RECENSIONE "L'amore sta bene su tutto" di Maia

Titolo: L’amore sta bene su tutto
Autore: Maia
Editore: Newton Compton editori
Genere: Chick-lit
Prezzo e-book: € 5,99
Prezzo Cartaceo: € 9,99
Data di pubblicazione: 13/09/2022
Pagine: 378
Serie: autoconclusivo

Esiste l’abbinamento perfetto? È solo una questione di stile.
A trent’anni e dopo una serie di delusioni, Aria ha detto basta: al primo posto nella sua lista di buoni propositi per l’anno nuovo c’è l’intenzione di stare alla larga dai guai (noti anche come casi umani di sesso maschile). Certo, non sarà facile per un’inguaribile romantica come lei, che crede ciecamente nell’oroscopo, nel colpo di fulmine e, soprattutto, nel lieto fine. Ma l’importante ora è concentrarsi sul suo sogno nel cassetto: diventare una fashion designer. Se vuole riuscirci, Aria dovrà trovare un modo per mantenersi a Milano, la capitale indiscussa della moda, mentre dedica ogni momento libero a creare la sua collezione ideale. Ma proprio mentre è alla disperata ricerca di un lavoro che le permetta di pagare l’affitto, si imbatte in quello che a prima vista sembrerebbe il perfetto principe azzurro. Massimiliano è un professore universitario dallo sguardo profondo e ammaliante… peccato che abbia davvero un pessimo carattere!
Il detto recita che gli opposti si attraggono, ma per Aria e Massimiliano sembra impossibile smettere di punzecchiarsi a vicenda. Possibile che le cose tra di loro prendano una piega assolutamente imprevista?
La commedia più romantica dell’anno
«Leggerezza, freschezza e benessere: sono le parole chiave di questa lettura!»
«Una bella favola che ci ricorda che le cose belle accadono anche a chi non si aspetta nulla di speciale dalla vita.»
«Divertente e romantico, sono rimasta incollata al libro dall’inizio alla fine.»
«È una sensazione impagabile quando inizi una lettura in cerca di relax e ti ritrovi tra le mani un piccolo capolavoro.»
Maia
È nata nel 1988 in provincia di Alessandria. Laureata all’università di Genova nel 2011, insegna nella scuola primaria. Appassionata di scrittura e cinema, con L’amore sta bene su tutto, inizialmente autopubblicato, ha ottenuto uno straordinario successo.

Bentornati cari lettori e lettrici, oggi vi voglio parlare dell’ultimo romanzo di Maia, che ho avuto il piacere di leggere in anteprima, intitolato “L’amore sta bene su tutto”. Il file ARC ci è stato gentilmente fornito dall’autrice.

Aria ha trent’anni, è una ragazza con un lavoro precario e nel quale non si sente valorizzata, ma che le serve per pagare l’affitto a fine mese; qualche chilo di troppo anche a causa della sua passione per la Nutella e i dolci in generale, un talento naturale per le gaffe, e una grande passione per la moda. Convinta di non essere in grado di potercela fare, spesso non tenta nemmeno, nonostante la sua amica Federica la sproni ad avere più fiducia in sé stessa.

“Non è vero che non credo nelle mie capacità” spiego paziente “Io sono convinta di non avere
capacità, che è ben diverso.”

Quando, nuovamente disoccupata, disperata si ritrova ad accettare il lavoro presso Massimiliano Manfredi, professore universitario bellissimo ma preciso e meticoloso. Tra gaffe esilaranti e continui battibecchi, i due iniziano ad approfondire la loro conoscenza, fino a diventare quasi amici.

“E invece sì che c’è: il pericolo di innamorarmi perdutamente di un uomo con troppi nomi e un ego
da ridimensionare.”

Sono opposti su tutto: sia come carattere, che come background famigliare. Riusciranno a imparare ad amarsi?

Considerazioni

Il romanzo è un po’ lungo per il genere ma mai noioso. Il personaggio di Aria è ben strutturato, sebbene sia un po’ un cliché, ed è facile provare empatia per lei, anche se alcune situazioni le ho trovate un po’ al limite del surreale. Il personaggio di Massimiliano, invece, ha un po’ meno spazio nella storia, ma ha comunque una bella evoluzione. I momenti comici si alternano a momenti più romantici, rendendo la storia frizzante e romantica.
Il romanzo è raccontato in prima persona, interamente dal punto di vista di Aria, e personalmente mi sarebbe piaciuto leggere qualche capitolo dal punto di vista di Massimiliano.
La scrittura è semplice e scorrevole, anche se ho trovato che in alcuni momenti si dilunghi eccessivamente.
Nel complesso un romanzo leggero e divertente, che consiglio a chi vuole passare qualche ora in modo spensierato.
In bocca al lupo a Maia e buona lettura.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Crash bang wallop" di Laura Rocca