RECENSIONE "Iron flame" di Rebecca Yarros

Titolo: Iron flame
Autore: Rebecca Yarros 
Editore: Sperling & kupfer
Prezzo ebook: 11,90 €
Prezzo cartaceo: 18,90 €
Genere: enemy to lovers, fantasy, 
Serie: Fourth wings #2


Tutti si aspettavano che Violet Sorrengail morisse durante il suo primo anno all’accademia militare di Basgiath, compresa lei stessa. Ma la Trebbiatura è stata solo la prima, difficilissima prova per eliminare i candidati più insicuri, indegni e sfortunati. Ora inizia l’addestramento vero e proprio, e Violet già si chiede come farà a superarlo. Perché non sarà soltanto terribilmente estenuante, brutale e progettato per testare la capacità dei cavalieri di resistere al dolore oltre ogni limite. Il vero pericolo è il nuovo vicecomandante, che ha deciso di dimostrare a ogni costo quanto la ragazza sia inadatta al posto che si è guadagnata a fatica, a meno che non tradisca l’uomo che ama. Forse il corpo di Violet è più debole di quello degli altri, ma di certo non le mancano né l’ingegno, né una volontà di ferro. E soprattutto, il vicecomandante non tiene conto della lezione più importante di Basgiath: i cavalieri di draghi si fanno le regole da soli. Ma la determinazione a sopravvivere non sarà sufficiente quest’anno. Perché Violet conosce il vero segreto nascosto da secoli all’accademia militare di Basgiath e niente, nemmeno il fuoco dei draghi, potrebbe essere sufficiente a salvarli.

Buongiorno Librosi, 
Oggi ho il piacere di parlarvi di una delle uscite piu attese del nuovo anno, Iron Flame, sequel di Fourth Wing di Rebecca Yarros. 
Del prequel non c'è una recensione sul blog ma potete trovare il post su instragram dove ne avevo parlato: https://www.instagram.com/p/C0-DklUsQXa/?utm_source=ig_web_copy_link

***Attenzione spoiler *** (per chi non ha letto Fourth Wings)

Il finale di Fouth Wings ci ha spiazzati con quelle rivelazioni e soprattutto l'ultimo capitolo dal pov di Xaden, dove mostra l'impotenza e la rabbia per come sono andate le cose con Violet. Per quanto mi è dispiaciuto per lui, vederlo così sottotono mi ha disincantato dall'immagine di lui arrogante e sicuro di sé. 

Riprendendo Iron flame, qui Violet deve ambientarsi alla nuova situazione e ci sono troppe cose in ballo, mettendo, così, in secondo piano il rapporto con Xaden.
Piano piano, lui prova a riconquistarla ma a lei sembra che non basti. 
La metà del libro è quella parte che mi è piaciuta di piu con l'angst al punto giusto. 
Ho apprezzato molto i personaggi secondari, gli amici, ma quelli che mi hanno sorpreso di più sono Dian e Lilith. 

..."Hai intenzione di lottare contro di me"?
"Ho intenzione di lottare per te. C'è un'enorme differenza"

Poi il finale che dire... "First reaction: Shock". Non so se ho capito bene e ho letto pure due volte...
Da un lato hai una certezza minima su come sono andate le cose ma poi ti chiedi: e se avessi interpretato male?

"Meno di un minuto" sussura Xaden, mentre Sgaeyl gli si avvicina. 
"Ecco quanto ci hai messo a disinnamorarti di me"

Cosa sarà successo? Cosa ha rivelato di cosi grave Xaden?

Insomma un gran casino con un finale del genere. Il problema è che l'autrice sembra non aver iniziato nemmeno a scriverlo... Come faremo? Quanto dovremmo aspettare?

Che dire, questo romanzo mi è piaciuto proprio tanto, mi ha fatto piacere e divertire come una matta.
Lo consiglio a chi cerca una lettura scorrevole e agli ex appassionati di Harry Potter.

Alla prossima,
Jenny 







Commenti

Post popolari in questo blog

REVIEW TOUR - RECENSIONE "Jaded" di Robin C.

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi