Recensione "Torn" (Trilogia Dark Legacy Vol. 2) di Natasha Knight

Titolo: Torn

Autore: Natasha Knight

Editore: Quixote Transalations

Genere: Dark Mafia Romance

Prezzo: 6.99 / 14.99

Data di pubblicazione: 29 Aprile 2024

Serie: Dark Legacy Vol.2

Link


Prenderla è un mio diritto.

Spezzarla è un mio dovere.

Avrei scelto Helena in ogni caso. L’ho capito dal primo istante in cui l’ho vista.

È diversa dalle altre. C’è un’oscurità che la riguarda. Qualcosa di selvaggio dentro di lei che chiama la bestia che è dentro di me.

Ma non è come me la aspettavo. Con ogni parola e ogni tocco, mi provoca, si infila profondamente sotto la mia pelle, sfidando le regole, stravolgendo il passato.

E nel frattempo, vedo mio fratello osservarla. La vuole e, come da contratto, lei diventerà sua tra un anno.

Ma non ho nessuna intenzione di rinunciare a lei.

Buongiorno lettori, Oggi vi parlerò di Torn, il secondo capitolo della Dark Legacy di Natasha Knight, trovate la recensione del primo libro qui. Ringrazio la Quixote translations per la copia.

Avevamo lasciato "Taken" il primo volume con un cliffangher  che ci ha lasciato letteralmente con il fiato sospeso. 
Le bugie e i segreti della famiglia Willow si mescolano di continuo con quelli della famiglia Scafoni e la trama si infittisce.

Il piano di Lucinda va momentaneamente in fumo e Sebastian riesce a ritrovare e a salvare la sua ragazza Willow, al suo fianco ci sarà Gregory, suo fratello minore.
Gregory è un personaggio molto ambiguo, sembra fedele e leale al fratello ma allo stesso tempo è circondato da un'aura di mistero, che porta Helena a non fidarsi completamente. Mentre, quando si dimostra troppo fiduciosa tutto il resto intorno a lei, pare urlarle di scappare!

Questo secondo romanzo è decisamente Hot, la temperatura si alza notevolmente, la Knight non ci fa mancare nulla, arrivando persino a un ménage  a trois, perciò lo sconsiglio a chi non vede di buon occhio queste cose...

Il passato continua a intrecciarsi con il presente, portando il lettore a sperare in un finale diverso e posso dirvi che fortunatamente questo non mi ha delusa. Sebastian è un uomo con la mania del controllo, ma ciò che prova per Helena va oltre ogni patto e ogni obbligo, tanto ad arrivare a fare un accordo segreto con il fratello per poter modificare le regole di questo arcaico e storico trattato tra famiglie. Ciò gli porterà una  sofferenza di cui non ci accorgeremo subito e che cercherà di non mostrare...

La Knight ha una penna veloce e scorrevole, non si perde in fronzoli o giri di parole per allungare il brodo, va dritta al dunque, schietta e diretta. Acchiappa il lettore dalle prime righe senza lasciarlo più andare, rendendo i suoi racconti ricchi di colpi di scena, suspense e mai scontati. 

Attendo con ansia il terzo volume della serie sul caro e misterioso Gregory.

Buona lettura.







Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola