REVIEW PARTY - RECENSIONE "L'Ancella" di Celia Aaron

 



Titolo:
L'Ancella - Il monastero vol.1
Autore: Celia Aaron
Editore: Hope Edizioni
Genere: Erotic Romance 
Formato: Epub
Prezzo: 3.99


Mi sono unita al Monastero nella speranza di trovare la verità, ma ho scoperto altro, molto altro; l’oscurità che attanaglia questo posto mi seduce ogni giorno di più, mi attira a sé, finché non riesco a pensare a nient’altro, se non a lui. Adam Monroe, il figlio del Profeta, un Principe delle tenebre a capo di un impero che cresce istante dopo istante. Lui mi proteggerà dai lupi che minacciano il mondo. Eppure, più rimango al Monastero, più capisco che le belve sono proprio gli uomini al servizio del Profeta. Se Adam scopre perché sono qui, mi punirà con il sangue. Fino ad allora, sarò Delilah, serva obbediente del Profeta, durante il giorno, e di Adam, durante la notte.


Buongiorno Librose, oggi voglio parlarvi di una nuova serie intitolata "Il Monastero", il primo volume si intitola "L'ancella", un dark romance crudo, intenso, al limite del blasfemo e del puro fanatismo religioso, scritto da Celia Aaron per la Hope Edizioni.

Delilah è un'ancella, una nuova eletta, che entra a far parte della città celeste, in un monastero dove a capo sta il Profeta Leon Monroe, colui che viene visto come il Salvatore, il tramite tra Dio e il popolo, i cui tentacoli di dilagano in ogni ambito. Una volta entrate lì dentro nessuno potrà uscirne. Le ancelle sono delle elette, le prescelte che il Profeta ha scelto per servire se stesso, il monastero e Dio. Ma non tutto è rose e fiori come appare all'esterno. All'interno di questo Monastero c'è ben poca umiltà, castità e fede, se non quella unica e obbligatoria verso il Profeta, che non si priva di nessun piacere in nome di una fasulla devozione. Il profeta è in realtà fedele solo a se stesso. Ha creato un mondo a suo piacimento, con le sue regole e i suoi divieti, dove egli stesso è l'unico vero capo e dio assoluto. Chi trasgredisce avrà solo delle conseguenze. Per istruire le ragazzi vi sono i Protettori, tra questi vi sono anche Adam e Noah, figli del Profeta. Ma mentre Noah segue senza obiezioni gli ordini del padre, Adam è colui che non crede a una sola parola ma vede il padre per colui che è veramente: un sadico pazzo con deliri di onnipotenza. Nonostante, tutto si limita a compiere il suo dovere per evitare di scontrarsi con lui e vivere alla giornata sperando sempre, un giorno, di trovare qualcuno che riesca ad aprire gli occhi su tutta la farsa. 

Ed è negli occhi di Delilah che Adam nota qualcosa di sfuggente, un misto di orgoglio e ribellione pronto a venire nascosto da una obbedienza e dedizione a cui lui non crede per niente. La curiosità verso questa ragazza dall'aspetto etereo, dalla pelle chiara come la luna e i capelli albini lo portano a scegliere proprio quest'ultima come sua ancella. Delilah nasconde un segreto, ed è chiaro agli occhi di Adam, che vuole scoprire per quale motivo una ragazza del genere che non dimostra neanche di essere tanto devota abbia accettato di entrare in un luogo del genere. Sarà disposto a tutto pur di cercare di piegarla e scoprire cosa realmente nasconde.

"Le faccio del male perché lo voglio, perché lo bramo, perché sono diventato il mostro che voleva mio padre. Lo stesso mostro che è lui."

Entreremo in un limbo di perversione e sadismo dove le filatrici, custodi delle ragazze, dimostreranno di essere peggiori in cattiveria rispetto agli uomini. Una continua oscillazione tra follia mentale e fanatismo religioso, dove l'unico piacere viene appagato dalla crescente relazione e fiducia che inizia a instaurarsi tra l'Ancella e il suo Protettore, che da carnefice inizia a rivelarsi veramente l'unico in grado di proteggerla. 

Le pagine si susseguiranno in un crescente scalpore per le azioni e le rivelazioni sugli obiettivi del Profeta, sui colpi di scena e il conseguente risveglio di alcune elette.  Alternata dalla carica erotica in crescita tra i due protagonisti e il colpo di scena finale che ci lascerà in balia dell'attesa per il prossimo volume.

"C'è un'oasi nel dolore, in cui vivono i piaceri più profondi".

Una storia non per tutti ma esclusivamente per coloro che non disdegnano il dark, che non sono sensibili alle scene forti e che apprezzano l'erotismo intenso, spesso anche brutale.

Buona lettura.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni