RECENSIONE - I vampiri di Marchwood - Taken di Shalini Boland

Titolo: I vampiri di Marchwood - Taken
Autore: Shalini Boland
Editore: Newton Compton
Genere: Paranormal romance
Prezzo e-book: € 5,99
Prezzo Cartaceo: 12,26
Data di pubblicazione: 20/02/2024
Pagine: 421
Serie: I vampiri di Marchwood



Innamorarsi non è mai stato così letale.

Madison Greene sarebbe una ragazza come tutte le altre se solo non si fosse innamorata di un vampiro. Alexandre è bellissimo, alto, con occhi magnetici e un irresistibile accento francese. Nell’immensa tenuta di Marchwood House che domina la campagna inglese, Madison si sente protetta accanto a lui e non è mai stata più felice, ma qualcosa di terribile incombe su di loro e in un attimo l’idillio viene interrotto. Un antico demone in cerca di vendetta rapisce Madison per colpire Alexandre, nemico di sempre. Il suo regno, nascosto tra le immense caverne di una città sepolta sotto il deserto, è un luogo pericoloso da cui è impossibile fuggire e con insidie celate dietro ogni angolo. Con la vita appesa a un filo, riuscirà Madison a trovare l’uscita del labirinto e a rivedere il suo amato Alexandre?
Passione, enigmi e vendette: una storia mozzafiato, impossibile da dimenticare.
Lei è disposta a tutto per amore. Lui è un vampiro irresistibile.
«Lo amava così tanto che non sapeva cosa avrebbe fatto se non l’avesse più rivisto.»


Buongiorno cari lettori, oggi torno a parlarvi della nuova serie fantasy edita da Newton Compton, “I vampiri di Marchwod” di Shalini Boland. È infatti uscito il nuovo capitolo della saga “Taken”, e ringrazio la casa editrice per avermi dato l’opportunità di leggerlo in anteprima.
In questo nuovo capitolo, ritroviamo Madison e Alex, innamorati e felici, nonostante le loro diversità. Madison è felice della sua nuova vita, non solo ha l’amore di Alex, ma sente di aver finalmente una famiglia, seppur anticonvenzionale.
Oltre a suo fratello Ben, sente come suoi fratelli anche Freddie, Jacques, Isobel e Leonora. Esther e Morris, i custodi di Marchwood House sono per loro la cosa più simile a dei genitori.
Anche Alexandre è felice della sua nuova vita, ma si sente irrequieto e teme che sia una calma apparente. Non si sbaglia, infatti, in un pomeriggio divertente in cui sono andati tutti a pattinare, Madison viene rapita.
Consapevole che a rapirla sono stati i vampiri antichi e molto potenti della Cappadocia che si sono risvegliati, Alex e gli altri partiranno per la Turchia nel tentativo di salvare Madison e capire cosa vogliono esattamente da loro. 

“Che diamine gli serviva essere immortale se non riusciva a proteggere la persona che amava? Come avrebbe fatto a sopportarlo se lei fosse sparita per sempre?”

Nel frattempo Madison, si ritroverà sola, in luogo spaventoso e senza sapere cosa le accadrà. All’inizio è impaurita e disorientata da quella situazione, ma poi non si perde d’animo e cerca di trovare una via di fuga per scappare e ritrovare Alex.

“Pian piano il senso di vertigine passò e Maddy tornò a distendersi sul fianco, rannicchiata su se stessa. Si era già trovata in situazioni difficili in passato, ma era sempre riuscita a uscirne. Ce l’avrebbe fatta anche questa volta.” 

Parallelamente, l’autrice ci porterà nella Cappadocia del 575 d.c., dove conosceremo Aelia, una giovane e coraggiosa ragazza che avrà un ruolo importante all’epoca della venuta dei demoni del sangue.

Considerazioni
In questo secondo capitolo, l’autrice ha dato una prevalenza alla parte avventurosa della storia. L’amore è quello che fa muovere i nostri protagonisti, ma per quasi tutto il tempo saranno separati e i momenti insieme saranno pochi. Il romanzo alterna capitoli al presente e capitoli al passato. La parte al presente l’ho trovata un po’ lenta e poco movimentata considerata la situazione. I capitoli che sono ambientati nella Turchia del 575 d.c. invece li ho trovati molto avvincenti e interessanti. Oltre al personaggio di Madison che continua a piacermi molto, ho trovato molto interessante il personaggio di Aelia che spero di ritrovare nel capitolo finale di questa saga. Il personaggio di Alexander invece l’ho trovato poco cresciuto, e spero possa avere una maggior evoluzione.
Il romanzo è raccontato sempre in terza persona al passato, e lo stile dell’autrice rimane accattivante e semplice, rendendo il romanzo scorrevole nonostante la lunghezza. Non ci resta che aspettare di leggere l’ultimo capitolo di questa appassionante saga per trovare una soluzione a tutti i misteri.
Consiglio questo libro a chi ha letto il primo libro di questa serie ed è curioso di conoscere da dove è cominciata questa storia, a chi ama libri avventurosi pieni di misteri e azione e ovviamente a chi ama le storie sui vampiri.

Buona lettura.
Alessia


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

REVIEW TOUR - RECENSIONE "Jaded" di Robin C.

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro