RECENSIONE "The Unhoneymooners" di Christina Lauren

Titolo: 
The Unhoneymooners

Autore: Christina Lauren

Editore: Leggereditore

Genere: Contemporary Romance / Commedia Romantica

Formato: Ebook / Cartaceo

Prezzo: 6.99/12.25


Per due acerrimi nemici, tutto può succedere durante il viaggio della vita alle Hawaii... Olive è sempre stata sfortunata: nella sua carriera, in amore, in... be', in tutto. D'altra parte, Amy, sua sorella gemella, è probabilmente la persona più fortunata al mondo. L'incontro fortuito con il suo fidanzato sembra uscito da una commedia romantica (ugh) ed è addirittura riuscita a finanziare il loro matrimonio vincendo una serie di sfide online (doppio ugh). Ma la cosa peggiore è che sta forzando Olive a trascorrere quella “giornata indimenticabile” con il suo peggior nemico, Ethan, che, guarda caso, è il testimone. Olive deve quindi cercare di superare le prossime ventiquattro ore di inferno prima di poter tornare alla sua confortante e sfortunata vita. Ma quando tutti gli invitati – eccetto Olive e Ethan – hanno un'intossicazione alimentare, c'è in palio una luna di miele già pagata alle Hawaii. Mettendo da parte il loro odio reciproco per il bene di una vacanza gratuita, Olive e Ethan partono per quel paradiso, determinati a evitare l'un l'altro a tutti i costi. Ma quando Olive incontra il suo futuro capo, la piccola bugia che dice diventa molto più grande: sono lì in luna di miele e devono far finta di essere dei novelli sposi...


"The Honeymooners" è la nuova uscita di Christina Lauren per la Leggereditore, un classico della Lauren, dove l'ironia, le battute al vetriolo e quel pizzico di romanticismo sdolcinato non mancano mai e ci lasciano con un sorriso sulle labbra fino alla fine del libro.

Amy e Olive sono sorelle gemelle, mentre Amy è quella fortunata che vince a qualsiasi gioco e lotteria, tanto da assicurarsi viaggi, e persino tutto il suo matrimonio dalla A alla Z, compreso di abiti, cerimonia, buffet e viaggio di nozze, Olive è l'esatto contrario. Se Amy è aggraziata, impeccabile e fortunata, Olive è, invece, quella sgraziata, goffa, imbranata e perennemente sfortunata, tanto da farsi condizionare in ogni cosa che fa e temere per coloro che le stanno vicino.

Ma è il giorno delle nozze di Amy con il suo fidanzato Dane e tutto deve andare per il meglio. Solo 24 ore, in cui deve resistere, cercare di portare a termine la lunga lista di compiti da fare stilata dalla sorella e sopportare Ethan, il suo acerrimo nemico, nonché fratello dello sposo.

Non è chiaro il motivo per cui Ethan e Olive non si sopportino, tutto è nato il giorno in cui si sono conosciuti, all'inizio si piacevano poi all'improvvisto qualcosa è cambiato nello sguardo di lui facendo sentire Olive rifiutata e dal giorno è diventato uno scontro tra i due. 

Hanno solo una cosa che li accomuna in quel giorno, Ethan ha la fissa per il buffet e non mangerebbe mai ciò che viene servito lì, mentre Olive ha una allergia ai crostacei e questo li salverà da un disastroso pranzo che rovinerà tutto il matrimonio. 

Ma il giorno dopo, il viaggio di nozze di Amy e Dane li attende, essendo già pagato e non rimborsabile, questo porta Amy a convincere sua sorella gemella a partecipare al suo posto fingendosi lei e a portare  Ethan al posto del fratello Dane. 

Riusciranno Ethan e Olive a non uccidersi durante il viaggio? E se al contrario stando insieme scopriranno di avere più cose in comune di quanto pensassero e che in fondo "l'altro" non è così male? Il piano sarebbe cercare di evitarsi il più possibile e  trascorrere una vacanza dei sogni alle Hawaii in totale relax. Peccato che le cose si complicheranno quando incontreranno proprio nello stesso Hotel il suo nuovo capo e l'ex fidanzata di Ethan e per non rischiare di essere scoperti e dover risarcire l'hotel per truffa saranno costretti a fingersi realmente sposati e a passare tutto il loro tempo insieme.

"Usciamo dall'hotel con le note della musica soft in sottofondo. Il ristorante è proprio sulla spiaggia; è comodo perché quando tutto mi sfuggirà di mano farò in fretta ad affogarmi nell'oceano."

Considerazioni:

Una commedia romantica che può sembrare il più classico dei cliché. I due protagonisti che si odiano, costretti a passare il loro tempo insieme fino a cambiare opinione l'uno dell'altra. Eppure, gli episodi  divertenti, le battute esilaranti e pungenti e il colpo di scena dietro l'angolo, rendono il tutto meno scontato del previsto. Regalandoci una lettura piacevole e interessante. Da leggere tutto d'un fiato, magari in ricordo delle vacanze appena passate e con un cocktail in mano. Un libro che vi farà trascorrere delle piacevoli ore di distrazione. I protagonisti sono ben caratterizzati, i personaggi che ruotano intorno a loro, come la famiglia Torres, fanno sì ché riusciamo ad affezionarci a questa pazza e numerosa famiglia, dove tutti sanno le cose e non riescono a trattenersi dall'impicciarsi ma anche dal correre in soccorso nel momento del bisogno. Un sorriso sarà presente su di voi per la maggior parte del tempo. 

Ps. Diversi refusi di stampa, specie nei caporali che spesso si aprono e non si chiudono e viceversa, che andrebbero sistemati.

Buona lettura.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE - "Le complicanze del cuore: Michael" di Barbara Riboni