REVIEW TOUR - RECENSIONE "La luna alla finestra" di Vanessa Vescera

Titolo: La luna alla finestra
Autore: Vanessa Vescera
Editore: More Stories
Data pubblicazione: 18 OTTOBRE 2021
Prezzo ebook:  €2,99
Prezzo cartaceo €12,99



Marzo 2020. Nell’atmosfera sospesa di una Bologna svuotata dai decreti per la salute pubblica, ad Alessandro rimane un unico sfogo: la sua arte, il disegno.
Ma la mano che si muove senza sosta ogni sera per tratteggiare rabbiosamente la città e i suoi fantasmi non basta a salvarlo da se stesso, da quei pensieri e da quei ricordi che rischiano di risucchiarlo nel vortice dei suoi sensi di colpa.
Finché una luce dalla finestra di fronte gli rivela un’altra presenza, una donna, una speranza. La possibilità di spezzare la propria solitudine.
Basterà unire due solitudini per costruire un ponte che sia in grado di superare ogni paura?
Nemmeno Selene, dall’altra parte della strada, ha la risposta. Per lei, che ha già perso molto nella vita ed è risoluta a difendere i propri affetti a ogni costo, Alessandro è dapprima un intrigante enigma, poi l’uomo che, con il suo sguardo penetrante, la spia mettendo in subbuglio pensieri ed emozioni.

In un’epoca in cui è impossibile anche solo sfiorarsi, possono due persone tanto diverse innamorarsi davvero?
A rieccomi librosi,
Oggi vi parlerò del nuovo romanzo di Vanessa Vescera "La luna alla finestra", pubblicato con la More Stories. Ringrazio la CE e Martina blogger per avermi permesso di leggerlo in anteprima.
 
Le prime pagine ci introducono in una Bologna silenziosa, triste in piena pandemia. Parlano di Alessandro e Selene che a causa del covid sono disoccupati e si trovano a fare i conti con le loro paure, con il passato, con il troppo tempo libero. Alessandro è pervaso dai rimpianti, dai ricordi del passato e la sua stanza alleggia nel buio, finché nota lei dalla finestra.

La sua finestra sa di faro nella tempesta. Una tempesta che per la prima volta sa di speranza.

I due iniziano a conoscersi e si tengono compagnia a vicenda ma piano piano si fanno largo anche dei sentimenti che non sanno come accoglierli.

«Ho solo le parole , Alessandro, a difendermi, dopo quelle non ho più nulla.» «Vuoi difenderti da me?» «Non dovrei?» «Non voglio essere qualcuno da cui devi difenderti, voglio essere quello che ti difende da qualcuno... da tutti.»

Considerazioni
È la prima volta che leggo qualcosa dell'autrice. Avevo le aspettative alte perché mi avevano parlato bene e poi conoscendola un pochino su Instagram ero curiosa di scoprire anche il lato letterario.

Le prime pagine sono un po' lente, dal sapore melanconico ma poi la luce emanata da Selene lo contagia e così anche il racconto diventa più vivace e di conseguenza, poi, scorre che è una meraviglia.
Alessandro è un tipo particolare. Può stare più antipatico quando scopri cose sul suo passato ma è quello più vero e più imperfetto tra i due. 

I dialoghi tra i due non sono scontati, sono come poesia. Questo elemento mi è piaciuto molto, ho evidenziato molte frasi romantiche, però al tempo stesso rende questi personaggi un po' d'altri tempi. Chi è che oggi parla così? Solo due anime nobili...
Altra cosa che mi è piaciuta è l'ambientazione: Bologna, peraltro luogo di residenza dell'autrice. Questo fatto aiuta a rendere la storia più concreta e vera. 
Come genere si avvicina più alla narrativa che al romance. È evidente che ci sia una love story ma l'autrice si concentra di più sulle emozioni, sensazioni dei personaggi che sul lato sessuale.
Il punto interessante è proprio questo. L'autrice è riuscita a farmi percepire le sensazioni IMMAGINARIE dei personaggi: come ad esempio, un sfiorarsi della pelle. Sottolineo immaginario perché appunto loro non possono toccarsi essendo bloccati ognuno a casa propria. Direi che pochi autori riescono in questo, quindi complimenti.
I nomi dei fiori a inizio capitolo all'inizio mi hanno un po' destabilizzata, non capivo. Ma andando avanti vedrete anche voi che hanno un loro perché.

L'autrice ci ha regalato una fiaba moderna, dove il contesto è attuale ma i personaggi sono romantici come nei tempi passati. 

Consiglio la lettura a chi cerca una fiaba moderna.

Alla prossima,
XoXo
Jenny K.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi