RECENSIONE - Dicono di lei, di Arianna Ciancaleoni

Titolo: Dicono di lei
AutoreArianna Ciancaleoni
EditoreLand Editore
Genereoffice romance
Pagine226
Data di uscita6 giugno 2024
Prezzo cartaceo€ 14.00
Prezzo ebook€ 2.99
Serie: autoconclusivo

“Non esiste al mondo una persona peggiore di Frida Rossetti.
Una splendida quanto algida quarantenne che ha ereditato da suo padre un’azienda che produce solo coperchi per pentole e padelle e la gestisce come lui le ha sempre insegnato: da tiranna. Attraverso le parole dell’esperta informatica Sabrina, della segretaria Giada, dell’avvocato Nicolacci, dell’ex marito Ernesto e di Flavio, il nuovo assunto in contabilità, scopriamo tutti i punti di vista e i giudizi su quello che accade in azienda, a partire da un chiacchieratissimo divorzio, arrivato come un fulmine a ciel sereno e apparentemente dettato solo dalla follia di Frida.
Non esiste al mondo una persona peggiore di Frida Rossetti, vero?
Forse. O forse no.”

Buongiorno a tutti,
oggi vi parlo dell'ultimo libro di Arianna Ciancaleoni, dicono di lei, edito da Land editore. Ringrazio l'autrice per la copia arc digitale.

Frida rappresenta tutto ciò che in una donna è facile odiare: è bella, ricca, ha carattere, potere e si impone in un modo molto diretto. Riesce a conquistare l'attenzione degli uomini che desiderano conquistarla, sottometterla e dominarla per renderla un angelo del focolare e la propria amante. Mentre per le donne è piuttosto facile invidiarla e biasimarla persino delle proprie sventure, come se fosse il fulcro di ogni male. 

"Se i miei dipendenti si sentivano braccati e controllati da me, non immaginavano neanche quanto potessi sentirmi braccata io."

Sabrina, Giada, Niccolacci ed Ernesto non potrebbero che concordare con questa descrizione in quanto chi in un verso chi nell'altro prova e desidera sopraffarla o bandirla dalla propria vita.

"Ogni volta che mi passava vicino, che mi chiamava, che sentivo la sua voce da qualche parte nel corridoio, iniziavo a tremare."

Flavio si trova per caso in questo ciclone e con un occhio esterno riesce a cogliere dettagli che ai più sfuggono a causa dei preconcetti. Il fatto di condividere con Frida delle insicurezze lo rende più empatico e recettivo. Ad accentuare queste caratteristiche è l'attrazione che prova e che lo porta a focalizzarsi verso di lei.

"Tutti me l’avevano descritta come un’arpia assassina, ma da quel poco che avevo avuto modo di vedere mi sembrava una donna normalissima, alle prese con problemi più grandi di lei."

Immergermi in un libro scritto da Arianna è sempre un'esperienza nuova, è una scrittrice a cui piace sperimentare e ha quel tocco di unicità che riesce sempre a catturarmi, rendendo la lettura una piacevole scoperta. Questo testo non fa eccezione perché si svolge in un tempo moderno, all'interno di un ambiente lavorativo e vengono forniti i pov di ben sei personaggi. Non temete perché non è caotico o difficoltoso da seguire, anzi tutt'altro. 

"Era sempre così inflessibile e così dura, sul lavoro, anche se nessun dipendente si meritava un trattamento simile."

In un susseguirsi di scene ironiche e a volte tragiche, mi sono trovata più volte a ragionare sui contenuti morali di questa storia che trova riscontri nella realtà e tocca vizi intrinsechi della natura umana. Sarebbe facile darvi la mia chiave di lettura, ma vi toglierei metà del gusto della scoperta e non lo trovo giusto.

Per tutto questo mi sento di fare i miei complimenti a Ciancaleoni; a voi consiglio di leggere dicono di lei, per passare alcune ore in piacevole compagnia e se già non lo avete fatto per conoscere l'autrice. 

PS: ebook e cartaceo saranno in offerta fino alla mezzanotte del 10 giugno.

Buona lettura!
Monica S.


Commenti

  1. Grazie mille per questo spazio, per leggermi ogni volta e per la bella recensione!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola