RECENSIONE "L'incastro (im)perfetto di Colleen Hoover

Titolo: L'incastro (im)perfetto
Autore: Colleen Hoover
Editore: Leggereditore
Prezzo ebook: 1.99 €
Genere: Contemporary romance/ angst 


Quando Tate Collins trova il pilota Miles Archer svenuto davanti alla sua porta di casa, non è decisamente amore a prima vista. Non si considerano neanche amici. Ciò che loro hanno, però, è un’innegabile reciproca attrazione.
Lui non cerca l’amore e lei non ha tempo per una relazione, ma la chimica tra loro non può essere ignorata. Una volta messi in chiaro i propri desideri, i due si rendono conto di aver trovato un accordo, almeno finchè Tate rispetterà due semplici regole: mai fare domande sul passato e non aspettarsi un futuro.
Tate cerca di convincersi che va tutto bene, ma presto si rende conto che è più difficile di quanto pensasse. Sarà in grado di dire di no a quel sexy pilota che abita proprio accanto a lei?


Buongiorno Librosi,
Rieccomi a parlarvi di una vecchia uscita ma sicuramente un must per gli amanti del #MaiUnaGioia stile Hoover. Ebbene sì, nonostante sia un'amante del genere non avevo ancora letto questo libro, un po' per i pareri contrastanti e un po' perché non ho trovato il momento giusto. Ma ora sì, giusto perché era nella #eFinimoliStiLibriChallenge e quindi dovevo leggerlo per forza :-P. Come avete visto, si tratta appunto di Incastro (Im)perfetto di Colleen Hoover.

Tate incontra Miles, miglior amico di suo fratello e tra i due scatta subito qualcosa anche se il primo incontro non è stato tra i migliori. 

"Sono attratta da te, Tate" dice con voce bassa. "Ti voglio, ma senza tutto il resto"

E quale sarebbe il resto vi starete chiedendo voi? Beh tutto quello che una relazione sentimentale comporta. Insomma la vuole solo per il suo corpo. E vabbè, che male c'è? Sono grandi e vaccinati. Infatti nulla se non fosse per il fatto che al cuor non si comanda e lei inizia a provare qualcosa per lui. Però loro stabiliscono delle regole per far funzionare le cose:
1. Non chiedere del passato
2. Non fare progetti per il futuro.

E lei masochista quale è si fa andare bene tutto nella speranza che lui cambi, che inizi a provare qualcosa per lei. Ma nada, appena sembra che fanno un passo avanti, lui la allontana. 


"Se fossi in grado di amare qualcuno...quel qualcuno saresti tu."

Beh cavolo. Ma cosa può essergli successo per trasformarlo così? Perché odia i sentimenti, perché allontana l'amore? Leggetelo per scoprirlo. 

Considerazioni
Tenendo conto lo stile dell'autrice mi aspettavo un inizio più lento e invece dopo 5 pagine ha iniziato a farsi interessante. 
Una cosa che mi ha lasciato un po' perplessa è lo stile diverso di narrazione nei POV di Miles nel passato, perché poi ci sono anche dei capitoli dal POV di lui nel presente ma sono "normali". Quelli del passato invece sono composti da frasi brevi, ma che danno certezza. Invece Miles del presente è così enigmatico. Questa è stata una scelta molto astuta dell'autrice, condannare il lettore nel corridoio buio dei dubbi. 
La storia principale è quella di Miles, anche se la protagonista può sembrare Tate. Miles è quello che ha un passato tremendo e un presente incognito, invece Tate sembra una classica ragazza ventenne. 
Direi che l'autrice con Miles è stata cattivella, la sua storia è devastante. Abbiamo un intreccio tra il passato e il presente e si accende una doppia curiosità. È qualcosa che succede nel presente e che non comprendiamo al meglio, l'autrice lo spiega con un POV di lui nel successivo capitolo. È un circolo vizioso. Un capitolo tira l'altro e non riesci a mollare. Infatti l'ho letto in poco più di 24 h.
Il personaggio di Tate un po' mi ha fatta arrabbiare per essersi "accontentata" di così poco, però chissà se queste sue scelte saranno fondamentali per Miles. 
Che dire, la Hoover si conferma la regina delle storie melodrammatiche come piacciono a me. 
Consiglio la lettura a chi ama storie forti e lo stile della Hoover.

Alla prossima,
Jenny K.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey