RECENSIONE: "Ovunque sarai" di Laura Gay

Titolo : Ovunque sarai

Autrice: Laura Gay

Genere: Romance Storico

Data Pubblicazione: 12 dicembre 2020

Prezzo Ebook: € 2,99

Protagonisti: Elisa, Cristiano, Cesare

Link Acquisto: https://amzn.to/3m5hBog




Elisa, dopo la sua avventura nella Roma dei Borgia, ha fatto ritorno nella sua epoca e deve affrontare l'esame di maturità. Non riesce però a dimenticare Cristiano, rimasta al di là del varco nel tempo. Il pensiero di lui la tormenta. Intanto, Cesare medita vendetta. Riuscirà la nostra eroina a ritrovare il suo amore perduto? E il Valentino su chi sfogherà la sua ira? Un'altra entusiasmante avventura tra presente e passato, che non deluderà chi già si è lasciato incantare da "Prigioniera".




Ciao Librosi,

oggi vi parlerò del nuovo romanzo di Laura Gay "Ovunque sarai". Si tratta del sequel di Prigioniera del tempo che avevo già letto, sempre per il blog, e che mi era piaciuto molto.

Facciamo un riassuntino per rifrescare la memoria? Trattava della storia di Elisa che a causa di un varco temporale veniva catapultata nella Roma ai tempi dei Borgia. Molte cose accadranno in quel frangente e lei farà conoscenza in particolare con il Valentino, Cesare Borgia, e un umile servo Cristiano, oltre che di molti altri personaggi. Nel corso del suo viaggio si innamorerà di Cristiano.

Ma alcune circostanze la vedono costretta a tornare nel suo tempo. Ora però vediamo come prosegue questa storia…

Elisa è tornata nella Roma del 2009 e sta cercando di riprendere in mano la sua vita, ma non sarà semplice. Non può dimenticare il suo "viaggio", le persone che ha conosciuto e soprattutto il suo amato Cristiano.

"Avrebbe voluto tendere la mano e toccarlo, ma sapeva di non poterlo fare. Per quanto assurdo

potesse essere, Cristiano, l'amore della sua vita, non apparteneva al suo mondo".

I suoi studi hanno subìto un brusco calo, in quanto la sua mente viaggia tra passato e presente. Ma è giunta l'ora di affrontare il tanto temuto esame di maturità. Dovrà anche fare i conti con il suo ex Matteo che torna alla carica per cercare di riconquistarla. La cosa più difficile è quella di non poter raccontare a nessuno quello che le è successo, se non vuole che qualcuno la consideri una pazza.

Nel 1499 Cristiano cerca in tutti i modi di dimenticare la sua amata Elisa. Vorrebbe raggiungerla se solo potesse... dall'altra parte abbiamo Cesare Borgia che cerca ancora di ottenere la sua vendetta contro coloro che lo hanno tradito.

"Un unico pensiero persistente gli dava la forza di andare avanti: da qualche parte, in un tempo futuro, c'era la donna che amava. L'unica che avesse mai contato qualcosa nella sua miserabile vita".

Come finirà l'amore tra Elisa e Cristiano? E Cesare riuscirà a consumare la sua vendetta?

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo e augurarvi Buona Lettura!

CONSIDERAZIONI

Quando mi hanno svelato l'uscita di questo libro ero entusiasta. Avevo amato moltissimo "Prigioniera nel tempo", mi aveva fatto conoscere cose nuove sui Borgia e la storia di Elisa mi aveva stregato. Per quanto riguarda questo libro non mi ha entusiasmato come il primo, anche se nel complesso la storia mi è piaciuta. Avrei voluto sapere qualcosa in più su Cesare. Inoltre i continui ripensamenti di Elisa mi hanno fatta parecchio irritare. Sì! No! E ancora, e ancora. Insomma, stancante dopo un po'.

La storia è scritta in terza persona, alternando lo spazio temporale tra passato e presente. La scrittura dell'autrice è molto fluida e scorrevole. Riesce a catturarti e coinvolgerti al punto tale che ti ritrovi alla fine del libro senza rendertene conto.

Una storia coinvolgente che vi porterà nella Roma dei Borgia, a scoprire i loro segreti. E per tutti quelli che come me erano delle capre in storia a scuola, a studiare un po'. Grazie Laura per avermi fatto conoscere di più della storia dei Borgia :)

Alla prossima! 




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni