrambi busserà alla porta? I due cederanno all'attrazione? Realizzeranno ognuno il proprio sogno?

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo e augurarvi Buona Lettura!

CONSIDERAZIONI

Quando ho letto la trama di questo romanzo ho accettato di leggerlo in quanto incuriosita, fortunatamente non ha deluso le mie aspettative. Un libro che ho letto quasi tutto d'un fiato, mi ha trasmesso molte emozioni. L'autrice è riuscita a ottenere un connubio perfetto tra passato e presente, con i flashback della storia dei due e le loro vite attuali. Le descrizioni esaustive e realistiche, sembra quasi di trovarsi in quelle terre piene di viti, sentirne il profumo e gustarne il gusto di quei frutti. 
Dal punto di vista tecnico il libro è scritto in prima persona, alternando i pensieri di Victoria e Aiden. La modalità di scrittura di questa autrice è fluida e scorrevole. Si nota che Erika ha fatto una ricerca approfondita in materia di viti e vini in quanto, come dicevo prima, è stata molto brava con i dettagli e le descrizioni. 
Un libro che consiglio a chi cerca una storia che vi regali emozioni e speranza. Vorrei lasciarvi con una frase che mi rimarrà nel cuore...

"Perdersi per poi ritrovarsi, forse il gioco dell'amore è proprio questo. (...) Quindi perdetevi. Fate giri immensi. Vivete ogni attimo, divertitevi e siate coraggiosi. Perché ritrovarsi è la parte migliore del vostro percorso."

Grazie ancora Erika, e in bocca al lupo. 

Alla prossima!
Costanza





Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE - "Le complicanze del cuore: Michael" di Barbara Riboni