RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Se vince la paura" di Tony J Forder

 Titolo: Se vince la paura 
 Autore: Tony J Forder 
 Editore: Nua Edizioni 
 Genere: Thriller 
 Formato: ebook/cartaceo 
 Prezzo: € 5,99/ € 14,25 
 Data pubblicazione: 14 gennaio 2021 Pagine: 404 
 Serie: Bliss #3 - Autoconclusivo


Un cadavere bruciato viene ritrovato in una strada di campagna. L’ispettore Bliss e Penny Chandler sono chiamati a investigare. I due detective puntano l’attenzione sulle recenti denunce di persone scomparse e giungono alla conclusione che la loro vittima potrebbe essere tra queste. Bliss pensa di sapere di quale si tratti e teme le conseguenze nel caso abbia ragione. In breve tempo il corpo viene identificato, e i due detective trovano delle prove che indicano la possibilità che si sia trattato di un attacco terroristico. Nel frattempo, una persona del passato di Bliss ha bisogno del suo aiuto, e presto l’ispettore si ritrova a destreggiarsi tra la vita personale e l’impegnativo caso. Per rendere la faccenda ancora più complicata, l’MI5 e l’antiterrorismo vengono chiamati ad aiutare a risolverlo. Ma sono sulla strada giusta? Bliss e la Chandler presto si troveranno impegnati in una corsa contro il tempo, per un caso che potrebbe essere il più arduo delle loro carriere… 


Tony J Forder è l’autore dei thriller bestseller con protagonisti i detective Jimmy Bliss e Penny Chandler. I primi sette libri, Malvagio fino all’osso, L’odore della colpa, Se vince la paura (pubblicati in Italia da Nua Edizioni), The Reach of Shadows, The Death of Justice, Endless Silent Scream e Slow Slicing, sono stati seguiti a dicembre 2020 dal racconto prequel Bliss Uncovered.   L’oscuro thriller psicologico Degrees of Darkness, che vede protagonista l’ex-detective Frank Rogers, è stato pubblicato in patria da Bloodhound Books. Si tratta di un romanzo a sé stante sul tema dei serial killer. Scream Blue Murder, un thriller d’azione-avventura, è uscito nel novembre 2017, e ha ricevuto le lodi di molti, compresi i colleghi scrittori Mason Cross, Matt Hilton e Anita Waller. Il seguito, Cold Winter Sun, è stato pubblicato nel novembre 2018. Nel novembre 2020 Tony ha pubblicato un nuovo thriller autonomo ambientato in California, dal titolo Fifteen Coffins.   Tony vive con sua moglie a Peterborough, nel Regno Unito, ed è ormai un autore a tempo pieno. Al momento sta revisionando un nuovo romanzo. 


Buongiorno lettori, oggi sono qui in via eccezionale perché avendo già letto, quando collaboravo con il blog, i primi due volumi della serie (trovate le recensioni qui) ho avuto l’opportunità di leggere in anteprima Se vince la paura di Tony J Forder, pubblicato da Nua Edizioni
Per questo ringrazio le admin e la casa editrice per avermi dato la possibilità di recensire il terzo volume dell’ispettore Bliss. Questa volta il nostro protagonista deve indagare sulla morte di un cadavere, ritrovato in un capannone in aperta campagna. Purtroppo la vittima è stata uccisa in modo brutale e fin dalle prime righe ci si sente coinvolti nell’indagine, perché il romanzo inizia subito con la scoperta del corpo bruciato. Bliss è affiancato sempre dalla sua collega Penny Chandler e ben presto scoprono chi è la vittima. La prima pista che perseguiranno è quella del terrorismo, ma Bliss, anche se ha parecchi dubbi al riguardo, decide di seguire il protocollo proprio perché non vuole rivelare cose che potrebbero essere sbagliate. Preferisce agire con cautela, indignando la sua collega.

  "«Be’, non avrei mai pensato di sentire proprio te, tra tutti, parlare di protocollo, in barba al fare la cosa giusta.» 
Quella risposta lo ferì. Specialmente provenendo dalla sua più cara amica. Bliss si morse il labbro inferiore per un momento o due, ricomponendosi. Si rendeva conto che la tensione nella stanza era acuita dalla consapevolezza che il terrorismo sembrava essere penetrato con tutta la sua malvagità nella loro area. Ma, nonostante ciò, c’erano momenti in cui seguire le regole era il modo più prudente di agire, e quello era uno di quei momenti.”

 Nel frattempo, l’ispettore dovrà aiutare una persona che ritorna dal passato e sarà costretto a dividersi fra il lavoro e la vita privata, rivelando il suo lato umano e dando tutto se stesso. Ed è proprio quello che amo di questo personaggio. Anche se è costruito su diversi cliché (è il classico ispettore solitario, dedito solo al lavoro a causa della morte della moglie), i suoi difetti e le sue debolezze lo rendono unico. 

“Si trovava lì per un motivo, non per chiacchierare del più e del meno, e doveva essere una cosa importante se era andata da lui dopo tutto quel tempo. Bliss chiuse piano la porta della sala interrogatori, poi si sedette accanto alla donna della cui compagnia aveva goduto per breve tempo tanti anni addietro, ma che nondimeno aveva lasciato un segno positivo e duraturo su di lui.” 

Anche in questo volume l’autore non ha deluso le mie aspettative. È stato piacevole ritrovare alcuni personaggi che affiancano sempre l’ispettore, come Penny Chandler, ma in questa indagine, pur essendo sempre una spalla perfetta, tutto ruota intorno a Bliss. Lei segue le sue intuizioni, anche se non è sempre d’accordo, ma rimane un po’ più in ombra, lasciando più spazio agli altri nuovi protagonisti e soprattutto a lui. Le luci sono tutte puntate sull’ispettore. È Bliss che ne esce protagonista indiscusso di questo romanzo. Il testo è scritto bene e, come nelle altre storie, l’intreccio costruito dall’autore crea tensione. I protagonisti che compaiono in questa indagine aprono sempre nuove piste, da seguire con interesse. Il ritorno di un personaggio che era apparso nel primo volume della serie (che vi consiglio di leggere, così capirete meglio il loro rapporto), non appare per caso, perché spinge l’ispettore a compiere un’indagine personale che svela diverse sorprese. La paura è il filo conduttore che lega tutti, e tutti agiscono spinti proprio da questo sentimento. La paura ti può mettere in guardia, ma può anche farti commettere degli errori che ti possono portare a mentire, come succede a Bliss, a farti compiere azioni che mettono in pericolo la tua vita e quella degli altri, come capita alla vittima, o a spingerti a non essere razionale e a tradire la fiducia che gli altri hanno riposto in te, come accade a una collega di Bliss. Ma sarà proprio la paura a far spingere il piede sull’acceleratore a Bliss, e fra colpi di scena e confidenze fra amici, l’autore ci condurrà alla soluzione del caso rivelando un’altra sorpresa sul finale che non ci si aspetta. Consiglio questo romanzo a chi ha già letto le altre storie, ma anche a chi ama il genere perché non ci sono legami con i casi precedenti. 

Buona lettura!

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni