REVIEW TOUR - " Obsession" di Valentina C. Brin


Titolo: Obsession
Autore: Valentina C. Brin
Editore: self publishing
Genere: Historical romance
Prezzo ebook: € 2.99
Prezzo cartaceo: € 15.00
Data pubblicazione: 5 ottobre 2020
Pagine: 480
Serie: Obsession saga vol.1

Londra, 1715. Quando Eleanor White arriva a Collingwood, sa di non avere scelta. La sua famiglia ha bisogno di soldi e lei deve comportarsi come ci si aspetta da una serva rispettosa e sottomessa. Ma Eleanor è sanguigna. Odia le ingiustizie più di ogni altra cosa e quando si trova davanti al padrone, capisce che non riuscirà a tacere. 
Perché il visconte è un uomo abbietto.
Un uomo che strappa l’obbedienza con la violenza.
E lei non può fare a meno di osteggiarlo.

Per il visconte Ashton Spencer, essere temuto è fondamentale. La pistola che tiene in camera da letto è la sua unica amica, il silenzio e l’obbedienza sono tutto ciò che desidera. 
Finché Eleanor White non bussa alla sua porta.
Lei è indomita e orgogliosa. Lo disprezza come padrone e come uomo, e Ashton non l’accetta.
Piegarla diventa un’ossessione, ma quando le ruba un bacio, tutto precipita. Perché Eleanor è una donna bellissima e lui si scopre a desiderarla con la stessa intensità con cui vuole sottometterla.
E non potrà essere libero finché non l’avrà avuta.
Valentina C. Brin è nata nel 1985 a Padova, dove vive tuttora. Ha una laurea in Psicologia, tre gatti e una passione per la danza e il disegno. Ha scoperto l'amore per la scrittura nel 2003, quando ha iniziato a proporre ai lettori le sue prime storie originali sul sito di fanfiction EFP. Nel 2013 ha esordito come autrice self con la Obsession saga (Obsession, L'uomo di fede, Possession - Ascesa, Possession - Rovina, Possession - Destino, Possession – Redenzione, Possession - Legame), a cui è seguito il racconto paranormal romance Dillo alla neve.

Con vero piacere partecipo al Review tour di Obsession e oggi è il mio turno di parlarvi di questo romanzo, ma prima ringrazio Valentina C. Brin per avermi fornito la copia ARC per la lettura.

Eleanor White è una ragazza del popolo, deve lavorare per aiutare la famiglia numerosa e per ritrovare pace per se stessa. Possiede una bellezza non canonica, un'idole indomita e una lingua pronta a ribattere in ogni circostanza. 

"Lei era Eleanor White. Il suo spirito era indomabile, il suo volere era impossibile da piegare e il suo cuore… il suo cuore sarebbe rimasto libero anche se lui l’avesse messo in catene."

Il Visconte Ashton Spencer è temuto da tutti per la sua instabilità nel relazionarsi con gli altri. L'oscurità che lo avvolge sembra partirgli dal cuore. Non ha pazienza, non conosce umanità e sembra trovare piacere nell'incutere terrore nel prossimo. La sua è una vera missione di vita.

"La rabbia si mischiò a un dolore antico; un dolore che serbava nel petto da così tanto tempo che ormai si era sostituito alle ossa."

L'incontro tra due personalità così agli antipodi non può che dar vita a scontri estremi. Nonostante la ragione dica a Eleanor di trattenersi, il suo temperamento la sprona a tenere testa al Visconte che, non essendo abituato a trovar ostacoli, si trova a tirar fuori il peggio di sé.
A far da contorno alla storia principale ci sono segreti, un periodo storico particolare e la passione che brucia nelle vene di entrambi i protagonisti.
Alleanze improbabili, sentimenti e rivelazioni saranno in grado di dare un senso a tutto o rappresenteranno l'ultima goccia che romperà un complicatissimo equilibrio?

Considerazioni

Appena aperto il file ho trovato una precisazione dell'autrice dove dichiara e spiega il perché di alcune licenze che si è presa. Cosa di cui ho tenuto conto.
Non aspettatevi uno storico convenzionale, l'ambientazione lo è, ma a mio avviso c'è qualche licenza di troppo. I dialoghi come alcune scene sono quasi contemporanei e anche quando si tenta di dare un che di formale finiscono per trascendere dall'etichetta.
I personaggi sono ben caratterizzati, i misteri che avvolgono la figura del Visconte ed Eleanor sono facilmente intuibili, almeno lo sono stati per me, ma posso dire che questo non ha influito sulla lettura.
I protagonisti secondari hanno un forte impatto e la loro presenza è ben integrata nella storia.
La figura più forte è sicuramente quella femminile che, da eroina anticonvenzionale, tiene testa a chiunque senza valutare le ripercussioni. La sua potrebbe sembrare incoscienza, ma in realtà dimostra di saper ragionare e ponderare ogni situazione che la vede coinvolta.
Una storia ricca di descrizioni che portano il lettore a osservare l'opulenza delle sale delle tenute, a conoscere l'IO dei protagonisti, ad assistere alle loro diatribe interiori, soprattutto perché cercano di soffocare i propri sentimenti. La stessa attenzione ai dettagli è stata riservata alle scene intime.
Se vi piacciono i romanzi ambientati nel passato, ma con una buona dose di suspense,v consiglio di leggere Obsession.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

  1. Grazie mille per avermi dedicato il tuo tempo, Monica! E dato che non si deve mai smettere di migliorarsi, mi appunto le tue osservazioni e le userò come punto di partenza su cui lavorare nei prossimi romanzi ;)
    Un caro saluto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino