RECENSIONE - "In ginocchio" di Ellis James

Titolo: In ginocchio
Autore: Ellis James
Editore: Hope edizioni
Traduttrici: Maria Rosaria Buonpane, Monica Lombardi
Genere: MM Erotic Romance
Data di uscita: 15/12/2022
Cover: Angelice Graphics
Serie: On My Knees 
Sky

Pensate di conoscermi. È quello che voglio.
Farvi sentire come se fossi un amico di cui vi potete fidare. È forse la parte più importante del mio lavoro. Non guasta che io sia anche attraente e ricco. Aiuta la mia nobile causa.
Pensate di conoscermi, ma non è così.
Tutti hanno dei segreti. Il mio è nascosto meglio di altri, perché potrebbe costarmi tutto.
Per questo non ho mai lasciato avvicinare nessuno.
Fino a stanotte.
Vedete quell’uomo, quel ragazzo sulla prua del mio yacht, che ho appena salvato dall’oceano?
Ecco, lui è quello che mi costerà tutto.

Rayne

Per anni ho mantenuto il suo segreto.
L’ho seguito come un patetico stalker, come il resto dei suoi sedici milioni di follower. Sempre pronto a rispondere a ogni sua chiamata.
Poi ho cercato di dimenticarlo.
Ma lui non mi ha lasciato andare.
Sostiene di non volermi, ma sappiamo entrambi che non resisterà.
Quando la nostra storia sarà finita – perché è certo che finirà – lui si sarà preso tutto.

In ginocchio è la storia di un amore impossibile, ma pronto ad affrontare qualsiasi sfida.

Buongiorno a tutti,
oggi vi parlo di In ginocchio, di Ellis James, pseudonimo utilizzato da Elle James per i romanzi MM, edito da Hope edizioni, che ringrazio per la copia ARC.

Questa è una di quelle tematiche che mi piace leggere, ma è ad alto rischio perché cadere nel volgare e nel blasfemo è molto facile. Ho ponderato molto se richiedere o meno il file. Come sarà andata la lettura?

Questo libro contiene i primi due capitoli della serie e trovo che la casa editrice abbia fatto una scelta valida a pubblicarli in un unico volume.
Il primo è un romanzo breve in cui i personaggi si incontrano per puro caso e si scoprono folgorati l'un l'altro. Il tempo che hanno a disposizione è davvero limitato e la decisione di viversi completamente è molto sofferta. 

"Aspetto che i suoi occhi color dell’oceano ritornino su di me, ma non lo fanno. Non è minimamente interessato a me. E, per la prima volta nella mia vita, la cosa non mi piace."

Sky rifugge ogni coinvolgimento e si cela nelle profondità dell'oceano che stanno solcando. 

Rayne è libero, rappresenta la luce e decide consapevolmente di godersi il tempo a loro disposizione perché il futuro è un'incognita e il presente va afferrato.
Dovendo definire questa prima parte direi che è conturbante, toglie il fiato e al contempo delizia.

"La sua bocca è dura. I baci fanno male. Brividi mi corrono sulla pelle, e non riesco a evitare un basso gemito. «È tutta la sera che volevo farlo.» Mi bacia sotto la mascella, ma stavolta è più un morso."

Il secondo libro riprende nel preciso istante in qui finisce il primo: dal loro primo incontro a oggi sono passati 5 anni, è ora di scoprire chi sono Sky e Rayne, qual è il loro passato e chi sono nella vita quotidiana.

Sky rappresenta il potere, deve apparire sempre al meglio, essere guida spirituale e di rettitudine. Non può deragliare dalla via già segnata che è la sua vita. Una sua crepa potrebbe annullare anni di lavoro e gettare nella confusione migliaia di persone. Per tutto questo è disposto ad annientarsi ed è una cosa che è disposto a fare. La sua non è dedizione, ma una cosa intrinseca del suo essere, la bontà e la disponibilità sono parte di lui che non si tira mai indietro a costo di consumarsi.

"Sento il filo del nostro legame dondolare tra noi. Potrei tornare a voltarmi verso di lui, inventarmi un nome. Non posso dire la verità, ma potrei dirgli qualcosa. Abbastanza per poter parlare per un po’. Sono passati anni da quando ho avuto qualcuno nel mio letto. Ne ho bisogno come dell’aria che respiro. Eppure… non riesco a muovermi."

Rayne si è affermato nel mondo dell'arte, ha vissuto gli ultimi anni a pieno, ma sempre con il ricordo di quei giorni passati sullo yacht. Quest'uomo così libero e disinibito ha in realtà moltissime crepe che segnano la sua anima. La fragilità che lo accompagna lo rende estremamente sensibile verso i bisogni degli altri, ma questo non è un bene quando si arriva a negare i propri.

"Che tipo di vita l’ha reso così, portandolo a negarsi quello di cui ha bisogno? O forse ho capito male. Forse per lui non è così. Forse sono più io ad averne bisogno."
I due uomini sono dinamite e fuoco, insieme fanno scintille ma separati rischiano di implodere.
Tra incontri hot e rivelazioni intime tra i due uomini si sviluppa un sentimento puro che cresce in modo esponenziale. 
L'autrice li ha resi completi e si è concentrata su loro due e sulla loro storia. La parte ecclesiastica è presente come una spada di Damocle che pende sulla testa  di entrambi, presenza costante e motivo di problemi perché suggestiona le scelte e i loro incontri, ma in un certo senso resta marginale.

«... un dio renderebbe la gente “sbagliata” o “cattiva”? E se lo facesse, allora ne varrebbe la pena? Varrebbe la pena sacrificargli tutta la tua vita?»

Le tematiche trattate sono molte e molto differenti, ognuna viene affrontata in modo rispettoso, con un giusto grado di approfondimento e senza appesantire la storia. Al lettore viene lasciato il libero arbitrio per analizzare le cose da un punto di vista personale e morale. Anche se dubito si possa rimanere indifferenti di fronte ad alcune vicende.

Siamo di fronte a un romanzo erotico, le scene hot sono sempre molto pulite e non scendono nel volgare, le ho trovate un po' ripetitive perché sembra di essere in una catena di montaggio dove si contano il numero di climax. D'altra parte sono concentrate e volendo è possibile saltarle a piè pari senza togliere nulla alla storia. Però immaginando due persone che sono attratte e con poco tempo per stare insieme, penso che sia credibile il desiderio di consumarsi a vicenda e viversi la parte sessuale completamente e senza freni. 

"Quello che intende è che mi vuole alla sua mercé ogni giorno. Perché vuole farmi sentire come si sente lui, e lui si sente impotente. Come se non avesse alcuna scelta. Si sente proprio come me."

La narrazione, in prima persona  a POV alterni, crea empatia e dona una dimensione più diretta delle vicende di cui si legge. La lettura è stata carica di emozioni, molto scorrevole e intensa anche grazie alla traduzione che ha reso al meglio la storia.

Avrei  potuto approfondire di più le tematiche, ma non mi va di rovinarvi la scoperta che per me è metà del piacere della lettura.
È un libro che mi è piaciuto e mi ha soddisfatta quindi lo consiglio a tutti gli amanti del genere mm. L'unico suggerimento che voglio darvi è di prendervi il vostro tempo e non fare come me che l'ho letto in 24 ore.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Shitsuki" di Mary Durante, Zel Carboni, Manuela Soriani e Gabriele Zibordi