RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Love is a mess" di Jessica Lascar

Titolo: Love is a mess
Autrice: Jessica Lascar
Editore: Triskell edizioni
Genere: contemporaneo lgbtqia+, young adult
Prezzo Ebook: 5,99 € 
Prezzo cartaceo: 16,50 €
Pagine: 510
Serie: autoconclusivo

Daniel trascorre i pomeriggi dopo scuola lavorando part-time in una caffetteria sulle rive del Tamigi. 
Ed è lì che si invaghisce di un intrigante ragazzo che si diverte a lasciare disegni sul suo bicchiere da caffè alla fine di ogni visita.
Quando i due riescono ad avvicinarsi, il diciassettenne londinese crede che la sua vita monotona possa finalmente prendere una svolta. Ma non sa che sarà lui, invece, a portare scompiglio nella vita dell’altro ragazzo, tormentato da un passato difficile e da una situazione familiare complicata.
Se vuole che la loro relazione sopravviva, Daniel dovrà lottare non solo per conquistare il suo cuore ma anche per aiutarlo ad affrontare il passato per aprirsi al futuro.

Buongiorno a tutti,
oggi vi parlo di un libro che ho avuto la possibilità di leggere in anteprima grazie alla casa editrice che mi ha fornito la copia ARC digitale, si tratta di Love is a mess, di Jessica Lascar.

«Non ho paura dei demoni del tuo passato.»

Daniel è un ragazzo timido, riservato e a scuola ha i suoi problemi visto che è bullizzato dai ragazzi più in vista. La sua speranza è quella di passare inosservato e poter vivere in tranquillità. È figlio unico e ha un buon rapporto con il padre che è estroverso, si diverte a fargli battute e a metterlo in imbarazzo.

Il ragazzo misterioso che lo affascina ha un'aurea che lo attrae in un modo che va oltre la logica. Una serie di circostanze fortuite faranno sì che i due sconosciuti riescano finalmente a parlarsi e a scoprire qualcosa uno dell'altro. Il tutto in un clima di cose taciute e mezze verità che verranno a galla in modo non troppo chiare.

"Ogni volta che la conversazione tendeva a diventare più personale, ... si incupiva, costruiva una barriera difensiva e si faceva divorare da un’aura oscura che gli riempiva gli occhi."

Daniel dovrà trovare in sé una forza che neppure sapeva di avere, ma non ha certezza di riuscita e questo rischia di mandarlo alla deriva.

Considerazioni

Sono stata subito conquistata dalla cover e dalla trama, il fatto che questo libro avesse vinto un premio mi ha incuriosita al punto da chiederne una copia.
La lettura, purtroppo, non è stata altrettanto coinvolgente.

La scrittura dell'autrice è molto semplice, a volte piatta e tende a divagare e ripetere i concetti, cosa quasi inevitabile con testi così lunghi. Cosa che riscontro sovente nei libri che arrivano da Wattpad, probabilmente dovuta al fatto che i capitoli vengono pubblicati a distanza di tempo gli uni dagli altri. Un libro, per me, ha bisogno di un assetto  più fluido in modo che la storia segua un filo continuativo. Non aiuta neppure la narrazione in terza persona al passato e dal pov quasi esclusivo di Daniel.

«Non volevo dirti nulla perché il mio passato è come un vaso di Pandora da cui escono tutti i mali del mondo. E tu non meriti tanta oscurità.»

I personaggi sono discretamente delineati anche se sembrano molto più grandi dei 17/18 anni dichiarati. Se alcune circostanze giustificano certi atteggiamenti, in altri casi sono, a mio avviso, fuori luogo.
Descrizioni dettagliate per quanto riguarda l'ambientazione e la parte psicologica. Molto dolci e delicate le scene sessuali che danno la sensazione della scoperta.
Tra i personaggi secondari merita una nota il padre di Daniel, gli altri risultano utili al fine della storia, ma non abbastanza incisivi. Ho la sensazione che in futuro possano esserci nuovi libri su alcuni di loro.

Trovo giusto che nei libri si facciano delle denunce e si affrontino tematiche come bullismo, abusi, coming out e difficoltà di integrazione, ma penso che anche le soluzioni vadano studiate nel dettaglio per dare credibilità alle situazioni. In questo caso ho trovato della leggerezza; è un peccato perché trovo sia un'occasione persa.

Reputo questa storia molto valida dal punto di vista delle idee, ma meno nell'approfondimento.
Non fermatevi alle mie impressioni, ma leggete la storia e fatemi sapere cosa ne pensate. Adatto a chi piace il genere young adult.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro

RECENSIONE - Il libro delle storie a lieto fine, di Sally Page

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola