Recensione "Roderick - Bastardo vero" di Anna Chillon



Titolo: Roderick - Bastardo vero

Autore: Anna Chillon

Genere: Dark Romance, Erotic suspense

Prezzo: 2.99

Link


«Quanto pensi di valere, Allison? Così poco da sacrificarti per quello che c’è nella cassaforte?»

Lei, confinata in una villa piena di segreti.
Lui, un delinquente con un unico scopo.
Una rapina: la svolta della loro vita.

*****
Allison
Irruppe in casa, sprezzante, con i suoi occhi neri come la notte che mi fissavano dai buchi del cappuccio.
Lo spavento iniziale fu nulla, in confronto a ciò che accadde poi. Rubò e spezzò molto più di quello che aveva in programma: segreti, vite, fragili equilibri.
Tentai di combatterlo, ma lui fu capace di leggermi dentro e rubarmi perfino la ragione... fino a diventare la mia ossessione.

Roderick
Avevo un piano.
Io e Denny entrammo in quella casa come i cagnacci senza remore che eravamo, facendo di lei e dei suoi amici i nostri ostaggi. Capii subito che era diversa da ogni altra, eppure questo non la risparmiò: nulla avrebbe potuto fermarmi. Ero addestrato per raggiungere i miei obiettivi.
Finché il mio obiettivo diventò lei.
Ma per averla, dovevo prima riavere la mia vita.
Solo allora, tutti noi, avremmo potuto riprendere a respirare.

Salve lettori, sono lieta di parlarvi del nuovo libro di Anna Chillon, "Roderick - Bastardo vero".
Anche stavolta Anna Chillon ci conduce all'interno di un romanzo dalle tinte dark e tutte le sue più variegate sfumature. 

Allison è una ragazza che all'apparenza ha tutto. Una buona famiglia, una bellissima villa con piscina e tanti soldi, frutto dell'impresa di tessuti di famiglia del suo patrigno, colui che si occupa di lei dalla morte di sua madre, che la lasciò orfana quando era solo una bambina. Ma Allison nasconde un segreto. Un segreto che si può coprire solo dietro strati di vestiti che non sparisce mai del tutto, perché la corrode da dentro. Abituata a ubbidire a ogni ordine del patrigno, si appresta a vivere uno dei tanti fine settimana a casa da sola, mentre il suo patrigno trascorrerà fuori il week end con la sua ultima nuova fiamma e il suo fratellastro sarà a sballarsi e a divertirsi in qualche festa. Tutto molto semplice, tutto nella norma. Deve solo chiudersi in casa e trascorrere due giorni in completa solitudine e tutto andrà bene, se non fosse che le regole vengono infrante, già poche ore dopo l'uscita del suo patrigno, con l'arrivo di Katy e il suo ragazzo, disposti a passare con lei il fine settimana, nella sua villa di lusso. Tutto potrebbe andare per il meglio se non fosse che questo cambio di programma la fanno ritardare di qualche minuto nell'inserimento dell'allarme e questo comporta l'introduzione in casa di due loschi individui, incappucciati e pronti a svaligiare la cassaforte nel breve tempo possibile. Eppure i piani non vanno come si pensava, diversi contrattempi cambiano le carte in tavole e i tre diventano degli ostaggi, in balìa di due giovani ragazzi che nonostante la giovane età sanno bene ciò che fanno. 

Roderick, in questo caso "Glock" ha studiato questo piano per anni, nulla potrebbe andare storto, il lavoro sembra essere semplice: farsi dare il codice della cassaforte, uscire da quella casa e non voltarsi mai più indietro. Ma alcuni contrattempi lo trattengono lì dentro più del dovuto e quella ragazza lo incuriosisce al punto da voler scoprire di più. Quei suoi occhi da gatta e quel suo essere così remissivo, senza nessuna reazione lo insospettiscono, facendogli capire che sono più simili di quanto si possa pensare. 

"Solo che lei era così... così carina, come una di quelle cosette delicate e raffinate che non vanno bene con i tipacci come  me. Proprio per questo non riuscivo a darci un taglio."


Quell'incontro rimarrà impresso per entrambi e nonostante anni dopo quell'episodio, nessuno dei due riesce a dimenticare l'altro. Roderick sempre alla ricerca di quella ragazza da proteggere e Allison alle prese con i fantasmi che quel fatto le hanno lasciato dentro.

"Mi incantai nei suoi occhi neri, abbandonandomi alla loro profondità. Mi ci lasciai cadere e cadere...
Pur nella sua crudeltà, uno sguardo onesto e nudo come quello, in vita mia non lo avrei più potuto avere."

Una storia che può catapultarci dritti nella sindrome di Stoccolma, ma anche una storia di rivincita, di amicizia, di seconde possibilità e di amori sbagliati.
Una storia per chi ama il dark, che sa calamitarci dalle prime pagine. Una scrittura veloce e scorrevole che permette di divorarlo in poco tempo. La bravura nella descrizione dei fatti e nei personaggi, ben definiti e caratterizzati, che li rendono tutti molto interessanti. Il doppio pov che ci permette di conoscere bene i fatti e i sentimenti di entrambi. 
Una di quelle storie dove le parti si capovolgono trasformando i cattivi in eroi... oppure no ;) Con quel tocco erotico e di suspense che rende il tutto ancora più coinvolgente. Un libro che mi è piaciuto tanto, scritto in modo impeccabile e che riesce a rendere sempre vivo l'interesse del lettore. Ideale per chi ama il genere o ha voglia di qualche romanzo "diverso". Complimenti all'autrice.

Buona lettura. 





Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE - "Le complicanze del cuore: Michael" di Barbara Riboni