REVIEW PARTY - RECENSIONE "Discharge me" di Gioia De Bonis

 

Titolo: Discharge me
Autore: Gioia De Bonis
Editore: Self
Genere: Erotic-romance m/m
Prezzo e-book: 0.99€
Data di pubblicazione: 29/04/2020
Serie: autoconclusivo

Boyce Powell è un avvocato di successo, abita a Londra e sembra avere tutto sotto controllo grazie al suo caratteraccio e alle sue pessime abitudini. Hale Begum è alle prese col suo praticantato quando gli viene chiesto di affiancare l’avvocato più bravo, e forse più stronzo, dello studio per cui lavora. 
Sono l’uno il contrario dell’altro. Se il primo è scontroso e freddo, il secondo è il centro della festa, sempre pronto a sorridere e a fare casino. 
Sembrerebbero destinati a litigare su ogni cosa, ma il destino la pensa diversamente, perché scambia le carte in tavola e in breve si ritrovano coinvolti in qualcosa di molto più grande di loro. 
Bisticci. Litigate. Arringhe. 
Due avvocati. Due ragazzi con un passato che torna per fare male. 
Vinceranno il processo che è diventata la loro storia d'amore?


Buongiorno chiacchierine, oggi vi parlo di Discharge me di Gioia De Bonis, che ho avuto il piacere di leggere in anteprima.
Hale è un giovane praticante avvocato, gay dichiarato, vive con la madre e il patrigno omofobo che non passa giorno in cui non lo insulta e lo umilia. Questo ha portato Hale a ostentare rapporti occasionali con ragazzi incontrati tramite un’app.
Nello studio dove lavora, invece, si trova come superiore Boyce, un uomo un po’ più grande di lui, attraente e piuttosto stronzo, che mal lo sopporta.
Boyce, è un ottimo avvocato, sa di essere tosto e quando Gray, il socio fondatore gli comunica che verrà affiancato da Hale è decisamente contrario. Lo considera solo un ragazzino.
Bastano però pochi momenti insieme per far scattare la scintilla tra i due.


“Ho dimenticato che non lo sopportavo, ho tolto dalla mia mente ogni cosa. Tutto scompare tranne lui. Tranne noi due in questo bagno. Tutto, eccetto quello che si sta risvegliando dentro me.”

Tra i due nasce, fin da subito, un’intesa profonda, e quello che credevano essere odio sembra trasformarsi in amore.
“Lo voglio come collega. Lo voglio come amico. Lo voglio come amante. Non riesco a togliermelo dalla testa.”
Il passato di entrambi però incombe su di loro. Riusciranno a superare il passato e le bugie?

Considerazioni
Quello che mi ha convinto di meno di questo romanzo è che la storia d’amore tra Hale e Boyce si evolve molto velocemente e i personaggi non subiscono una crescita significativa e di conseguenza risultano essere un po’ statici. Le scene di sesso, inoltre, sono molto frequenti ma in alcuni casi sembrano essere dei riempitivi. 
La storia viene raccontata dal punto di vista di entrambi i protagonisti, in prima persona, e questo consente al lettore di immedesimarsi nei personaggi.
Lo stile è fluido e scorrevole e ho notato con molto piacere che non ci sono particolari refusi.
Una lettura che consiglio a chi ama il genere. 

Buona lettura.
Alessia

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni