REVIEW PARTY - RECENSIONE "Tokio a mezzanotte" di Mia Another






Titolo: Tokyo a mezzanotte
Autore: Mia Another
Editore: Newton Compton
Data pubblicazione: 28 giugno 2021
Prezzo: 5.99 - 9.40



I sogni di Hailey stanno per realizzarsi: ha un biglietto di sola andata per Tokyo, dove l’aspetta il fratello Jamie, che vive in Giappone già da qualche anno, e un colloquio di lavoro in un’importante società. Appena arrivata, però, Hailey si accorge che lo studio del giapponese non è sufficiente e che la cultura con cui entra in contatto è lontanissima dalla sua. Inoltre Jamie è nei guai. Decisa ad aiutare il fratello, accetta il lavoro che, dal primo giorno, si rivela un incubo: il giovane CEO, Naoki Saito, è un uomo arrogante che la tratta in modo supponente e le assegna incarichi e retribuzione da stagista. Per guadagnare di più Hailey decide di cedere al proprio orgoglio e comincia a fare la hostess nell’unico posto dove i suoi tratti occidentali sono apprezzati, un club per soli uomini. Ma la sera in cui proprio il suo capo Naoki varca la soglia del locale in cerca di compagnia, è l’inizio di un’avventura sconvolgente e pericolosa, che la porterà alla scoperta di una parte di sé, nascosta e misteriosa. La magia avvolgente delle notti incantate di Tokyo darà ad Hailey il coraggio di lasciarsi andare a tutte quelle emozioni mai sperimentate prima? E, soprattutto, l’amore, quello folle e dirompente, sarà in grado di annullare la distanza culturale che si frappone tra l’affascinante e tradizionalista Naoki e la giovane, ribelle americana?

Cari lettori oggi voglio parlarvi del nuovo libro di Mia Another, "Tokyo a Mezzanotte" pubblicato con la Newton Compton Editori. 

Mia ci ritrasporta nel meraviglioso Giappone, esattamente a Tokyo. Dove un tornado di nome Hailey Young, dall'Illinois si abbatte sulla città dove regna il silenzio, le regole, la tradizione e i Santuari di meditazione. Abbattendosi, soprattutto, su Naoki Saito, un imprenditore molto noto, discendente da una delle famiglie più prestigiose e tradizionaliste del luogo.

"Hailey Young mi ha travolto come un carro armato. Ignorarla mi è stato impossibile sin da subito. E' un campo magnetico che attira tutto ciò che la circonda. Era inevitabile che ne venissi risucchiato."

 

Naoki Saito viene abbandonato dalla madre in giovane età e viene da un giorno all'altro affibbiato al suo padre naturale, costui non lo ha mai conosciuto prima, ha già una moglie e un figlio in arrivo. Già da subito capisce che li non potrà mai sentirsi a casa, dove un figlio viene definito quello ufficiale e desiderato e lui è semplicemente l'altro. Nonostante tutti i suoi sforzi e i traguardi raggiunti negli studi si sente sempre un passo indietro a suo fratello, quando il padre deve mettersi da parte dalla sua attività per motivi di salute, tocca a Naoki prendere il suo posto, in attesa che suo fratello sia abbastanza grande da poter dirigere l'impero che gli spetta. Naoki si ritrova con un destino già scritto ma non desiderato. Si ritrova un lavoro che gli è stato imposto, una fidanzata ugualmente scelta dalla famiglia e tanti soldi che non ha il tempo di spendere perché la sua vita è dedicata esclusivamente al lavoro.

"Naoki Saito ha qualcosa di speciale, che diventa visibile solo quando non è seduto dietro all'imponente scrivania del suo ufficio."

Hailey Young vive finalmente il suo sogno. Per anni ha studiato il giapponese e la sua storia e finalmente può raggiungere suo fratello che già si trova a Tokyo. Ma quando arriva non tutto è come sperava, suo fratello si trova nei guai e scopre che per molto tempo ha solo riempito telefonate di bugie e omissioni. Decide così di darsi da fare per aiutarlo, trova subito lavoro proprio nell'impresa di Naiko, ma non ha il rispetto e le mansioni che si aspettava, viene piuttosto trattata come l'ultima ruota del carro, decide così di trovarsi un secondo lavoro ed è lì che scopre il Temple Club e sempre lì incontra e inizia a scoprire di più del suo capo, che notte dopo notte, torna in quel luogo solo per lei.

Una storia nata tra due mondi diversi, dove gli opposti si attraggono ma creano anche barriere inaccessibili. Eppure l'attrazione tra i due è talmente forte che riesce a sfondare anche i muri più decisi. Entrambi vengono arricchiti l'uno dall'altra. Naoki ha quella compostezza e charme che solo un uomo cresciuto in un ambiente austero e altolocato riesce ad avere, è appassionato in ogni cosa che fa e della sua città e cultura, ascoltarlo per Hailey è come una calamita, ne resta sempre affascinata, le sue doti nel raccontare le storie e descrivere ogni cosa fanno capire quanto lui sia ammaliato dalla sua terra e abbia una cultura fuori dal comune. Mentre Hailey per Naiko rappresenta tutto ciò che vorrebbe ma non può essere. In lei vede la spensieratezza e la libertà che lui non ha mai conosciuto, perché ligio ai suoi doveri, o meglio obblighi, non potrà mai avere.





La storia procede scorrevole e fluida come la scrittura di Mia Another sa essere. Ogni volta ci prende e immerge nel mondo orientale, come lei sa fare. Facendoci conoscere cose nuove e sognare ad occhi aperti, come fossimo realmente lì ai piedi dei tipici Ryokan. Ha una conoscenza di usi, costumi e piatti tipici che poche sanno avere ed è sempre un piacere scoprire cose nuove e leggere storie del genere. I personaggi sono ben caratterizzati, sembra quasi di poterli vedere. La storia ci fa conoscere entrambi i punti di vista e questo ci permette di capire meglio ogni azione e ad addentrarci nei sentimenti dei personaggi. Se questi due mondi riusciranno mai a trovare un punto in cui coincidere dovrete scoprirlo da soli. In qualsiasi caso posso dirvi che è una storia che vale la pena di esser letta e assaporata pagina dopo pagina. Io ne vorrei sempre di più. Consigliato a tutte le amanti del mondo Orientale e a chi adora gli amori travagliati e impossibili. Complimenti per un altro bel libro ben riuscito che vi consiglio di leggere sotto l'ombrellone o al fresco davanti a un buon thè ;)

Buona lettura ;)




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni