RECENSIONE - "Brick" di Emma Altieri

Titolo: Brick
Autore: Emma Altieri
Genere: Romance contemporaneo
Editore: Self
Data pubblicazione 1° Marzo 2022
Prezzo ebook: € 2,00
Prezzo cartaceo € 12,00
ORDER

Maddalena La Rosa è un ingegnere strutturista. Mentre sta eseguendo il rilievo all’albergo di proprietà della zia, ritrova Claybourne Manetti. Figlio adottivo di amici di famiglia, ha passato con lei tutte le estati della sua adolescenza, prendendola sempre in giro. Maddalena ha sempre avuto un amore smodato per il “Tetris” e proprio per questo Clay l’ha soprannominata “Brick”. Quando si ritrovano faccia a faccia, fra i due si instaura un rapporto particolare. Clay cerca di starle accanto per conoscerla meglio mentre lei è combattuta fra l’attrazione per l’uomo affascinante che è diventato e il ricordo del ragazzino che tanto l’ha tormentata. Eppure, Maddalena avverte che c’è qualcosa che Clay non dice. Lui sembra non riconoscerla. A complicare la situazione, arriveranno poi Sabina, cugina di Maddalena, ragazza spigliata e affascinante che, fin da subito, pare subire il fascino dell’ultimo arrivato, e Luca, un geometra del catasto, gentile e galante, che, pur di stare accanto a Maddalena, si offre di aiutarla con i lavori all’albergo. I mattoncini di questa intricata storia non sempre risulteranno incastrarsi perfettamente, ma Maddalena è “Brick”. Chi meglio di lei potrebbe sistemare il tutto?

Buongiorno a tutti, si dice che i lettori non rinuncino mai ai libri e oggi ve lo confermo visto che ho letto questa storia attendendo una visita.

Un romanzo breve questo di Emma, ma completo sotto diversi punti di vista. Personaggi caratterizzati bene sia fisicamente che psicologicamente. Maddalena è sbrigativa, odia i contrattempi, nel lavoro è meticolosa e non ha paura di sporcarsi le mani. Nella vita di tutti i giorni è pratica, non guarda troppo alle formalità ed è fin troppo critica verso se stessa. Quest'ultima caratteristica non le permette di vedersi per come è realmente. 

Clay è affascinante anche per via della sua aurea di mistero. C'è qualcosa che non rivela e si sa che non c'è nulla di meglio per attirare la curiosità.

Luca è avvenente e pronto a darsi da fare pur superando i confini della gentilezza. Come dipendente statale è utopico, magari trovarne così. 

In fine Sabina, che prima ancora di riflettere passa già all'azione. Molto diversa dalla cugina eppure molto similare.

Tra i quattro nascono equivoci, attrazione e sotterfugi dando luogo a un susseguirsi di vicende ironiche e incomprensioni. Sullo sfondo di tutto segreto di Clay, che potrebbe sconvolgere gli equilibri.

Luca? Quel Luca? Il bellimbusto dell’ingegnere che l’aveva aiutata? Quello che le aveva scritto quel messaggio del cazzo, provandoci spudoratamente? Ma quello non sembrava un ingegnere, piuttosto un turista australiano in visita in Italia. Quando mi aveva parlato di lui aveva omesso la descrizione fisica e io mi ero augurato che fosse calvo, sovrappeso e sulla cinquantina.

Considerazioni

Pov alternati, con descrizioni chiare delle scene, dialoghi con botta risposta e riflessioni. Un mix perfetto per mettere il lettore a proprio agio e aiutarlo a cogliere l'ironia delle battute e la serietà di ciò che si viene a scoprire.

Emma ha dato vita a un piccolo gioiello giocando su elementi contemporanei e mettendoci di suo nelle battute. Ho notato anche la conoscenza nelle competenze lavorative di cui ha scritto quindi suppongo abbia fatto delle ricerche, cosa che aggiunge veridicità alla storia.

Una lettura piacevole e ricca di battute ma anche di momenti più seri, ne consiglio la lettura a chi cerca una storia fresca e con il giusto tocco di suspense.

Buona lettura!
Monica S. 


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey