RECENSIONE "Recondita armonia" di Barbara Muto

Titolo: Recondita armonia

Autore: Barbara Muto 

Editore: Land Editore

Genere: Romance, dark

Prezzo ebook: 0.89 € + KU



Un amore oscuro. Una pericolosa ossessione. Un ricatto crudele.
Quando la diciottenne Magda mette per la prima volta piede fuori dal collegio dove è cresciuta, non sa nulla della vita e tantomeno dell’amore.
E soprattutto non è pronta all’incontro con Francesco Ferretti, boss pericoloso e oscuro che della vita conosce solo le più profonde brutture. Un incontro avvenuto quasi per caso, ma che intrappolerà Magda in una spirale di passione e paura, finché la sua ritrosia non rischierà di rivelare la faccia più crudele di Francesco, la cui ossessione per la ragazza cresce giorno dopo giorno.
Imprigionata in una vita che la opprime ogni istante di più, Magda dovrà scegliere se seguire il suo cuore o liberarsi dalle spire di un desiderio sempre più pericoloso.

Questo libro affronta temi che possono urtare la sensibilità dei lettori. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.
Ciao Lettori,
Oggi ho piacere di parlarvi del nuovo romanzo di Barbara MutoRecondita armonia” edito Land Editore, i quali ringrazio per la copia. Si tratta di un dark romance pertanto ne consiglio la lettura a chi è un amante del genere perché potrebbe urtare la sensibilità altrui. Ma veniamo a noi e scopriamo questa storia.

Magda, appena diciottenne, varca i confini del collegio in cui è cresciuta, e si trova catapultata in un mondo del tutto nuovo, privo di familiarità e ricco di incognite. Ignara delle sfide e dei pericoli che la vita può riservare, si imbatte per la prima volta in Francesco Ferretti, un uomo dal passato oscuro e dal presente avvolto nell'ombra del crimine organizzato.

Francesco, un boss temuto e rispettato nei bassifondi della città, incrocia il cammino di Magda quasi per caso, ma quello che sembrava un semplice incontro casuale si trasforma presto in un'intensa e pericolosa ossessione. Magda, completamente inesperta e vulnerabile, si ritrova intrappolata in una rete di passioni proibite e di minacce subdole, mentre la presenza di Francesco si fa sempre più pressante e inquietante.

Cosa poteva fare adesso? La voglia di andarsene subito e rimettere i suoi panni, strappandosi di dosso quei vestiti profumati, era fortissima, quasi una necessità, ma non poteva fare a meno di pensare ai Scanderbeg e al primo rifiuto di quel giorno. Che cosa mai poteva fare?

Costretta a confrontarsi con un sentimento che non riesce a comprendere appieno e con un uomo i cui confini tra amore e possessività sono labili e distorti, Magda si trova a dover fare una scelta difficile: seguire il suo cuore, rischiando di cadere sempre più nell'abisso della sua pericolosa attrazione, oppure cercare di liberarsi dalle catene di un desiderio che minaccia di soffocarla.

Ormai contava solo Magda, il desiderio di lei lo stava mandando fuori di testa. Doveva essere sua, solo sua. Francesco sentiva che dopo di lei non sarebbe più stato lo stesso.

Immersa in una lotta interna tra la voglia di libertà e il timore di ciò che potrebbe accadere se dovesse resistere alle avance di Francesco, Magda si trova a dover affrontare una serie di prove che metteranno a dura prova la sua forza e la sua determinazione. In un mondo in cui il confine tra il bene e il male è sottile e sfumato, Magda dovrà trovare il coraggio di fare la scelta giusta per se stessa, anche se ciò significherà affrontare le conseguenze più oscure e spietate.

Le diede un bacio sulla spalla nuda, che Magda avvertì come una promessa. E come una minaccia.

Cosa sceglierà Magda? Come andrà a finire con Francesco?

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di scoprirlo e leggere questo romanzo!

CONSIDERAZIONI
Ho letto questo libro con piacere anche perché la trama mi intrigava, mi aspettavo qualcosina di più, però, nel complesso mi è piaciuto. All’inizio ho fatto un po’ di difficoltà a leggerlo, l’ho sentito lento ma poi una volta entrato nel vivo della storia l’ho divorato. Apparentemente si tratta della classica storia tra la ragazzina ingenua e il Boss mafioso, ma in realtà va oltre tutto questo. Ho amato la determinazione di Magda e il suo coraggio nel cercare di farsi strada nel mondo. Magda non è solo l’archetipo della ragazza indifesa, ma appare anche come un’anima pura e luminosa, capace di attrarre l’attenzione di Francesco, un uomo dalle tenebre profonde, lontano dall’essere un angelo.
Il libro è scritto in terza persona, anche se personalmente avrei preferito leggerlo con Pov alternato in prima persona in modo da avere un quadro più completo delle emozioni e sensazioni dei due protagonisti.
Faccio i miei personali complimenti all’autrice e alla casa editrice e un grande in bocca al lupo. 
Alla prossima!








Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

REVIEW TOUR - RECENSIONE "Jaded" di Robin C.

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro