RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Wrecked Onyx" di Elizabeth Rose

Titolo: Wrecked Onyx
Autore: Elizabeth Rose
Serie: Stones & Flowers vol 1
Editore: self publishing
Genere: contemporary romance / age gap
Autoconclusivo: sì
Prezzo ebook: € 0.99 preorder / 2.99 prezzo finale
Prezzo cartaceo: da definire
Data pubblicazione: 16.01.2023
Pagine: 283

ORDER

La prima volta che il detective David Stone incontra Erin Grador, capisce due cose: che deve proteggerla e che non potrà mai esserci nulla fra loro. Lui è un poliziotto, lei la sorella di un delinquente, lui è un uomo, lei una ragazzina, lui ha chiuso con le relazioni, lei deve spiccare ancora il volo. Le certezze di David, però, si incrinano ogni giorno di più davanti alla forza e alla tenacia di una giovane donna che combatte una vita avara di felicità. Erin Grador non riesce a credere che sia proprio quello l’uomo che riesce a farle battere di nuovo il cuore: il detective Stone dà la caccia a suo fratello da mesi e l’unica cosa saggia da fare è stargli alla larga. Ma quando il terrore più grande si ripresenta e suo fratello scompare, Erin si rende conto che David è il solo porto sicuro in cui rifugiarsi. Fra ritrosia e attrazione, silenzi e baci inattesi, David ed Erin sono tentati dall’amore e dal futuro ma separati dalla crudeltà del presente e dalla voragine del passato.

Ciao Lettori,

Oggi ho il piacere di parlarvi del romanzo di Elisabeth Rose “Wrecked Onyx”, ringrazio l’autrice per avermi permesso di leggere questo libro in anteprima. Si tratta di un romanzo ricco di emozioni, colpi di scena, risate e lacrime, gioie e dolori.

Da una parte abbiamo David Stone, un noto poliziotto sempre alla ricerca di famigerati criminali, come Leonard Grador, noto spacciatore nelle strade di New York. Quando senza prove a suo carico quest'ultimo riesce a essere rilasciato, ecco che David conosce sua sorella Erin.

“Erin Grador non era più solo un nome sul fascicolo di Lenny G., era diventata una persona, una donna troppo giovane per me, ma che aveva risvegliato un interesse rimasto sotto chiave per anni.”

Erin Grador vorrebbe una vita tranquilla dopo tutto quello che la vita le ha già riservato nonostante la sua giovane età. Ovviamente questo non sembra possibile essendo la sorella di un delinquente. David sin da subito non riesce a comprendere questo strano senso di protezione che nutre nei confronti di Erin, di certo dovrebbe stare alla larga e non avere nulla a che fare con quella famiglia. E sicuramente Erin tutto si sarebbe aspettata tranne che trovare proprio nel detective che cerca di arrestare suo fratello il suo porto sicuro. Quando, infatti, il passato bussa alla sua porta sarà proprio da David che cercherà protezione, anche perché del fratello Leonard si sono perse le tracce.

“Ero stufo di giustificazioni da quattro soldi. Le scelte erano la chiave per il proprio futuro.”

David ha chiuso con le relazioni e sicuramente non dovrebbe provare attrazione per una ragazzina sorella di un criminale. Erin dal canto suo nome vuole credere che colui che riesce a rifarle provare certe sensazioni è proprio colui che tenta in tutto i modi di catturare suo fratello.

“Era come se la conoscessi da sempre, l’avevo vista per la prima volta un giorno e mezzo prima … ed ero già a questo punto: perché quello ero io. O tutto o niente. Ero io: viscerale e “troppo”, stavolta davvero “troppo”. Ma avrei saputo controllarmi. Ero un uomo, lei una ragazzina.”

Cosa succederà tra i due? Cederanno all'attrazione che nutrono uno nei confronti dell’altro? David riuscirà a catturare il fratello di Erin?

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo libro e augurarvi buona lettura.

CONSIDERAZIONI

Quando mi hanno proposto di leggere questa serie di libri ero sia elettrizzata che spaventata, sì trattava di sei autrici differenti, con modalità di scrittura diversa e questo mi agitava un po’ . Per non potevo non accettare. E devo dire che non me ne sono pentita. Questo libro mi è piaciuto molto, David e Erin mi hanno conquistato sin dalle prime pagine e leggere la loro storia mi ha fatta emozionare. Sono cresciuti, hanno messo da parte pregiudizi e titubanze e hanno lasciato parlare il cuore, anche se a volte potrebbe non bastare. Abbiamo conosciuto anche la famiglia Stone, di cui non vedo l’ora di leggere le altre storie, scommetto che ce ne saranno delle belle. Il Pov è in prima persona alternando i pensieri dei due protagonisti, così da avere una visione più chiara della storia.

Non vedo l’ora di leggere le altre storie, per il momento faccio il mio in bocca al lupo a Elizabeth e a tutte le autrici per questa nuova avventura. Alla prossima!


Buona lettura,

Costanza.




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Shitsuki" di Mary Durante, Zel Carboni, Manuela Soriani e Gabriele Zibordi