RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Di tenebra e d'amore" di Silvia Zucca

Titolo: Di tenebra e d'amore
Autore: Silvia Zucca
Editore: More stories
Genere: Storico
Prezzo ebook: € 2,99
Data pubblicazione: 30 ottobre 2020
Pagine:
Serie: autoconclusivo

Non è facile adattarsi alle usanze di un paese straniero, ma lo è ancor meno quando si è dovuto rinunciare a una promettente carriera artistica.
Odyle Chagny è stata costretta a lasciare la Francia e ad accontentarsi di fare l’istitutrice delle due figlie di Lord e Lady Moran. Dalla sua posizione ai margini del bel mondo, la giovane si rende contro ben presto che in quell’ambiente dove tutto sembra perfetto, in realtà molti nascondono oscuri segreti. Che dire per esempio di Lord Tristan Brisbane, l’attraente gentiluomo la cui timida insicurezza mal si accorda con le voci inquietanti che circolano sul suo conto? O dell’avvenente Lady Moran, che pur circondata dal lusso conduce un’esistenza triste e solitaria?

Generosa e perspicace, Odyle si ritrova così in una scomoda posizione, scoprendo a proprie spese che nell’Inghilterra puritana di fine Ottocento può bastare un sussurro per distruggere una vita.
Silvia Zucca è laureata in letteratura inglese con una tesi sul teatro shakespeariano e il cinema. È anche traduttrice letteraria (sue le traduzioni di “Cinquanta sfumature di nero” di E.L. James e dei primi due capitoli della trilogia “Crossfire” di Sylvia Day).
Il suo romanzo Guida astrologica per cuori infranti (2015) è stato annunciato da laRepubblica come il romanzo più atteso dell’anno e ha riscosso grande successo in Italia e all’estero.
Il cielo dopo di noi (2018) è stato finalista al Premio Letteraria di Fano e al Premio Eno-letterario Vermentino di Olbia. Di tenebra e d’amore è in realtà il suo primissimo romanzo, che viene riproposto da More Stories in una nuova versione totalmente revisionata.
Buongiorno a tutti, ho avuto il piacere di leggere in anteprima "Di tenebra e d'amore", di Silvia Zucca, pubblicato dalla More stories che mi ha fornito il file ARC.
Leggo volentieri gli storici, ma sono molto puntigliosa sui dettagli e sulle ambientazioni ecco perché le mie letture sono sempre un'incognita.

Odyle si dimostra subito una donna fuori dal comune, bella esteriormente e ancor di più interiormente. Attenta ai dettagli e a leggere le persone al punto che riesce a coglierne le più piccole sfumature di malessere e al contempo ad avere la loro fiducia. 

"Odyle scrutò gli occhi della padrona, incredula. Sotto quell’aria intorpidita e assente si celava una donna che, se anche non si era ribellata apertamente, a modo suo, ci aveva provato. Era come scoprire delle braci sotto la cenere di un vecchio focolare."

A portarla a Londra è un pericolo che la minaccia nonostante la distanza. In Francia ha lasciato i suoi affetti, la sua passione e i sogni. Nel nuovo paese l'aspetta l'ignoto. La sua forza la sostiene anche nei momenti più difficili mentre la sua bontà d'animo la porta a sostenere le persone che le hanno dato una nuova famiglia.

"Ogni mattina, quando ricopriva il suo corpo dell’abito scuro da istitutrice, era come se anche il suo spirito venisse intrappolato tra i tessuti inamidati."

Nella sua nuova veste d'istitutrice si trova a vedere un mondo che basa tutto sulle apparenze e non perdona il più piccolo errore. Lo sa bene Lord Tristan Brisbane, che vive sulla sua pelle la cattiveria delle dicerie, con solo il titolo ad aiutarlo a mantenere un minimo di protezione almeno apparente.
Un uomo fuori dal comune, che abbraccia l'innovazione, curioso di scoprire il funzionamento di ogni più piccola scoperta, anticonvenzionale e temuto, una mente in pieno fermento e curiosa.
Tra i due l'interesse scoppia istantaneo, ma il passato di entrambi incombe come un'ombra che diventa ancora più oscura per via delle cose taciute e per i malintesi.

"Aveva gettato il suo amico in un abisso e non si era curato di lasciarvelo a marcire. Era un bugiardo, ed era pericoloso per lei continuare a starlo a sentire."

Considerazione

Mi sono gettata nella lettura a capofitto ed è stato un viaggio veramente interessante e coinvolgente. Ogni elemento è studiato attentamente, le ricostruzioni ambientali, gli usi e costumi dimostrano il lavoro che l'autrice ha fatto nell'essere più fedele possibile al periodo storico. La narrazione è in terza persona al passato, insieme al linguaggio, consono ai tempi, aiutano a immergersi nell'atmosfera giusta.
Ho apprezzato immensamente il richiamo alle innovazioni del tempo che vengono spiegate in un modo così appassionato che mi sono trovata a mia volta a esserne affascinata. Le note a piè pagina approfondiscono le spiegazioni, apprezzo sempre queste attenzioni.
Il passato oscuro di entrambi i personaggi crea il desiderio si svelarne i dettagli e questo mi ha stimolata a leggere con ancor più intensità.

"Avrebbe voluto dargli altre spiegazioni, avrebbe voluto dirgli che si sbagliava, ma allora avrebbe dovuto anche ammettere quelle insinuazioni, e probabilmente a quel punto lui non le avrebbe creduto."

I protagonisti sono ben caratterizzati, entrambi mostrano una facciata distaccata e forte, ma nel loro intimo hanno una fragilità che li rende umani, noi la scopriamo attraverso la loro coscienza. A fare da contorno ci sono dei personaggi secondari molto interessanti, la loro storia si svolge in contemporanea con quella principale e si intreccia in un modo davvero ammirevole.
Tanti gli elementi presenti nel romanzo, mi sono trova a vivere le emozioni in contemporanea ai personaggi che non si risparmiano nulla.

"Si era aggrappato al suo amico e l’aveva trascinato all’inferno con sé.
...
Chiuse gli occhi cercando di ignorare le lacrime, ma quelle uscirono lo stesso, silenziose, e andarono a bagnare la federa del cuscino."

Come avrete capito la lettura mi ha rapita sotto molti aspetti e per questo faccio i complimenti a Silvia, che ho scoperto essere anche una brava traduttrice.
Il file ARC come sapete non è definitivo e presentava delle sviste che spero sinceramente non troverete anche voi.
Se vi piacciono gli storici di certo amerete questo libro che fonde anche una buona dose di suspense.

Buona lettura!
Monica S.




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni