RECENSIONE - "Emerald" di Teresa Greco

Titolo: Emerald
Autrice: Teresa Greco
Editore: Self Publishing
Genere: Romance
Data di pubblicazione: 20 luglio 2021
Prezzo: ebook € 0,99 cartaceo € 13,52
Pagine: 381 pagine
Serie: The Gemstone Series (Autoconclusivi)


Emerald è la prima figlia dei coniugi Miller. Ambiziosa, testarda e cinica, grazie ad Emerald il Quilates ha ampliato i suoi affari varcando il confine della moralità. Gli unici uomini che abbiano mai avuto spazio nella sua vita sono suo fratello Rubin e suo nonno David, ma una vecchia conoscenza del liceo tornerà da lei, dodici anni dopo il loro ultimo scontro.
Killian Harvey è lo sciupafemmine che ogni donna vorrebbe nel proprio letto. Carismatico, poliedrico e sprezzante. Killian gestisce insieme a suo padre la rinomata gioielleria "Harvey Jewels", considerata rivale diretta del Quilates. Dopo un importante incontro d'affari, Killian decide di fare una corte serrata alla donna che detesta. Per quale motivo?

Due anime affine, sempre pronte alla guerra, ma impreparate all'amore. Due personalità irruenti. Due cuori imperfetti e destinati ad aprirsi l'uno all'altro, a esporsi tra mille sbagli e completarsi nonostante tutto. 
La loro vicinanza li porterà a scoprire una dolorosa verità. Forse, l'antagonismo tra Killian e Emerald ha radici molto più profonde di quanto potessero immaginare. E se l'amore non bastasse a rimarginare le ferite del passato?
Ciao Librosi,
oggi ho il piacere di parlarvi di "Emerald" il nuovo romanzo di Teresa Greco. Per chi ha già letto, come me, Rubin (recensione qui) avrà già fatto la conoscenza di Emerald. Io che avevo amato il volume precedente, questo mi ha conquistata sin dalla prima pagina, mi ha fatto vivere emozioni molto intense e ringrazio l'autrice di avermi permesso di leggerlo.

Emerald è una ragazza bellissima, oltre che intraprendente, dotata di un carattere forte e deciso. Sin dalla morte prematura dei suoi genitori si è sempre presa cura del fratello minore Rubin. Insieme al fratello ha preso le redini della gioielleria di famiglia il Quilates, ed è proprio grazie a Emerald che l'azienda di famiglia ha ampliato i suoi affari al limite della legalità. Il suo lavoro è diventato la sua vita, oltre a suo fratello e al nonno David. 

"Questo lavoro è l'unica mia confortevole certezza, costruita nel tempo. Per quanto io possa essere o apparire forte, non so fino a che punto voglia gettarmi nell'ignoto."

I due fratelli sono da sempre uniti e legati da un legame indistruttibile, almeno fino all'arrivo di Lily, la ragazza di Rubin. Già fragile a causa di questo, il colpo di grazia le arriva da una sua vecchia conoscenza, Killian. I due si erano conosciuti al liceo dodici anni prima e dal loro ultimo incontro particolare non si erano più visti. 

"Anche se è un uomo maledettamente affascinante, la vecchia Emerald non dimentica la persona che era al liceo... e a me quella persona ha fatto male. Voglio evitare di dargli questo potere su di me una seconda volta."

Killian è un dongiovanni, è di una bellezza disarmante e chi non vorrebbe un uomo così? Tutte ma non Emerald. Inoltre Killian è il figlio del fondatore della gioielleria rivale del Quilates. Sarà proprio a seguito di una sfida nella realizzazione di un gioiello per una persona importante che Killian decide di iniziare a fare la corte alla bella Emerald. Cosa ci sarà sotto?

"Conosco ciò che prova. Si chiama infelicità. È una sensazione che ti svuota, che ti fa realizzare di aver avuto tutto e non aver avuto niente. Anche se le nostre vite sono diverse, io e Killian viviamo allo stesso modo, in bilico tra soddisfazione e illusione."

Due anime simili e combattute, questi sono Killian e Emerald. Orgogliosi e fragili, bellissimi e forti. L'attrazione che provano l'uno per l'altro è innegabile ma il passato ha lasciato delle ferite che non sembra possano essere rimarginate. Il passato può essere perdonato? Nuove scoperte possono far rimettere in discussione tutta la propria vita? Come finirà tra Emerald e Killian? 

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo e augurarvi Buona Lettura!

CONSIDERAZIONI

Quando mi hanno informata che sarebbe uscito il nuovo romanzo di Teresa Greco, ho dato immediatamente la mia disponibilità per leggere questa nuova storia. E ne sono stata felice. È un romanzo che ti coinvolge e ti stravolge. Ti fa attorcigliare lo stomaco, ti fa ridere, piangere e arrabbiare. Tanti nodi vengono al pettine e si faranno scoperte che avevamo lasciato in sospeso dopo la lettura di Rubin. Il personaggio di Emerald è quello che preferisco in assoluto, anche se Killian ha un fascino sublime.
Dal punto di vista tecnico il romanzo è scritto in prima persona alternando i pensieri dei due protagonisti, così da offrirci un quadro completo della storia e a conoscere meglio entrambi. Ho trovato qualche refuso ma nulla che mi abbia impedito la lettura. 
Rinnovo i miei complimenti all'autrice e non vedo l'ora di leggere anche la storia di Garnett. 
Alla prossima!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni