RECENSIONE - "Cancer: Black dynasty series" di Marilena Barbagallo

Titolo: Cancer
Autore: Marilena Barbagallo
Editore: self pubblishing
Genere: Romanzo contemporaneo
Prezzo e-book: € 2,99 - KU
Prezzo cartaceo: € 15,60
Data pubblicazione: 8 febbraio 2021
Pagine: 499
Serie: Black Dynasty Series
#1 Taurus          #2 Venus
#3 Aries             #4 Libra
#5 Scorpio        #6 Cancer
Quarta nella linea dei Dodici e non per ordine d’importanza, precisiamolo. Metto anima e corpo in tutto quello che faccio. Forse più corpo. Niente cuore, l’organo che fa tum tum è roba da deboli. Niente gabbie, a meno che non si installino per giochi hot. Posso scriverle queste cose o rischio la censura? Dicevamo… Niente sentimenti. Solo indipendenza e divertimento. Non si è ancora capito chi sono? Credo non serva dirlo. Vi basterà sapere che, in questo preciso istante, darei fuoco alla torre dell’Ariete, facendo ardere, nelle fiamme della mia ira, mio fratello e la sua futura consorte. La ragione? Hanno osato invitare al loro imminente matrimonio un individuo a me sgradito. Non lo nominerò, non merita tante attenzioni. Obiettivo del giorno: sabotare le nozze dell’anno. So cosa state pensando. Siete certi che non ce la farò, ma io sono disposta a tutto, persino a cooperare col criminale di famiglia. Zakhar troverà il modo migliore per far fuori il mio nemico. Come ho fatto ad arrivare a questo punto?! È tutta colpa sua e del suo didietro di marmo. Non quello di Leskov, che è notevole, certo, mi riferisco a quello di Nol… No, non farò il suo nome. Vincerò io, come sempre. Parola di Chantal Cancer Leclerc. Nolan Duris ha cercato di dimenticare la donna che ha messo in discussione i suoi sentimenti. Si è dedicato alla sua professione di psicologo, mandando avanti la sua vita piatta e un matrimonio che lo soffoca da tempo. Il giorno in cui rivede colei che è stata la sua storia d’amore segreta, si rende conto di essere semplicemente spacciato e che la felicità può essere sfiorata, se solo si ha il coraggio di prenderla per mano.

Buongiorno a tutti,
torno da voi con una lettura privata: Cancer, di Marinella Barbagallo, sesto volume della serie Black Dynasty. Una serie che intreccia elementi dark e psicologici in un'ambientazione contemporanea.
La recensione per Scorpio, la trovate QUI.


Chantal Cancer Leclerc rappresenta passione, sensualità, successo, lussuria e scandalo. Non ha freni nell'esprimersi né nel concedersi e nel prendersi i propri piaceri. Soffocante, invadente, eccessiva e determinata ad avere sempre l'ultima parola. Odia dal profondo dell'anima e non sa cosa sia l'amore.
I suoi soprannomi sono Satana e Sputafuoco, giusto per darvi un'idea di quanto risulti insopportabile.

"Nessuno mi corre dietro, come sempre. Perché liberarsi di me è come tornare a respirare."

Nolan Duris è l'uomo perfetto, almeno sulla carta. L'affascinante psicologo sempre disponibile verso i pazienti, dedito al lavoro, al punto da fare di tutto per aiutarli. È questa sua dedizione che l'ha fatto avvicinare a Crystal, una sua ex-paziente legata ai Leclerc. È tramite lei che si troverà a conoscere il clan dei Leclerc e Chantal.

"Vorrei tanto andare da lei per sentirla parlare a vanvera; mi farebbe sorridere. Vorrei tanto andare da lei per guardarla allo stesso modo in cui lei mi fissa; mi farebbe rilassare. Vorrei tanto andare da lei per sentirmi importante, desiderato e rispettato; mi farebbe respirare."

Questa storia riporta in scena tutti i personaggi dei volumi precedenti e ne mostra sfaccettature che non avevamo visto. Le scene di vita quotidiana sono fuori dal comune, ma ci troviamo di fronte alla black dynasty e non ci si può aspettare altro.
Tra segreti, passioni e nuove alleanze si svolge una love story passionale, oscura e complicata in cui i desideri fisici si mescolano a necessità più eteree che coinvolgono i sentimenti.
La vera domanda che necessita di risposta è solo una: Satana ha un cuore per provare sentimenti?
Per scoprirlo dovrete leggere il libro.

"Il grande amore non appartiene a noi donne speciali.
... 
 No, quelle come noi non sperano in una vita da condividere, perché non spartiscono niente con nessuno. Noi vogliamo tutto e tutto ci teniamo."

Considerazioni

Penserete che sono stata troppo coincisa e non ho rivelato nulla, ma il mio intento era proprio questo, perché è giusto che sia la lettura a chiarirvi ogni dettaglio.
Io ho centellinato ogni pagina perché non volevo perdermi nessun dettaglio e, allo stesso tempo, avevo bisogno di metabolizzare gli avvenimenti.
Questa storia non è semplice perché racchiude molte emozioni e svela alcuni avvenimenti del passato che gettano nuova luce sui comportamenti dei protagonisti e dei co-protagonisti.
Il pov è, come sempre, in prima persona e alternato. Nel caso di Chantal il tutto diventa soffocante perché lei decuplica ogni sensazione, che provi dolore o passione le mezze misure sono inesistenti.  Questo mi ha provocato il bisogno di ricercare ossigeno per tornare a respirare. Nolan sembra più razionale ma a sua volta nasconde molto.
Mentre ho adorato Chantal fin dall'inizio, ho provato un sentimento altalenante per Nolan, che ho odiato e apprezzato in egual misura.

"Ora lo so, lo capisco, non è un posto a rendere speciale un attimo, sono le persone stesse a divenire l’istante perfetto, il secondo che andrà a scandire le pulsazioni del cuore."

Preparatevi a trovare tutti i personaggi dei volumi precedenti e a vederli in nuove vesti. Il premio per l'antipatia va a Venus, probabilmente perché ho empatizzato con Chantal che a un certo punto ci entra in conflitto.

Posso dire che questo è il romanzo che aspettavo, quello perfetto. 
Ogni elemento è ben dosato, ogni avvenimento ha il giusto grado di intensità, le emozioni si alternano in un sali scendi che concede di metabolizzare anche il colpo più duro. Le scene leggere non mancano ed è fantastico poter scaricare la tensione con una risata.
Per tutto ciò faccio i complimenti a Marilena.

Non mi resta che chiudere consigliando il libro a chi segue la serie, ma anche a chi crede nell'amore e nella rinascita. Io attendo il prossimo volume.

Buona lettura!
Monica S.






Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino