Recensione "Messa di Mezzanotte" di Sierra Simone

Titolo: Messa di mezzanotte

Autore: Sierra Simone

Editore: Hope Edizioni

Genere: Contemporary romance, Erotic romance, Forbidden

Formato: kindle

Prezzo: 3.99

Data pubblicazione: 30 Novembre 2022

Pagine: 161

Serie: Priest #1.5

Link 


Ci viene detto che Dio punirà i malvagi e che i peccatori raccoglieranno ciò che hanno seminato. Ci viene detto di flagellare le nostre anime con la preghiera e la sofferenza, per tornare a essere di nuovo puliti.
Ebbene, eccomi qui: malvagio e peccatore.
E con una voglia disperata di tornare a essere pulito, anche se… è così bello essere sporchi.
Nemmeno io, però, mi sarei mai aspettato ciò che è venuto dopo.
Non avrei mai immaginato che la mia punizione arrivasse così presto.


Buon pomeriggio lettori, sono qui oggi per parlarvi del ritorno della nostra scandalosa Sierra Simone e il suo Padre Bell. Di loro non se ne ha mai abbastanza, ed eccoci qui a divorare velocemente anche questa piccola novella uscita proprio nel periodo natalizio, come il periodo in cui è ambientata la nostra storia.

Padre Bell, ormai ha lasciato la toga e ora è per tutti Tyler, un accademico alle prese con l'ultimo anno e la sua tesi in teologia e il volontariato che continua a farlo sentire ancora importante per il prossimo, il suo matrimonio con Poppy dura da 3 anni e proprio ora che dopo tanti sacrifici sono al coronamento dei loro obiettivi: Tyler con la sua tesi e Poppy con la sua scuola di danza, entrambi iniziano a sentire l'allontanamento tra di loro per i troppi impegni. 

L'attrazione fisica per entrambi è sempre alle stelle. Ogni avvicinamento tra loro e incontro è un'esplosione in tutti i sensi. Eppure questo sembra non bastare più. Non tutto può risolversi a letto, non tutti i problemi spariscono al mattino. Tyler è sempre più preso dalla fine della tesi e questo lo porta a lasciare sempre più spesso Poppy sola. Nonostante lei sembri essere sempre comprensiva e accondiscente si arriva a un punto che non si può sempre fare finta di niente. Quando Tyler dimentica di essere presente anche il giorno più importante per Poppy, qualcosa si incrina e il problema non è più di un giorno ma diventa la somma di 3 anni di assenza, per una ragione o per un'altra. Le cose si complicheranno ancora di più quando un evento doloroso li porterà ad avere ancora di più bisogno l'uno dell'altra e per Tyler diventerà una vera impresa riuscire a riconquistare la fiducia del suo agnellino. 

I sensi di colpa e i rimorsi sono per Tyler sempre dietro l'angolo. Quella vocina che mette in dubbio se è valsa la pena abbandonare la chiesa si fa sentire sempre più spesso, eppure basta guardare la sua amata per riallineare tutto al suo posto.

"Osservarla mi rendeva felice. Non c'era un modo più semplice di quello per descriverlo. Per me, era così bella che mi bastava guardarla e la vita tornava ad avere un senso."


Una novella che ci riporta nel mondo di Padre Bell, tra quella sottile linea che separa il sacro dal profano. Due personaggi che abbiamo tanto amato e di cui non ci stancheremo mai. Molto più introspettivo del primo libro che rende ancora più forte il legame tra i due. Consigliato solo a chi ama il genere e riesce a non scandalizzarsi dietro a un romanzo.

Buona lettura.














Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Shitsuki" di Mary Durante, Zel Carboni, Manuela Soriani e Gabriele Zibordi