RECENSIONE - "Lucky Penny" di L.A.Cotton

Titolo: Lucky Penny
Autore: L.A.Cotton
Editore: Hope Edizioni
Genere: Contemporary Romance, Young Adult
Data d'uscita: 20 Marzo 2022
Formati: Epub/ Cartaceo
Prezzo:  3.99/12.25€
Serie: Autoconclusivo


Ero la sua Lucky Penny.
Lui era la mia luce nell'oscurità, la speranza nello sconforto. Il nostro legame era resistenza, sopravvivenza, speranza. È stato il mio primo amore.
Quando ci hanno divisi, Blake Weston è diventato il ricordo a cui mi aggrappavo quando tutto il resto della mia vita sembrava andare in pezzi.
Ma quando sette anni dopo le nostre vite si incrociano di nuovo a Camp Chance, durante l’estate che avrebbe dovuto segnare la mia ripartenza, basta uno sguardo perché il tempo sembri fermarsi e i sentimenti che pensavo di aver seppellito in profondità ritornassero prepotenti in superficie.
Blake Weston potrebbe curare le mie ferite, ridarmi uno scopo nella vita. Amarmi.
Ritrovarci è la nostra seconda possibilità, il segno che siamo destinati a stare insieme.
Non è così?
Avevo dodici anni quando sono sopravvissuta all'incidente che ha ucciso i miei genitori. Quattordici quando sono sopravvissuta all'inferno, e sedici quando il mio cuore è stato spezzato. Ma a ventitré anni, Blake Weston potrebbe essere la prima cosa a cui non sopravviverò.

Cari lettori, oggi sono qui a parlarvi di Lucky Penny, il primo libro che leggo della Cotton e che mi ha letteralmente rapito il cuore.

Una storia difficile che parla di due bambini cresciuti in una casa famiglia dopo la morte dei genitori. Blake e Penny non hanno neanche 12 anni quando vengono inseriti nel sistema della casa famiglia e i genitori affidatari, diciamo, che non sono i genitori che tutti vorrebbero, al contrario, sono due personaggi che accolgono i bambini solo per convenienza e soldi ma senza un briciolo di amore. Penny è talmente spaesata e persa quando arriva nella casa che Blake decide di prenderla sotto la sua ala protettiva, nonostante sia ancora un bambino è uno dei più grandi e sta da più tempo in quella casa, conosce bene i limiti da non superare per non scatenare le ire dei due adulti e quegli occhi da cucciola indifesa stendono Blake al primo sguardo. Costui sarà per Penny la sua ancora di salvezza e Penny è per Blake l'unico raggio di sole della giornata, tanto che la soprannominerà Lucky Penny.
Il rapporto tra i due si fa sempre più stretto e intimo, tra fughe notturne nella "terra di nessuno" e sogni sotto le stelle di un futuro migliore, dove ogni giorno che passa è un giorno in meno vicino al loro obbiettivo: la maggiore età, il giorno in cui lasceranno definitivamente quella casa e potranno iniziare a crearsi una vita insieme.
Ma le cose come spesso accade non vanno sempre come abbiamo progettato. A pochi mesi dal tanto atteso compleanno di Blake. Un signore dall'aspetto signorile e molto ricco si presenta alla casa famiglia e da quel giorno Blake sparisce. Non una lettera, non un messaggio, un saluto... Al ritorno da scuola Penny scopre l'amara verità, il suo Blake è sparito per sempre e nessuno ha intenzione di dirle che fine abbia fatto...
"Blake una volta mi aveva guarita e poi mi aveva distrutta in un modo da cui non mi ero mai davvero ripresa. Ma a un certo punto, durante gli ultimi due mesi, aveva iniziato a ricostruirmi pezzo dopo pezzo. La mia testa mi aveva avvertito, aveva cercato di tenermi a distanza, ma il mio cuore lo aveva riconosciuto. Si richiamavano l'un l'altro, si cercavano. Blake possedeva già il mio cuore. 
L'aveva sempre avuto.
Sarei mai stata in grado di consegnarli la mia anima danneggiata?"

Mentre da quel momento non sapremo più nulla di Blake, la vita di Penny deve andare avanti, ora senza più la sua protezione, nell'attesa di quel fatidico compleanno, con le attenzioni non desiderate di Derek il padre famiglia che prima venivano impedite dalla presenza di Blake. Un incubo di due anni che lasceranno degli strascichi nella psiche di Penny: la paura delle persone, la diffidenza, la repulsione verso il contatto fisico come un semplice abbraccio o una stretta di mano. Questo la porterà a cercare dei lavori sempre dietro le quinte, non al contatto con il pubblico. Ma Penny non ci sta a farsi rovinare anche il futuro. Così va in terapia e decide di partecipare a un centro estivo per bambini affidatari, prendersi cura di quei bambini e ragazzi che rappresentano ciò che era lei è certa la aiuteranno a recuperare fiducia e allo stesso tempo potrà rendere dei momenti sereni a quei ragazzi. E sarà proprio la prima sera che attraverso il falò riconoscerà quegli occhi. Due occhi che ha cercato ovunque, che le hanno spezzato il cuore e che non rivedeva da sette anni.

Riuscirà Penny a dimenticare il dolore causato dalla perdita di Blake proprio ora che stava cercando di risollevarsi in piedi da sola? E Blake sarà ancora quel ragazzo che ha conosciuto tempo fa? Cosa succederà se i loro sentimenti dovessero riaffiorare? Riusciranno a scavalcare il dolore e a creare, finalmente, quel futuro che sognavano tutte le notti?

Per Blake rivedere Penny è come ritrovarsi un fantasma davanti. Eppure il suo cuore non l'ha mai dimenticata, nonostante in questi anni la sua vita sia cambiata totalmente. Una vita che lui non ha scelto ma che gli è stata imposta. Una ricchezza che lui non voleva ma da cui non è riuscito a scappare. Una vita e un futuro deciso per filo e per segno per lui dal momento preciso in cui ha lasciato la casa famiglia. Proprio ora che sembrava rassegnarsi al suo destino, ecco che Penny ricompare nella sua vita. Proprio nel momento più difficile della sua vita, quando il suo fidanzamento, organizzato per lui e deciso da anni, è già stato annunciato e rimane solo da essere celebrato...

Cosa accadrà ai due ragazzi, cresciuti insieme e nati sotto lo stesso destino ma ora con vite completamente diverse? Blake ora fa parte dell'alta società mentre Penny arranca con i lavori più disperati e vive con quel poco che riesce. Un libro fatto di emozioni, di dolore, di fili tesi ad arte alle spalle di due ragazzini che non volevano far altro che restare insieme. Un libro che parla di seconde possibilità ma anche di rivincita. Un libro che ho assaporato pagina per pagina e che avrei desiderato più lungo nel finale. Un libro di quelli che strappano anche una lacrimuccia e che si custodiscono come una coperta di linus nella libreria. 

Consigliato a chi ama i libri romantici, combattuti e che sembrano non riuscire a trovare un lieto fine.

Buona lettura.

Ps. è un libro a cui avrei voluto dare minimo un 4.5 stelle ma sono costretta a togliere mezzo punto per i ripetuti refusi, solitamente quando sono pochi non li segnalo, ma qui sono piuttosto numerosi ed è un peccato per un libro così bello che un giorno vorrei nella mia libreria. Spero che la Ce rimedi revisionando nuovamente il file.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey