RECENSIONE - TOUCH, di Sonia Gimor

Titolo: TOUCH
Autore: Sonia Gimor
Editore: Dri Editore
Data di Pubblicazione: 17 settembre 2023
Genere: romanzo contemporaneo
(Forbidden – Slow Burn – Second Chance)
Prezzo: € 0,99 ebook - € 17,99 cartaceo
Pagine: 492 pagine

#1 Touch
«Prima o poi, sarai tu a pregarmi di spogliarti.»
«Non succederà, puoi starne certo.»
«Non scommettere con me, piccola. Io vinco sempre.»

Quanto può essere stronza la vita?
Credevo di avere tutto: successo, donne, soldi, potere.
Poi è arrivata lei.
L’unica intoccabile.
La donna del mio migliore amico.
A peggiorare le cose, un segreto ci unisce.
Qualcosa che non possiamo rivelare, qualcosa che fingeremo non sia mai accaduto.
Anni fa ho stretto un patto con il diavolo e ora lui è venuto a riscuotere il pagamento.
Sono Dylan Scott, l’uomo più famoso del mondo.
Credevo di avere tutto, poi è arrivata lei.

Ciao Lettori,
oggi ho il piacere di parlarvi di una delle mie ultime letture "Touch", primo volume della “Los Angeles Star Series”, di Sonia Gimor, edito da Dri Editore. Un libro che mi ha tenuto incollato alle pagine fino alla fine. Un romanzo che parla delle seconde possibilità, anche quando queste sembrano impossibili.

Da una parte abbiamo Mya, una giovane fisioterapista esperta in lesioni legate allo sport, il suo sogno è quello di lavorare un giorno per i Los Angeles Lakers. Attualmente è impiegata in una rinomata struttura medica, dove il direttore, Robert, è il suo partner sentimentale. Nonostante provenga da una famiglia agiata, non è una donna incline a sfruttare vie agevolate nella sua carriera professionale; desidera realizzare il suo sogno personale attraverso il proprio impegno e la sua determinazione. Niente e nessuno dovranno mettersi sul suo cammino.

"E il cuore... bè, non sono certo più certo di averne uno. L'ho lasciato a New York dieci anni fa"

Un giorno entra nel suo ambulatorio un volto noto: Dylan Scott. Voi direte certo che è noto perché è un attore di fama mondiale che oltretutto ha ottenuto il suo primo Oscar. Dylan possiede un'incredibile bellezza e un seguito di ammiratrici, ma non è intenzionato a intraprendere una relazione stabile. Non offre seconde occasioni e segue una politica del "una notte e basta": nessuna donna è autorizzata ad accedere alla sua stanza o al suo letto. La radice di questa scelta risale al suo primo amore, una donna che ha conosciuto una decina di anni fa e da cui è stato costretto a separarsi senza poterle spiegare la ragione. E indovinate un po' chi potrebbe essere??? E se vi dicessi che Dylan è anche il miglior amico di Robert?

"L'amore non è perfetto, non arriva imballato in un pacco dorato con un grande nastro rosso. Amare significa compromesso, accettazione, condivisione, fiducia"

In un costante gioco di alti e bassi, scambi di battute pungenti e dilemmi che affliggono entrambi, la loro interazione prosegue. Mya è costretta a seguire Dylan nella fase di recupero da un infortunio, ma tace sul loro passato per evitare che Robert la sostituisca. Mentre i loro amici riconoscono chiaramente una forte attrazione reciproca, Robert è convinto che i due si detestino e mette in atto ogni sforzo per promuovere la loro frequentazione e incoraggiarli a stringere amicizia.

"Perché a dispetto di tutta la rabbia, della sofferenza,delle bugie, parlare di nuovo con lui è come tornare a casa dopo un lungo viaggio. È come riprendere a respirare dopo anni di apnea"

Cosa succederà tra i due? Cederanno alla forte attrazione? Racconteranno tutto il loro passato a Robert?

Non mi resta che lasciare a voi la lettura di questo libro e scoprirlo.

CONSIDERAZIONI

Amo i libri di Sonia Gimor, ha un modo di scrivere che mi cattura e mi tiene incollata alle pagine finché non arrivo alla fine. Tutto questo libro è permeato da una sensualità intensa e sofisticata. I conflitti tra i protagonisti e le intricazioni psicologiche che li tormentano sono magistralmente sviluppati, e la narrazione segue un ritmo avvincente fino a un epilogo splendido. Il libro è inoltre un concentrato di umorismo, con dialoghi arguti e spiritosi. La narrazione si articola con un doppio punto di vista. In aggiunta, vengono inseriti salti temporali tra il presente e il passato, che gettano luce sul reale legame tra Dylan e Mya. Come dicevo lo stile di scrittura è scorrevole, caratterizzato da dettagli vividi e, soprattutto, mai monotono. Ovviamente non possono mancare le scene hot.
Mi piace molto il fatto che i personaggi siano tutti splendidamente delineati, e anche i comprimari rivestono ruoli intriganti. Un plauso particolare va a Dolores, la segretaria della clinica, una donna di grande personalità e dal carattere spigliato (vi farà fare delle grosse risate).
Non mi resta che fare un grande in bocca al lupo all'autrice e alla prossima!

Buona lettura!
Costanza.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

REVIEW TOUR - RECENSIONE "Jaded" di Robin C.

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro