RECENSIONE - Lovelight. Segnali d'amore, di B.K. Borison

Titolo: Lovelight. Segnali d'amore
Autori: B.K. Borison

Editore: Newton Compton editori

Genere: Contemporary Romance

Data di pubblicazione: 12 gennaio 2024

Prezzo: € 5.99 / € 12.26

Serie: Lovelight Series


#1 Lovelight. L’amore al primo posto

#2 Lovelight. Amore impossibile

#3 Loveight. Segnali d'amore


Dopo una sfortunata serie di appuntamenti, Layla pensa che forse dovrebbe arrendersi e concentrarsi solo sul lavoro, sfornando i pasticcini più dolci di tutta Inglewild. In fondo però, Layla non chiede molto: le basterebbe qualcuno che non la abbandoni nel bel mezzo di una cena in riva al mare, lasciandole per giunta il conto da pagare. Per fortuna Caleb, il suo cliente preferito, ha la soluzione perfetta. Dopo averla tratta in salvo dall’ennesimo appuntamento catastrofico, le fa una proposta: perché non provare a uscire insieme per un mese? Solo per finta, naturalmente! Lui farà del suo meglio per rinnovare la fiducia di Layla nei confronti del genere maschile, e lei, in cambio, lo aiuterà a capire come far colpo sulle ragazze. Ma c’è un ingrediente che non hanno considerato… giorno dopo giorno, la chimica tra loro si fa sempre più rovente, e la voglia di spingersi oltre è più invitante dei brownies di Layla. Riusciranno a resistere alla passione?
Ciao Lettori,
Oggi ho il piacere di parlarvi del nuovo romanzo di B.K. Borison, “Lovelight. Segnali d'amore” terzo volume della serie Lovelight Series, edito Newton Compton editori Ringrazio anticipatamente per la copia e per avermi permesso di leggere anche questo romanzo della serie. Si tratta di un libro autoconclusivo però, se come me, avete letto anche gli altri due romanzi di questa serie stavate aspettando l'arrivo di Layla. Dopo Stella e Beckett infatti mancava solo lei all'appello.

Nella fattoria degli alberi di Natale, Layla gestisce il negozio di pasticceria e caffetteria. I suoi dolci sono vere e proprie delizie che riescono a catturare chiunque. Ama il suo lavoro, anche se non è appoggiata dai suoi familiari che l'avrebbero voluta ingegnere, adora i suoi compagni di viaggio Stella e Beckett e dopo che entrambi hanno trovato l'amore spera di trovarlo anche lei. Voi vi direte cosa ci sarà di tanto difficile? Beh per Layla non è così semplice. Ha collezionato infatti numerosi primi appuntamenti disastrosi. Tra cui l’ultimo dove è stata abbandonata in un locale in riva al mare con il conto da pagare, per fortuna però quella stessa sera incontra uno dei suoi clienti preferiti, Caleb, che si offre di riaccompagnarla a casa.

“Perché non riesco a trovare un solo essere umano con il quale mi trovi in sintonia? I miei standard non sono impossibili. Voglio qualcuno che mi faccia ridere. Che si preoccupi di quello che faccio, di quello che dico e di ciò che penso. […] Voglio condividere tutti i miei piccoli, sciocchi, silenziosi momenti. Voglio che qualcuno mi faccia sentire le farfalle nello stomaco.”

Caleb è il classico bravo ragazzo, dolce e premuroso, divertente, bellissimo, e come se non bastasse ha le fossette. Fa l’insegnante di spagnolo nella scuola del paese. Anche lui come Layla non ha molta fortuna con gli appuntamenti. Ed ecco che ha un’illuminazione, perché non uscire insieme e aiutarsi a vicenda per capire cosa non va nel loro approccio con un probabile partner? Ed è così che Caleb e Layla iniziano a uscire insieme per provare questo esperimento sociale.

“Mi sembra di essere in una dimensione parallela in cui il ragazzo simpatico e alla mano che entra nella mia pasticceria con un tempismo quasi perfetto, si è trasformato improvvisamente in un ragazzo da sogno con una camicia hawaiana.”

 Dopo una serie di sfortunati eventi e vari appuntamenti i nostri protagonisti non avevano messo in conto l'attrazione che avrebbero potuto provare l'uno per l'altra. E cosa faranno? Si lasceranno sopraffare da questa attrazione? O lasceranno stare questo esperimento?

“Un vecchio e tenero livido prende vita al centro del mio petto. Un’insicurezza dolorosa: sono io il motivo per cui nessuna di queste relazioni funziona. Che in qualche modo riesco ad attrarre gli uomini peggiori. Che queste delusioni siano in qualche modo colpa mia e che siano esattamente ciò che mi merito.”

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di scoprirlo e leggere questo romanzo!

CONSIDERAZIONI

Questo romanzo è la ciliegina sulla torta di questa serie. Così come gli altri due libri è dolce e romantico, ma anche divertente e introspettivo. Scopriamo i personaggi principali, capitolo dopo capitolo, si aprono piano piano, facendoci scoprire sempre più cose di loro, delle loro paure, dei loro sogni, delle loro fragilità.  Adoro il pov alternato con i pensieri di entrambi i protagonisti, come in questo caso, perché mi permette di avere una più chiara visione della storia e soprattutto capire  meglio entrambi i protagonisti principali.  Il modo di scrivere di questa autrice è fluido e scorrevole, non ti stancheresti mai del libro e da una parte vorresti non finisse mai. Voglio fare ancora i miei complimenti all'autrice e alla casa editrice per questa serie tutti i personaggi mi sono entrati nel cuore. Se come me siete delle inguaribili romantiche questa è la serie che fa per voi! Alla prossima!

Alla prossima!
Costanza



Commenti

Post popolari in questo blog

REVIEW TOUR - RECENSIONE "Jaded" di Robin C.

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi