RECENSIONE "Powerless" di Lauren Roberts

Titolo: Powerless. Potere e Inganno
Autore: Lauren Roberts
Editore: Newton Compton Editore
Prezzo ebook: 4,99 €
Genere: Fantasy










Preda e cacciatore. Uniti dal destino.
Combattenti straordinari, eccezionali e forti, solo gli Eletti sono degni del reame di Ilya. Da decenni possiedono poteri inimmaginabili, che hanno acquisito dopo essere sopravvissuti alla Peste. Gli altri, gli Ordinari, sono solo un incomodo. Quando questi ultimi vengono messi al bando da un decreto reale che dichiara l’assenza di abilità prodigiose un crimine, Paedyn Gray si trasforma in una fuorilegge e in una ladra per necessità. Sopravvivere nei bassifondi da Ordinaria non è per nulla semplice, ma Paedyn sa il fatto suo: sin da bambina, è sempre stata una grande osservatrice, grazie agli insegnamenti del padre. Perciò si finge un’Eletta per sopravvivere e tenersi fuori dai guai. Più facile a dirsi che a farsi. Un giorno, per caso, Paedyn salva uno dei principi di Ilya ed è costretta a partecipare al Torneo di Epurazione: una competizione brutale nella quale gli Eletti sfoggiano le loro capacità, proprio ciò che manca a Paedyn. Qualora riuscisse a uscirne viva, come potrà celare la verità al principe di cui si è innamorata?
Un bestseller internazionale
Lui ha passato la vita intera a darle la caccia.
Lei ha passato la vita intera a ingannarlo.
Un segreto può mettere a repentaglio tutto.
Anche il cuore.

Ciao Librosi, 
Oggi vi parlo dell'ultimo libro che sta facendo impazzire il booktok, Powerless di Lauren Roberts.
Grazie Newton Compton per la copia arc in anteprima.  Vittima anche io del booktok sono andata a spulciare, e ho notato che in America è stato molto amato senza far mancare qualche critica però. La ciliegina sulla torta è stato un audio che mi ha ispirato per fare un #videoreaction #realLife. E' ancora tutto nella testa, ma spero a breve di poterla pubblicare. 
E così mi sono incuriosita e ho iniziato a leggerlo e l'ho finito in due giorni. 

Parliamo dei nomi. L'autrice si è divertita direi. 
Kitt e Kai, uno fa pensare a hellokitty e l'altro a un guerriero asiatico. 
Il nome di lei particolare, Paedyn, un pò difficile da ricordarsi come si scrive ma unico. 
All'inizio non sapevo cosa aspettarmi, la vita di Pae nei bassifondi con la sua amica mi confondeva. Poi i due fratelli che si allenano insieme, ma quando si incontrano, allora si che si mettono in moto tutti i meccanismi che lo portano a partecipare a un gioco/reality dove bisogna superare delle prove per sopravvivere. 

Per loro, tutto questo è un gioco. Ma se voglio restare viva devo recitare la mia parte. Devo ingannarli. Essere una pedina nel loro gioco è il prezzo da pagare per sopravvivere. 


Considerazioni
E' da un po' che non leggevo un romanzo così, non tanto per l'originalità, perché diciamocelo non lo è ma per il fatto che è moolto slow burn, che ti fa agognare per un bacio che avviene a fine libro quasi e poi bam, colpo di scena con tanto di angst. Bello Bello. L'ho finito ieri sera a mezzanotte e sono andata subito a cercare se ci fosse il sequel "Reckless" in lingua originale online e invece no. Bisogna attendere il 2 luglio. Dai, manca poco più di un mese, ce la posso fare. Nel frattempo sempre in lingua c'è lo spin off di Pae e la sua amica. 
Che dire, è la storia di come una "senza poteri" in un mondo dove quelli come lei vengono fatti fuori, partecipa in un gioco letale e in qualche modo sopravvive. L'attesa, i dialoghi e l'angst sono le parti che preferisco di questo romanzo.

"Ti salverò la vita ancora e ancora, nella speranza che tu mi permetta di farne parte."

Scherzavo, la parte che preferisco è l'intensità di Kai. Questo principe che ha subito e compiuto tante crudeltà per poter ricoprire il ruolo attuale, quello di un esecutore, ma dall'altra parte è solo un ragazzo che si permette di provare sentimenti.

Ricordami di farti sorridere di nuovo così, quando non starai morendo e io avrò tutto il tempo del mondo per inciderlo nella memoria.

"Non mi importa un accidenti se dimentichi il mio titolo, purché ti ricordi chi sono per te." 

Ah e se vi state chiedendo se c'è un triangolo, la risposta è sni

Che dire, anche se pecca di originalità e forse un pochetto nella trama... un 4.5 per me se lo merita.

Consiglio la lettura agli amanti di Hunger Games. 



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola