RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Come un marchio sulla pelle, di Mary Durante

Titolo: Come un Marchio sulla Pelle
Autrice: Mary Durante
Editore: self publishing
Cover artist: Angelice Graphics and Book cover Designer 
Data di pubblicazione: 27 ottobre
Genere: MM BDSM, Distopia, Romantic suspense
Lunghezza: ~82k parole
Prezzo: € 2,99, disponibile anche con KU
SerieShadows (Vol. 1)   RECENSIONI SERIE

Fidanzato felicemente e alle prese con i preparativi più o meno ostici del proprio matrimonio, Matt quasi non riesce a credere di aver davvero raggiunto un lieto fine.
Ora deve solo abituarsi all'assenza del chip e decidere se mantenere il segreto che ha avvolto la sua intera esistenza, e tutto sarà perfetto. Almeno finché delle vecchie conoscenze del suo Dom non si insinueranno nella loro bolla di felicità, rischiando di fare a pezzi ogni cosa.
Lucifer non pensava sarebbe mai stato felice. Invece adesso ha un sub di cui è innamorato, la possibilità di un nuovo inizio e un posto a cui appartenere.
Ma non è facile lasciarsi alle spalle una vita da assassino. Quando il suo passato di sangue minaccia di affiorare, Lucifer dovrà indossare di nuovo i panni del sicario senza scrupoli per assicurarsi di seppellirlo per sempre. Solo che adesso c'è anche Matt a cui pensare. E lui sarà pronto a tutto per proteggerlo, sia dai propri nemici che da se stesso.

Attenzione: è una ripubblicazione del libro già pubblicato con Quixote Edizioni, con una nuova cover e una revisione stilistica. Questa seconda edizione contiene inoltre due illustrazioni inedite a opera di Ambra Cronos.
Buongiorno a tutti,
Ho avuto il piacere di leggere Come un marchio sulla pelle, di Mary Durante, che ringrazio per la copia ARC digitale. Si tratta del secondo volume della Shadows series.

Matt e Lucifer sembrano aver trovato la loro dimensione in un mondo che, per vari motivi, li ha messi a dura prova. La loro storia si è evoluta in  modo veloce sostenuta dal desiderio e dal senso di appartenenza. Molti cambiamenti sono intercorsi e ancor di più li aspettano. Sono come due ballerini che si muovono a tempo di musica e restano connessi anche quando tra loro si frappone spazio e imprevisti.

"Era un tocco gentile, quello dell’assassino, cauto, come se stesse accarezzando un corpo di vetro, e Matt aveva la certezza che se solo si fosse fermato lui sarebbe andato in frantumi."

Se da un lato emergono dei punti di forza, dall'altro vengono alla luce tante insicurezze che mai si sarebbero attribuiti. Matt si affida completamente e senza riserve al suo Dom che lo domina e lo protegge in  un modo maniacale. Un perfetto equilibrio che vacilla quando sono costretti a confrontarsi con il resto dell'umanità. 

"La rabbia si dissolse, sostituita da un’emozione inaspettata. Apprezzamento e, improvviso quanto una lama incandescente nel suo petto, un fiotto di gelosia."

La vita quotidiana scorre nella placida aspettativa del momento in cui si ritroveranno soli, mentre i rapporti sociali diventano un lungo preliminare dove stuzzicarsi. In questi ultimi si delineano le figure dei personaggi secondari che ostacolano o sostengono i protagonisti. Su tutti spicca Dani che ha un ruolo importante.

"Mentre la guardava, Matt provò ancora una morsa al petto, ed era strano, perché non era nulla di grave o vergognoso, eppure faticava a trovare le parole."

Il passato di Lucifer è un macigno che rischia di travolgere tutti i progressi che hanno compiuto. 
Molte incognite scavano dubbi nell'anima e rischiano di diventare ferite insanabili, la fiducia e l'amore saranno davvero sufficienti a superare i pericoli e i timori?

Considerazioni

La narrazione è quasi completamente dal punto di vista di Matt, le incursioni di Lucifer hanno sempre una punta di irrequietezza che rende il suo pov più delineato nella ricerca dei dettagli per cercare segnali di pericolo o vie di fuga.
L'autrice è riuscita a dare una personalità a ogni personaggio, la storia assume un ritmo incalzante in base alle circostanze passando dalla dolcezza al pericolo, dalle certezze ai dubbi. Lo sviluppo dell'aspetto psicologico è stato fondamentale per poter carpire ogni più piccolo dettaglio dei due fidanzati.

"Lucifer aveva davvero espresso un proprio dubbio, un’incertezza che, per quanto assurda, doveva essere rimasta annidata in profondità nella sua mente."

Questo rende la lettura coinvolgente e piena di aspettativa anche perché tutto è destinato a esplodere in una bolla di incertezze. 
Anche in questo caso Mary Durante non si è risparmiata a tirare colpi bassi a Matt, Lucifer e neppure ai lettori che gioiscono e soffrono con loro. Per tutto ciò le faccio i mie complimenti.
Ne consiglio la lettura a chi ha voglia di una storia fuori dagli schemi e capace di stupire.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro

RECENSIONE - Il libro delle storie a lieto fine, di Sally Page

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola