RECENSIONE "Cronache esilaranti di una non più aspirante single " di Daphne Ali

Titolo: Cronache esilaranti di una non più aspirante single

Autore: Daphne Ali

Genere: chicklit

Data di uscita: 28 Aprile

ORDER


Se Luna non avesse un’amica logorroica e chiacchierona che non sopporta di vederla single, forse non sarebbe arrivata a ventisette anni con una lunga esperienza in fatto di appuntamenti andati male. E se suo padre non le avesse regalato per il compleanno un diario, forse non avrebbe mai iniziato a dividere gli uomini in categorie. E se non avesse cattivo gusto nel vestire, forse sua sorella non la prenderebbe in giro dall’adolescenza.
Eppure Luna è proprio così: un totale disastro nelle relazioni amorose, una pasticciona nell’abbinamento di capi di vestiario e una bugiarda cronica che rimpinza di schifezze il suo gatto pigro.
La sua arma vincente è l’ironia anche se, quando si tratta di lei, il destino ha un gran senso dell’umorismo.
Riuscirà Luna a scovare l’unica categoria di uomo che aspetta da una vita?
Quella del principe azzurro?
Note a margine per i lettori: se avete bisogno di un manuale su come conquistare la persona dei vostri sogni, questo non è il libro che fa per voi. Ma se volete sapere da quali stare alla larga, benvenuti nel mondo di Luna.
Note a margine di Luna: un giorno troverò la categoria “Uomo perfetto” nel frattempo spero che, prima o poi, la scienza mi ringrazi per il contributo alla ricerca.


Buongiorno chiacchierine, oggi vi parlo della mia ultima lettura “Cronache esilaranti di una non più aspirante single”, di Daphne Ali, che ci ha gentilmente fornito il file ARC.

Luna Zodiaco ha ventisette anni, una sorella gemella, Sole, che è il suo esatto opposto e lavora nell’azienda di suo padre. Ha un migliore amico, Oscar, che la salva nelle situazioni più disparate e disperate, e Greta, amica e collega, amante dei pettegolezzi e decisa a trovarle l’anima gemella.
Luna infatti è single. Il suo unico grande amore è stato Alan. Il vicino di casa dei suoi genitori e prima grande cotta adolescenziale, ovviamente mai dichiarato, né tanto meno ricambiato, ed è partito cinque anni prima per Londra.
Greta organizza per Luna degli appuntamenti nella convinzione che prima o poi troverà la persona giusta, ma inesorabilmente Luna si trova nelle situazioni più paradossali e finiscono uno peggio dell’altro.

“A volte penso di essere l’esperimento di Greta, la sua cavia da laboratorio per dimostrare la tesi
su cui si fonda la sua vita: una donna, per essere felice, ha bisogno di un uomo al suo fianco con il
quale creare una famiglia stabile, come se fossimo tornati nell’Ottocento e la prerogativa fosse
ancora portare avanti la discendenza.”

Ogni ragazzo incontrato viene catalogato da Luna su un diario che le ha regalato suo padre, indicando pro e contro, per decidere se accettare un secondo appuntamento oppure no.
Quando Alan ritorna a Nettuno, in qualità di fidanzato di sua sorella e suo responsabile in azienda, per Luna la situazione diventerà ancora più complicata.
Per fortuna al suo fianco c’è Oscar, che la conosce meglio di chiunque altro e la salva in più di una situazione.

“Mi sento scombussolata, l’arrivo di Alan ha fatto esplodere una bomba nella mia avvolgente
monotonia.”

Riuscirà Luna a trovare l’uomo perfetto? L’amore che cerca da sempre? Non vi resta che leggerlo per scoprirlo.

“Sei il mio arcobaleno” sussurro “Quindi, tra poco sparisco” mormora al mio orecchio mentre mi
accarezza una spalla. “No, resta. Ho bisogno di te.”

Considerazioni
È stata una lettura molto divertente. La trama del romanzo è ben strutturata, e il personaggio di Luna è veramente molto simpatico, mi ha un po’ ricordato Briget Jones. Nella storia si alternano momenti comici a momenti romantici, creando un bel mix.
La storia è raccontata in prima persona, interamente dal punto di vista di Luna, con uno stile semplice e scorrevole, che non annoia mai.
Nel complesso un romanzo leggero e divertente, che consiglio a chi vuole passare qualche ora in modo spensierato.
In bocca al lupo a Daphne e buona lettura. 

Alessia

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey