REVIEW TOUR - RECENSIONE "Misty" di Mary Lin

Titolo: Misty
Autore: Mary Lin
Genere: Young Adult - Hate to Love - Romantic
Data d'uscita: 16 marzo 2022
Serie: ROMC #4


Per Connor Reyes il maniero è casa.
Rigido, schematico, severo, ha fatto sue le regole dell’istituto e il suo obiettivo è difendere Red Oak Manor e i ragazzi che vivono lì.
Tutto procede in maniera lineare, fin quando a varcare i cancelli arriva una ragazzina che rischia di minare la sua stoica pazienza.

Per Misty Clark l’istituto è una condanna.
Problematica, sprezzante, insolente, non segue alcuna regola e il suo unico obiettivo è riuscire a scappare dall’incubo che per lei è il maniero. Qualcuno, però, ha il compito di impedirglielo.

Lui non si lascia scalfire dai sentimenti.
Lei è un concentrato di emozioni.
La convivenza forzata di due personalità così diverse non può che generare continui scontri, eppure… dietro la nebbia che circonda quella ragazzina turbolenta e ribelle, Connor riesce a scorgere il dolore che la tiene prigioniera. Per arrivare alla vera Misty, dovrà squarciare il velo del passato dietro cui lei si nasconde.

Misty è un rompicapo emotivo, ma Connor è deciso a risolverlo.

Buon pomeriggio librosi, 
Eccomi con il quarto vol della Red Oak Manor Collection, "Misty" di Mary Lin. Si tratta di un YA con protagonisti Misty e Connor che abbiamo avuto il piacere di conoscerli un po' in Wings e Issue. 

Abbiamo una Misty, in collera col mondo per la tragedia subita e Connor troppo ligio alle regole.
Agli opposti insomma, ma dovranno collaborare quando lei arriva al maniero. Lui sarà la sua guida. 

«Che cosa vuoi?» Sono le prime parole che mi rivolge. «Seguimi.» «Col cazzo.» Mi volta la schiena e attraversa la mensa. Le sto dietro. «Non era un invito. Ti ho detto di seguirmi.»

Beh, mica poteva essere così facile. Ci sarà da divertirsi con questi due. Connor farà solo il suo lavoro o cercherà di andare oltre la maschera di Misty? Scoprirla e sostenerla magari. 

Considerazioni
Letto in 24 h perciò è scorrevolissimo. Anche su questo vol della collection mi aspettavo un salto temporale di circa 10 anni come nei precedenti e invece percorre una sola linea temporale con qualche  flashback sul passato, solo il minimo necessario per comprendere il contesto. Quindi è decisamente uno YA, ma forse perchè i protagonisti li rincontreremo da grandi nei prossimi Vol?

Certamente è un romanzo tosto per quanto riguarda il passato di lei e soprattutto una scena in particolare, che ho dovuto rileggere due volte per capire l'intento dell'autrice e dopo un confronto con Monica devo dire che è ben fatta come scena, studiata nei minimi dettagli per creare suspense e lasciare il lettore scioccato. Beh si, è una scena very strong come direbbe Anya, e non per i deboli di cuore. L'autrice lascia un paio di dettagli senza mettere i puntini sulle "i" e questo può essere perché lascia che sia il lettore a farlo con l'immaginazione oppure lo scopriremo nei prossimi vol. Chissà.

Il personaggio di Connor con le manie di controllo un po' dà fastidio però in questo caso associato al suo essere "genio", è come se fosse leggermente giustificato. Insomma i geni vogliono avere tutto sotto controllo e sanno essere davvero fastidiosi e arroganti. 

Misty all'inizio non la reggevo. Ok arrabbiata ma sembrava anche con la puzza sotto il naso, questo finché non ho scoperto la sua storia. Una storia veramente triste ma che purtroppo rispecchia una realtà molto presente negli USA e anche da noi un po'. 

È una storia dolcissima e tenera tra due ragazzi che hanno avuto una infanzia difficile e uno dei due ha subito un trauma ancor maggiore. 
Mi è piaciuta molto la parte romance perché l'ho trovata proprio adatta a un pubblico giovane. Anche le scene più spicy rimangono abbastanza caste con un misto di romanticissimo e dolcezza. 

Dell'autrice avevo letto "Le ombre del cigno", convinta fosse un fantasy dalla cover ( non avevo letto la sinossi) e  in confronto a questo ho notato una crescita, perciò le faccio i miei complimenti.
Consiglio la lettura a chi desidera una storia delicata, e tormentata e non ai deboli di cuore, o al limite armatevi di Xanax.

Alla prossima,
XoXo
Jenny K. 





Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Crash bang wallop" di Laura Rocca