RECENSIONE - "Luna e le bugie" di Mariana Zapata

Titolo: Luna e le bugie
Autore: Mariana Zapata
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary romance
Prezzo e-book: € 5,99
Prezzo Cartaceo: 9,40
Data di pubblicazione: 01/07/2021
Pagine: 508
Serie: autoconclusivo

Luna è una ragazza felice. Ha tre sorelle che ama e di cui si prende cura, alcuni buoni amici, e una cocciuta predisposizione al buonumore. La sua vita non è sempre stata perfetta, ma le piace guardare ai successi piccoli e grandi che l’hanno portata dove si trova adesso. Una delle cose che ama di più in assoluto è il suo lavoro in un’autofficina. Adora i ragazzi, il proprietario è come un padre per lei… e poi c’è l’altro capo. Ripley. Luna ha una cotta per Rip da quando era poco più di una ragazzina. È un po’ scontroso, non è molto loquace e se ne sta per conto suo. Ma si fida di Luna e lei conosce alcuni lati nascosti del suo carattere. Segreti che hanno avuto il potere di condizionare la vita di entrambi. Il destino non ha mai permesso che si avvicinassero troppo. Ma forse per Luna è arrivato il momento di fare i conti con i segreti che custodisce. Anche se significa rischiare di perdere una delle cose che ama di più…
Ha cominciato a creare storie d’amore praticamente il giorno stesso in cui ha imparato a scrivere. Da bambina rubava i libri dalla libreria di sua zia, ancora prima di capirne il senso. È nata in Texas ma vive in Colorado con suo marito e due alani giganteschi, Dorian e Kaiser. La Newton Compton ha pubblicato L’infinito tra me e te, Non so perché ti amo, Questa nostra stupida storia d’amore e Luna e le bugie.
Buongiorno chiacchierine, ben ritrovate sul blog. Oggi vi parlo dell’ultimo libro di Mariana Zapata “Luna e le bugie” edito da Newton Compton che ci ha fornito il file ARC.
Luna è la protagonista indiscussa di questo romanzo. Ha 26 anni e un background famigliare complicato, che l’ha portata ad andar via di casa non ancora maggiorenne e a occuparsi delle sue tre sorelle minori. Ha fatto loro da mamma, dandogli quell’amore che lei non ha mai ricevuto. Lavora presso un’officina meccanica, è diventata una vera professionista nel body-paint per automobili; il proprietario, Mr. Cooper, e sua moglie sono per lei la cosa più simile alla famiglia. Anche i colleghi le sono affezionati e la rispettano.
Luna ha carattere positivo, che cerca sempre di vedere le cose positive, lasciandosi alle spalle le ferite inferte dalla vita e le cattiverie gratuite.

“Stavo bene. Ero amata. Avevo tutto ciò che avevo sempre desiderato e anche di più. Sceglievo di essere felice per il resto dei miei giorni.”

Questo è il suo mantra nei momenti difficili.
Rip è il nuovo socio di Mr. Cooper alla carrozzeria. Non è un ragazzino, ma un uomo di 39 anni dal passato misterioso e un carattere scontroso e burbero, soprattutto con Luna. Nonostante ciò, lei lo tratta con gentilezza e impara a vedere oltre i suoi modi bruschi. Prova attrazione per lui, anche se sa che è decisamente fuori dalla sua portata. È il suo capo, è molto più grande di lei, e l’ultima cosa che vuole è una relazione.

“Cavoli, avrei potuto innamorarmi di quell’uomo. Con molta facilità. Ma solo gli scemi si innamorano dei capi - specie di quelli che stanno alla larga da fidanzate e relazioni. Inutile sognare ciò che non potevo avere.”

Un favore che Rip deve a Luna fa sì che i due inizino a passare più tempo insieme, fuori dall’orario di lavoro. Tra i due si creerà man mano un rapporto sempre più confidenziale, anche a causa di eventi che minacceranno Luna e la sua tanto sudata stabilità e felicità.

“Puoi scegliere come gestire le situazioni. Puoi scegliere come affrontare certe cose. Puoi scegliere se una rosa è bellissima o se spine sono un pericolo per le tue dita.”

Non è facile però avere fiducia delle persone che ci stanno vicino, soprattutto quando in passato si è stati feriti e ci hanno raccontato tante bugie. Quando Luna scoprirà le bugie che ruotano intorno alla sua vita, non sarà facile per Rip riconquistare la sua fiducia.

Considerazioni

Luna e le bugie è un romanzo corposo. L’inizio l’ho trovato un po’ lento, più incentrato sulla vita di Luna e la sua quotidianità, con qualche accenno al passato, mentre solo nell’ultima parte si ha una vera e propria evoluzione del suo rapporto con Rip. Ho apprezzato molto il personaggio di Luna. È una ragazza buona e gentile nonostante tutto quello che le è successo, riesce a vedere sempre il lato positivo della vita, ma nello stesso tempo non è ingenua ed è tostissima con chi le ha fatto del male.
Il romanzo è interamente scritto dal suo punto vista, per cui è facile entrare in sintonia con i suoi pensieri e le sue emozioni.
Discorso diverso per il personaggio di Rip, il quale viene fuori poco a poco, e con per il quale è più difficile provare empatia, soprattutto all’inizio.
L’autrice ha uno stile semplice, fa evolvere la storia in modo graduale ma senza tempi morti, e nonostante la lunghezza il romanzo risulta scorrevole.
Consiglio questo libro ama le storie che nascono lentamente e i protagonisti hanno una grande differenza di età.
Buona lettura.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni