RECENSIONE "The Kissing Booth 2. Un amore a distanza" di Beth Reekles


Titolo: The Kissing Booth2. Un amore a distanza
Autore:  Beth Reekles
Formato: Ebook / Cartaceo
Prezzo: 6.99 / 15.20
Genere: New Adult - Contemporary romance
Editore: De Agostini
Data pubblicazione: 14 Luglio 2020
Pagine: 326
LINK


L'estate è ormai giunta al termine, ed Elle sembra aver finalmente trovato un equilibrio con il suo ragazzo, il bello e non più così dannato Noah Flynn. Certo, i problemi non sono finiti: Noah sta per trasferirsi a Harvard per il college, a più di 5000 chilometri da lei, e la loro storia sembra doversi trasformare in "un amore a distanza". Videochiamate, mail e messaggi basteranno, Elle vuole crederci. Ma senza nemmeno l'appoggio del suo migliore amico Lee, a consolarla e consigliarla, è tutto più difficile. Come se non bastasse, il nuovo vicino di casa, Levi, sembra trovarsi sempre nel posto giusto al momento giusto. Ed è così carino... Elle però è determinata a tenere insieme i pezzi della sua vita senza farsi distrarre, senza pensare ai ragazzi carini del quartiere o alle ragazze carine di cui Harvard è sicuramente piena. Perlomeno fino al giorno in cui non scopre su Instagram una foto in cui Noah è abbracciato a un'altra. A quel punto la domanda è una sola: Elle combatterà per l'amore o preferirà la vendetta?

Buongiorno lettori, rientro dalle ferie del blog con questa nuova lettura. Nonostante il nuovo film in uscita, ho voluto stavolta leggere prima il libro, un po' anche per curiosità, per vedere realmente quanto la serie sia stata fedele al racconto. Beh, vi stupirete... Non vi anticipo niente perché prima voglio parlarvi del libro e della sua storia.


Lee e Elle sono al tanto atteso ultimo anno. Oltre alla gioia per essere i più grandi e in teoria quelli rispettati e ammirati dalla scuola, inizieranno anche i mesi del divertimento ma soprattutto delle responsabilità, sia Elle che i suoi amici saranno alle prese con la ricerca dei crediti da accumulare per aggiudicarsi un buon punteggio per il college. Lee deciderà di iscriversi nella squadra di Football, prendendo il posto in squadra che un tempo era di Noah. Purtroppo questo creerà dei turbamenti in Lee. Molti si aspettano tanto da lui, essendo il fratello minore del loro ex campione e si sentirà pressato dalle responsabilità e dall'eredità che Noah gli ha inconsapevolmente lasciato. Comincerà a frequentare la squadra di football e le feste, spesso di nascosto da Elle e da Rachel, la sua fidanzata. Inoltre, si ritroverà diviso tra le attenzioni da dedicare alla sua fidanzata e l'amicizia di Elle, che ora più che mai si sente sola e spaesata.

Indubbiamente l'assenza di Noah si sente fortemente per buona parte del libro. La relazione con Elle viaggerà sui fili di Skype, unico modo che hanno per sentirsi e vedersi a distanza. Ma la distanza che si percepirà tra i due non sarà fatta solo di chilometri. Noah sarà sempre più scostante nelle telefonate e videochiamate con Elle. Preso dagli studi e dalle feste del College, che inizierà a frequentare per riuscire a integrarsi in quell'ambiente. La loro relazione, come spesso succede in questi tempi moderni, vivrà di pari passo sui social. I problemi tra i due cominceranno quando inizieranno ad apparire diverse foto di Noah con una ragazza, durante queste feste. Portando la loro storia sulla bocca di tutti a scuola, definendola già in crisi se non addirittura conclusa. 

Elle si ritroverà sempre più sola, nonostante abbia Lee, si rende conto che spesso lui non può essere sempre disponibile per lei, essendoci ora anche Rachel.

Uno spiraglio di luce arriverà grazie all'amicizia con Levi, il nuovo arrivato della scuola. Che si aggiungerà alla cerchia delle amicizie di Lee e Elle. Devo ammettere che nonostante adori Noah, in questo libro non ho apprezzato il suo modo di comportarsi e l'amicizia che ha stretto con la sua collega di università e mi sono ritrovata spesso a fantasticare su Elle e Levi, dove lui è sempre presente, pronto a risollevare il morale o a essere la spalla su cui piangere per Elle. Però Noah è un personaggio non facile da dimenticare.

"Credevo che stare insieme a Noah a distanza fosse difficile, ma non sapevo che cercare di dimenticarlo sarebbe stato persino peggio."

Ho trovato il libro piuttosto lento in alcune parti e anche piuttosto triste. Nonostante tutto i personaggi ti entrano dentro e sono capaci di scalfirti emozioni e sensazioni che ti riportano indietro, ai tempi della scuola, tra litigi e scherzi tra amici che ricordano attimi di spensieratezza indimenticabili e che ho molto apprezzato.


CURIOSITA' BOOK VS FILM

(Consiglio di andare avanti solo a chi ha già letto e visto il film o a chi ha visto il film e non ha intenzione di leggere il libro o viceversa).

S P O I L E R

Parliamo di alcune differenze tra il libro e il film. Solitamente il libro batte sempre il film, in quanto alcune parti, per problemi di tempo, vengono tagliate o perché spesso gli autori non sono in grado di immedesimare come si deve i protagonisti del libro.

Insolitamente devo essere onesta, ho amato di più il film, sarà per la solarità dei protagonisti, per le gag tra Lee e Elle, per la bellezza dei protagonisti e anche perché alcune aggiunte fatte dagli autori hanno movimentato e reso più piacevole la trama. Parti che nel libro mancavano e infatti lo hanno reso piuttosto piatto, quindi complimenti agli autori. Nonostante tutto ci sono alcune parti che non rispettavano il libro ma che sono state totalmente stravolte che invece avrei preferito rimanessero tali. Ma andiamo a vedere nei particolari.

Elle nel film risulta molto più simpatica e pasticciona. Caratteristica che ce l'ha fatta apprezzare e amare nella serie.

Lee nel libro entra nella squadra di football mentre nella serie non ne parla proprio. Questo lo rende pensieroso e scorbutico mentre nel film sembra che i problemi siano causati solo da Rachel e da Elle.

Nel libro è Lee a scegliere di cambiare università per seguire la sua fidanzata, tenendolo all'oscuro a Elle e non viceversa come succede nel film.

Nel libro Elle e Noah litigano perché casualmente Elle ascolta una telefonata segreta e sospetta tra Amanda e Noah, che parlano di un "qualcosa" che Noah dovrebbe riferire a Elle, che apre un mondo di paranoie nella mente di quest'ultima, tanto da portarla a lasciare Noah convinta che ci sia una storia tra i due. Nessun orecchino. Nessuna visita di Elle ad Harvard. Tutto succede quando Noah rientra a casa per un fine settimana.

Parliamo di Levi. Levi è un personaggio bellissimo del libro! Un amico unico, di una dolcezza disarmante, sempre pronto e disponibile per Elle, si alternano nei turni in cui fanno da baby sitter ai rispettivi fratelli e questo gli dà la possibilità di passare molto tempo insieme, unendoli più che mai. Nel film Levi diventa Marco!! Perché?? Mi chiedo. Ma non lo capiremo mai, probabilmente il nome non piaceva... Marco nel film è uno sicuro di sé, che suona in una band o come artista di strada ed è il nuovo "Noah" nella scuola, ammirato e corteggiato. Totalmente diverso dal dolce Levi del romanzo.

Altra "chicca" il gioco dei passi amato da Elle e Lee, che poi diventerà di Elle e Marco, nel libro non esiste per niente!! Perciò il bacio che si scambiano in diretta nello show, davanti agli occhi di Noah, avviene in un semplice parco giochi il giorno del ringraziamento.

Ultima differenza e questo devo ammettere che mi ha deluso tantissimo... il famoso chioschetto dello stand dei baci, che dà appunto il nome al libro, nel film ottiene il ruolo che si merita mentre nel libro viene a malapena citato in poche righe, durante una festa scolastica e viene usato semplicemente per farsi due foto. Beh, a questo punto "Sipario". 
Adoro questa serie ma stavolta mi sento di fare i complimenti più agli autori del film che all'autrice, assurdo a dirsi ma è così. Nonostante tutto mi aspetto molto dal terzo libro e spero che rispetti le aspettative tanto attese.

A presto! ;)


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni