RECENSIONE - "Knockout" di Annamaria Bosco e Mariarosaria Guarino

Titolo: Knockout

Autori: Annamaria Bosco e Mariarosaria Guarino

Editore: Self publishing

Genere: Sport romance

Data di pubblicazione: 30 giugno 2023

Lei è un frutto proibito. Basta un assaggio, e sarò perduto per sempre.

Mi chiamo Adam Harris, molti non mi considerano esattamente un bravo ragazzo. E in effetti non lo sono. Non del tutto. Perché la vita fa schifo e l’unico modo che conosco per riscattarmi è prendere a pugni le persone. La kickboxing mi ha dato un’opportunità e io sono deciso a coglierla. Ma Allison è il mio punto debole. So che non è una buona idea. È troppo pulita per me. Eppure, dal primo momento in cui l’ho vista, non ho fatto altro che pensare alle mie mani su di lei. La madre mi ha minacciato: non devo avvicinarmi. Ma più mi si dice che non devo fare una cosa, più voglio farla...

Devo togliermelo dalla testa. Posso avere di meglio.

Sono Allison Woods. Dicono che io sia stata baciata dalla fortuna. Bella. Ricca. Buona famiglia. Ma la vita dorata non è piacevole come può sembrare dall’esterno. Sono stufa di dover seguire tutte le assurde regole di mia madre. Soprattutto quella di non frequentare Adam. In realtà il primo incontro non è stato dei migliori, ma diciamoci la verità: quale ragazza potrebbe resistere al suo fisico scolpito? Credevo fosse solo attrazione fisica, ma averlo vicino scatena in me istinti pericolosi. Potrei finire nei guai. Eppure, l’idea mi stuzzica...

Ciao Lettori,

Oggi ho il piacere di parlarvi del romanzo scritto a quattro mani da Annamaria bosco e Maria Rosaria Guarino, “Knockout”. Ringrazio le autrici per avermi permesso di leggere questo libro e per la copia che mi hanno concesso. Si tratta di uno sport Romance e la storia di due ragazzi vittime di pregiudizi e all'apparenza senza nulla in comune.

Da una parte abbiamo Adam, un ragazzo ribelle, un dongiovanni, la vita non gli ha mai regalato niente, e l’unico modo per sentirsi a proprio agio e per riscattarsi è quello di prendere a pugni le persone, infatti pratica la King boxing. Le apparenze potrebbero far sembrare Adam un ragazzo cattivo e dall'animo misterioso, ma siamo sicuri che le apparenze non ingannino?

“Con Allison era sempre così, bastava averla accanto per dimenticare i problemi e provare sensazioni semplici, che mi facevano stare bene.”

Dall’altra parte abbiamo Allison. Decisamente l’opposto di Adam, la classica brava ragazza cresciuta in una famiglia facoltosa dove le scelte sono già condizionate dal volere degli altri. Ma la vita perfetta spesso è soffocante e anche per Allison sarà così. Non ha assolutamente intenzione di sottostare a ciò che la madre ha in serbo per lei, vuole fare le sue scelte e prendere le decisioni nella sua vita. Quando incontra per la prima volta Adam rimane affascinata dai suoi occhi magnetici, il suo fisico scolpito e anche se sa che sarebbe pericoloso non riesce a non provare attrazione per lui.

“Adam Harris era un pericolo per me, di quelli con l’avvertimento rosso lampeggiante, e io avrei fatto di tutto per evitarlo”

Adam e consapevole che provare attrazione per una persona come Allison non è per niente una buona idea, è troppo perfetta per lui, ma non riesce proprio a farne a meno, non riesce a togliersela dalla testa, prova un'attrazione irresistibile ogni volta che la vede. 

Riuscirà Allison a vedere oltre l’apparenza e lasciarsi andare con Adam? Oppure farà come tutti gli altri e si farà sopraffare dai pregiudizi? E se il passato e l'interferenza della madre di Allison mettessero in discussione tutto?

Per scoprire cosa succederà tra i due non mi resta che lasciare a voi il piacere di scoprirlo e leggere questo romanzo!

CONSIDERAZIONI

Quando mi hanno chiesto di leggere questo libro non ho potuto rifiutare, la trama e i personaggi mi hanno intrigato. Fortunatamente le mie aspettative non sono state deluse, ho amato entrambi i personaggi per la loro tenacia, dolcezza, intraprendenza. Si tratta di un romanzo che ti lascia qualcosa dentro, l'odio che nutro da sempre verso i pregiudizi probabilmente mi ha fatto amare ancora di più questo libro. Non conoscevo le due autrici ma devo dire che la loro modalità di scrittura mi ha tenuta incollata a quelle pagine, è un romanzo molto scorrevole e fluido. Il pov è alternato tra i due protagonisti così da avere una più chiara visione della storia. Se amate gli sport romance non potete perdervi questo libro, lo consiglio vivamente! Alla prossima.


Commenti

  1. Grazie mille per averlo letto e apprezzato. Sono felice che in due siamo riuscite a trasmettere qualcosa❤

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

REVIEW TOUR - RECENSIONE "Jaded" di Robin C.

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro