RECENSIONE "Il signore di Kiev" di Ilas Colli

Titolo: Il signore di Kiev
Autore: Ilas Colli
Editore: Self
Genere: Mafia Romance
Prezzo ebook: 1,99 €
Prezzo cartaceo: 10,39 €
Data pubblicazione: 11/12/2020
Pagine: 444
Serie: Autoconclusivo


Nadiya vive la vita seguendo il senso di giustizia e l'ambizione di affermarsi come giornalista. Spinta da queste motivazioni cerca di fare luce su un caso di omicidio e inizia a pedinare il sospettato principale. Vuole scoprire la verità e assicurarsi lo scoop che potrebbe cambiarle la vita, ma in uno scatto immortala qualcosa che nessuno avrebbe dovuto vedere. Darà vita così, senza volerlo, a una spirale di problemi che la risucchierà al suo interno.
Vladimir nasconde molti scheletri nel suo armadio e dalla vetta sicura della sua multinazionale, maschera attività illecite con cui cerca di tamponare i danni della criminalità che sconvolge la sua amata Kiev.
I due non potrebbero essere più diversi e se non fosse stato per uno scherzo del fato, non si sarebbero mai incontrati.
Le ripercussioni saranno devastanti per entrambi, ma se per una volta fosse il caos a celare l'ordine perfetto?

“Sono gentile ma anche spietato, magnanimo e vendicativo, onorevole e allo stesso tempo riprovevole. Sono la situazione che devo affrontare, la persona che devo essere nel momento che sto vivendo. Se con una mano concedo, con l’altra privo, se con la destra grazio, con la sinistra punisco. Fra il popolo di questa città c’è chi mi vede come un cavaliere oscuro, chi mi considera un brav’uomo travestito da mafioso, un animo nobile capace di gesta ignobili. Vorrei smentirli, dissentire, ma non posso. Io sono il Signore di Kiev e sono tutto questo”. 


Ciao lettrici eccomi a scrivere per voi una nuova recensione. Oggi vi parlo di un libro davvero molto particolare, un mafia romance intitolato “Il signore di Kiev” dell'autrice Ilas Colli. Ci tengo a precisare che questa tipologia di romanzo non è la mia preferita ma devo dire che il libro merita le mie 5 stelle dalla prima all'ultima.

"Perché quando ami qualcuno fa male anche una piccolezza, come un broncio, un'incomprensione o una parola non detta. Riderai di te mentre farete pace facendo l'amore e capirai quanto sei stata sciocca nel lasciarti ferire da quelle cose, allora sorriderai ancora. Avrai voglia di ricambiare ogni sorriso, ogni premura, ogni carezza. Il senso di sicurezza che ti regalerà la sua presenza. Ti scoprirai nuova diversa, più bella. Devi solo uscire dai tuo schemi, perciò fallo. Lascia lì i tuoi conflitti e le tue paure, ed esci! Fuori c'è il sole, aspetta solo te per sorgere e brillare."

Ho letto con molto piacere e molta fluidità le pagine e grazie alla bravura della scrittrice mi sono completamente immersa nella storia. I Pov alternati ti danno la possibilità di conoscere a fondo i pensieri dei personaggi immergendoti ancora di più nelle vicende e nei momenti speciali del libro. Il luogo scelto dall'autrice mi ha colpito maggiormente in quanto ho potuto apprezzare personalmente la città di Kiev grazie a una vacanza di qualche anno fa, e in quelle parti del libro dove vengono descritti i paesaggi e le vie, ho potuto immergermi in un ricordo davvero molto piacevole.

Il libro parla di una storia davvero travolgente, evidenziando in tutte le pagine quanto un amore può vincere e sconfiggere qualsiasi ostacolo. I due personaggi Nadiya e Vladimir sono senza dubbio molto interessanti. Abbiamo da un lato una donna coraggiosa e forte che nonostante il suo passato turbolento e burrascoso, affronta gli ostacoli con molta determinazione e dall'altro lato, abbiamo un uomo d'altri tempi, affascinante e tormentato che vive due vite parallele incastrato perennemente tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Quando le loro vite si scontrano a causa di un caso di omicidio seguito dalla giornalista Nadiya, per quanto restii a legarsi l'uno all'altro, i due non riescono a negare per molto tempo la passione che come una calamita li spinge sempre più vicini. Vladimir, travolto da emozioni che da tanto tempo non provava, in diverse occasioni, porta in salvo la donna e abbatte le sue barriere che fin a quel momento, anche a causa delle sue delusioni d'amore, aveva innalzato. Come se gli ostacoli non fossero abbastanza, alla porta della donna a un certo punto tornano a bussare i fantasmi del passato che non fanno altro che legare ancora di più i destini dei due innamorati.

Vladimir si troverà davanti a un grandissimo bivio in cui dovrà scegliere se seguire il cuore o meno e posso garantirvi che, proprio in quel momento, vi scioglierete come budino e vi chiederete se avrete mai la fortuna di incontrare un uomo così irresistibile.  

Personalmente ho trovato il libro molto emozionante, mai scontato e ricco di colpi di scena. Il personaggio secondario che ho apprezzato maggiormente è Igor. Lui sicuramente ricopre un ruolo fondamentale nelle vicende del libro. Il suo animo buono e gentile traspare nonostante la vita che conduce e nella mia mente lo immagino proprio come un “gigante buono” :-)
Non aggiungo altro mie care amiche vi lascio la sorpresa di questo meraviglioso scritto che consiglio vivamente di acquistare. 

Alla prossima ;-) 
Terry 

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni