RECENSIONE " Un magico inverno sulla neve" di Isla Gordon

Titolo: Un magico inverno sulla neve
Autore: Isla Gordon
Editore: Newton Compton
Genere: Romance
Prezzo e-book: € 5,99
Prezzo Cartaceo: € 9,40
Data di pubblicazione: 21/01/2021
Pagine: 269
Serie: autoconclusivo

ORDER



Una fuga sulle montagne può sciogliere un cuore di ghiaccio?

Alice Bright ha un lavoro che adora, una famiglia affettuosa e amici insostituibili. Ma quando il destino si mette di traverso, la sua favola perfetta sembra incrinarsi e i suoi sogni vanno in frantumi. Bear, un adorabile cucciolo in cerca di casa, potrebbe essere esattamente ciò di cui Alice ha bisogno per rimettersi in carreggiata. Ma un appartamento a Londra non è proprio l’ideale per un cane di montagna. E così Alice e Bear si ritrovano in viaggio verso le montagne innevate della Svizzera alla ricerca di una nuova casa: possibile che un cambiamento radicale possa aiutarli a lasciarsi il passato alle spalle? Tra scoppiettanti fuochi di legna, caffetterie accoglienti e panorami mozzafiato, Alice sente che il suo cuore potrebbe iniziare lentamente a guarire. Ma basteranno nuovi amici e un affascinante vicino di casa ad aiutare Alice a innamorarsi di nuovo della vita?



Isla Gordon vive sulla costa inglese con un adorabile cagnone. Un magico inverno sulla neve è il suo primo romanzo, ispirato alla sua vita di tutti i giorni insieme a un cucciolo extralarge.


Buongiorno chiacchierine, ben tornate sul blog. Oggi vi parlo di “Un magico Natale sulla neve” di Isla Gordon, edito da Newton Compton, che ci ha fornito il file ARC.

Alice è una giovane donna, energica e positiva, piena di interessi, con un lavoro che ama e delle amiche a cui è legata da molti anni, una famiglia affettuosa che l’adora.

Quando un tragico incidente sconvolge la sua vita, si ritrova a dover far fronte a una serie di emozioni che non riesce a gestire. D’un tratto le sembra impossibile ritornare alla vita di prima, come se nulla fosse successo. Immersa nel suo dolore, dal quale fatica riprendersi, Alice tende a chiudersi sempre di più. Solo Bear, un cucciolone di bovaro bernese, di cui decide di prendersi cura, riesce a portare un po’ di serenità nelle sue giornate. Ed è proprio Bear a spingerla a nuova avventura nelle montagne svizzere. Riuscirà lì Alice a ritrovare la pace e la felicità?


“Quello che voleva era tirare fuori il coraggio. Voleva cacciare le vocine costanti nella sua testa e tornare a godersi la vita, con cicatrici e compagnia.”


Considerazioni:

Premetto che leggendo la trama e definendolo romanzo rosa, mi aspettavo che la storia fosse incentrata su una storia d’amore. L’autrice invece ha dato maggior spazio all’elaborazione del lutto della protagonista, e al rapporto con il cucciolo che ha deciso di adottare, cambiando pian piano la sua vita. 

Il protagonista maschile entra in scena solo dopo la metà del libro, viene descritto in modo sommario e anche il rapporto tra i due non ha di per sé una vera e propria evoluzione. Questo unito al fatto che è raccontato in terza persona, interamente dal punto di vista di Alice, non me l’ha fatto amare molto.

Ho apprezzato molto, invece, che la caratterizzazione della protagonista, che non è il solito cliché, e anche il processo per elaborare l’evento traumatico subito.

Personalmente credo l’autrice avrebbe dovuto bilanciare meglio gli elementi del romanzo per rendere la storia più equilibrata.

Lo consiglio a chi ama le storie di narrativa e il rapporto che si crea quando si adotta un animale domestico ma anche a chi ha da poco subito una perdita può essere uno spunto per andare avanti.


Buona lettura.

Alessia



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni