RECENSIONE - "Pisces: Black dynasty series" di Marilena Barbagallo

Titolo: Pisces
Autore: Marilena Barbagallo
Editore: self pubblishing
Genere: Romanzo contemporaneo
Prezzo e-book: € 2,99 - KU
Prezzo cartaceo: € 13,91
Data pubblicazione: 8 giugno 2021
Pagine: 589
Serie: Black Dynasty Series
#1 Taurus          #2 Venus
#3 Aries             #4 Libra
#5 Scorpio        #6 Cancer
#7 Pisces
Puoi scappare dalle tue emozioni, anche se prima o poi ci farai i conti. Puoi fuggire dalle persone, nonostante queste tentino di inseguirti. Puoi allontanare ciò che ti fa più paura, anche se potrà cercarti nella notte. Ma non potrai mai staccarti di dosso il nome che porti. Sono Zöe Pisces Leclerc, settima nella linea dei Dodici. Questo, che io lo voglia o no, non posso cambiarlo. Nella mia famiglia ognuno ha un ruolo. Il mio, adesso, è quello del sacrificio. Sono andata contro il volere dei miei fratelli, diventando ufficialmente un procuratore sportivo, ma non mi aspettavo che Taurus mi punisse costringendomi a fare da baby-sitter all'ultimo acquisto del Leclerc. Seguire il calciatore durante le fasi che precedono la firma ufficiale del contratto sarà un supplizio. Quando si tratta di lui, il mio mondo si capovolge e torno a essere la ragazzina che si accendeva grazie alla sua luce. Stavolta non possiamo giocare ad armi pari, perché qualsiasi cosa, con Eryk Novak, è pericolosa e sbagliata. Soprattutto adesso. Io sono fidanzata e lui è fuoco vivo. Non posso permettergli di fare goal. Lascerò che nel mio petto rimbombi il TU-TUM che esplode negli stadi, ogni volta che lui segna per me. Lascerò che il tempo ci separi. Lo lascerò andare, pur sapendo che il nostro legame non potrà mai spezzarsi.

Lo chiamano Achille e infiamma gli stadi. Sa bene che potrebbe incontrarla di nuovo, ma non si aspetta che sarà lei, ancora una volta, a mettere a rischio il suo cuore. Quel cuore che ha sempre corso più veloce delle sue gambe. Non gli importa se adesso è la donna di Ray Cox, il suo compagno di squadra. Per Eryk, Zöe è sempre stata sua.

Buongiorno a tutti,
torno da voi con una lettura privata: Pisces, di Marinella Barbagallo, settimo volume della serie Black Dynasty.  La recensione di Scorpio è disponibile QUI. La recensione per Cancer è disponibile QUI.
È arrivato il momento di conoscere Zöe Pisces Leclerc, forse uno dei componenti che fino a ora è rimasta più in ombra. 

«Le persone partono ogni giorno, le più importanti, però, sono quelle che tornano».

Zöe è brillante, sensibile, di una bellezza che lascia a bocca aperta e ha voglia di affermarsi nel mondo al di fuori del nome che porta e senza l'aiuto di nessuno. Diventare un procuratore sportivo è la sua ambizione, ma non ha fatto i conti con l'onnipotente che tutto riesce a sapere. Infatti Taurus per punizione o per manovrare la sorte, la mette a stretto contatto con Eryk Novak, il nuovo calciatore del club Leclerc.

Un brivido mi scivola dentro, facendomi arrivare Eryk fino all’anima. La sua semplicità, il suo essere
brutalmente onesto, mi hanno sempre disarmata.

Eryk è irriverente, sfrontato, affascinante come un vichingo. Un campione che sa da sempre di poter arrivare a reclamare il posto d'onore tra i campioni. Ha un carattere scontroso e appare superficiale ed egocentrico, ma ciò che è oggi è il risultato della sua infanzia e delle difficoltà che ha affrontato per arrivare dove desiderava.

Puoi scappare dalle tue emozioni, anche se prima o poi farai i conti con ogni sentimento. Puoi scappare dalle
persone, seppur queste tentino di inseguirti innumerevoli volte. Puoi scappare da ciò che ti fa più paura, anche se il terrore potrà cercarti nella notte. Ma non potrai mai scappare dal nome che porti, da te stesso e da ciò che sei.

Tra Zöe e Eryk volano scintille, c'è un passato condiviso e tante cose irrisolte che hanno creato malintesi. I due adulti di oggi sono in grado di ritrovare la complicità di un tempo o continueranno a farsi la guerra pur di salvaguardare i loro cuori?

Considerazioni

Capitoli a pov alternati e in prima persona si alternano a capitoli del passato che portano alla luce i trascorsi dei due ragazzi. Vi dico subito che entrambi mi hanno letteralmente conquistata. Eryk con la sua sfrontatezza e Zöe con la sua voglia di semplicità.
È forte l'impatto dei sentimenti che vivono con la forza della gioventù e altrettanto forte lo sono le emozioni che li smuovono da adulti.

«Quando lasci andare qualcuno e ti ostini a non avvicinarti, te lo impedisci o c’è qualcosa che ti tiene distante, ti sentirai sempre solo, anche in mezzo alla folla. Perché non ci sarà niente in grado di riempire quel vuoto».

Intorno a loro girano le vicende famigliari, Eryk contrastato e al contempo sostenuto in un sogno che rischia di sfuggirgli. Zöe alle prese con quella famiglia complicata, a volte distruttiva, ma che riesce a restare unita grazie alla devozione e all'amore dei numerosi componenti.
L'autrice con questa serie ci ha abituati a grandi drammi, sono emersi lati oscuri inimmaginabili e le storie personali si sono intrecciate alla storia d'amore dei vari personaggi. In questo libro le atmosfere cambiano perché lo sport romance si intreccia a un più semplice romanzo rosa. 

Con lui ti spegni, per me ti accendi.

Non voglio dire che la lettura sia meno interessante, anzi, avevo voglia di qualcosa di più soft dal punto di vista della morale.
Non capisco nulla di calcio eppure la passione che i due protagonisti hanno per questo sport mi ha coinvolta.
Non mi resta che fare i complimenti a Marilena Barbagallo, consigliarvi di leggere il libro e attendere l'ottavo volume della serie.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni