RECENSIONE - Maledetto il giorno che ci ha fatto incontrare, di Sarah Hogle

Titolo: Maledetto il giorno che ci ha fatto incontrare 
Autrice: Sarah Hogle
Editore: Always publishing editore
Genere: Commedia Romantica, contemporary romance
Pagine: 312
Data di uscita: 12 dicembre 2023
Prezzo cartaceo: € 14.90
Prezzo ebook: € 4.99
Traduzione: Edy Tassi
Da coppia perfetta a nemici giurati ad amanti di nuovo in una commedia romantica perversamente divertente.

Naomi Westfield ha un fidanzato perfetto: Nicholas Rose è il tipo d’uomo che le tiene la porta aperta, si ricorda cosa preferisce ordinare al ristorante e proviene da una famiglia altolocata che sarebbe il sogno di ogni futura sposa. Nicholas e Naomi non sanno nemmeno cosa significhi litigare, sono troppo impegnati a organizzare il loro sontuoso matrimonio.

E in questo quadro idilliaco, Naomi è innegabilmente, inesorabilmente stufa del suo fidanzato, del suo atteggiamento da figlio perfetto nei confronti della madre assillante e di tanti altri aspetti che la convivenza ha evidenziato.

Il matrimonio è ormai l'ultimo dei suoi pensieri, vorrebbe tirarsi fuori da quello che si prospetta essere l’evento dell’anno ma potrebbe esserci un intoppo: è proprio la futura suocera a pagare e organizzare le nozze e chi dei due fidanzati dovesse mandare a monte dovrà coprirne le spese.

Non le rimane quindi che giocare d’astuzia e far sì che sia Nicholas a lasciarla! In un susseguirsi di scherzi, sabotaggi e piccole vendette, Naomi mette in atto il suo piano e dà inizio a una vera e propria guerra silenziosa... per accorgersi che nemmeno il fidanzato è così felice del loro rapporto e così sicuro di volerla sposare. Anzi, forse anche lui sta tentando il tutto per tutto per farsi mollare!

Incastrati in un vortice di pessima comunicazione, suocere moleste e ripicche, Naomi e Nicholas si troveranno vicini come non accadeva da tempo. E se tanto hanno maledetto il giorno in cui si sono incontrati, tanto potrebbero ringraziare quello in cui sono stati costretti a riavvicinarsi. Perché, nel momento in cui smettono di nascondere le loro reali emozioni e il loro carattere, rischiano di scoprire che la persona che hanno a fianco è la migliore che abbiano mai incontrato.
Sarah Hogle è una mamma di tre figli a cui piace la TV spazzatura e provocare l'attenzione del marito. Il suo sogno è vivere in un castello in rovina in una foresta probabilmente maledetta. Arriva per la prima volta in libreria grazie a Always Publishing con Maledetto il giorno che ci ha fatto incontrare.


Ciao Lettori,
Oggi ho il piacere di parlarvi del romanzo di Sarah Hogle “Maledetto il giorno che ci ha fatto incontrare” edito Always Publishing. Una storia diversa da quelle che spesso siamo abituati a leggere. Ma scopriamo meglio di cosa parla questo libro…

La storia inizia con il racconto dei due protagonisti Naomi e Nicholas che due anni prima si sono incontrati e innamorati. Dopo aver iniziato a convivere, si rendono presto conto, a pochi mesi dal matrimonio imminente, che entrambi non desiderano più sposarsi. E come spesso, purtroppo, accade, pur apparendo come una coppia felice sui social e agli occhi esterni, la realtà è ben diversa. 

Nicholas svolge l’attività di dentista in uno studio rinomato e gode di una famiglia estremamente coinvolta nella sua vita, con una madre presente e molto esigente. Essendo lei la finanziatrice principale del matrimonio, si è assunta molte decisioni organizzative, addirittura escludendo gli sposi da alcune scelte. (Qualcuna riesce a immedesimarsi nella nostra protagonista?!?).
Al contrario, Naomi è impiegata in un negozio insolito di oggetti usati, destinato al declino. Ha un vasto circolo di amicizie e cerca di trascorrere il suo tempo con loro, preferibilmente lontano dal suo fidanzato.

Naomi, pur riconoscendo di non amare più Nicholas come un tempo e talvolta trovandolo insopportabile, non riesce ad annullare il matrimonio per evitare di essere considerata la causa della rottura. Decide così di mettere in atto un piano eccentrico: comportarsi in modo che sia Nicholas a rompere, in modo da evitare di essere la "cattiva" della storia. La trama si sviluppa tra piccoli atti di rivalsa, traslochi e incontri con la mamma di Nicholas, promettendo una storia piena di colpi di scena.

“Annuisco e concordo come farebbe ogni brava fidanzata, ma non sono affatto una brava fidanzata, perché potrei crollare da un momento all’altro.”

Naomi mette in atto il suo piano, dando il via a un conflitto silenzioso, solo per scoprire che il fidanzato potrebbe non essere così entusiasta della loro relazione e neppure così convinto di volerla sposare. Anzi, potrebbe anche essere che lui stia cercando in qualche modo di provocare una rottura! Intrappolati in un vortice di comunicazione scarsa, suocere invadenti e vendette, Naomi e Nicholas si ritroveranno più vicini di quanto accadesse da tempo. Se in passato hanno maledetto il giorno in cui si sono conosciuti, ora potrebbero benissimo ringraziare il giorno in cui sono stati costretti a riavvicinarsi. Oppure no?

“Se Nicholas avesse un po’ di cervello, anche lui annullerebbe tutto, perciò forse siamo bloccati in uno stallo silenzioso, aspettando di vedere chi si ritira per primo.”

Cosa succederà ai nostri protagonisti? Continueranno a maledire il giorno che si sono incontrati? 

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di scoprirlo e leggere questo romanzo!


CONSIDERAZIONI

Ho affrontato la lettura di questo libro con grande interesse e devo ammettere che si tratta di un’opera davvero singolare e distintiva. Qui, i due protagonisti hanno perso di vista le ragioni per cui si sono scelti. Riusciranno a riscoprirle?
In molte occasioni ho provato un profondo disprezzo nei confronti della madre di Nicholas e sono stata soddisfatta quando ha finalmente ricevuto la lezione che meritava. Chissà quante di noi si sono ritrovate in alcune situazioni simili con le suocere…
Il punto di vista unico è quello di Naomi, che ci offre la sua versione degli eventi. Tuttavia, avrei desiderato sentire anche la prospettiva di Nicholas, per avere un quadro più completo della storia.
Non posso svelare altro, ma posso dire solo che se siete in cerca di un libro insolito e maliziosamente divertente, questo fa al caso vostro. 

Alla prossima!
Costanza






Commenti

Post popolari in questo blog

REVIEW TOUR - RECENSIONE "Jaded" di Robin C.

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi