Recensione "Eternità" (Existence Vol. 3) di Abbi Glines

Titolo: Eternità (Existence Vol. 3)

Autore: Abbi Glines

Editore: Hope Edizioni

Genere: Paranormal Romance, Young Adult

Formato: Kindle

Prezzo: 3.99

Data pubblicazione: 24 Novembre 2022

Pagine: 217

Serie: Existence Vol. 3 

Link


Nel momento in cui Pagan Moore si è dimostrata degna della devozione della Morte, a Dank è stato concesso il dono di poterla tenere al suo fianco. Tuttavia, non gli è mai stato promesso che Pagan avrebbe scelto di restare con lui.

Quando un’anima viene creata, lo stesso accade per quella che sarà la sua gemella. Prima o poi, nella vita, le due anime si ritroveranno per portare a compimento i rispettivi destini.

Per l’anima di Pagan è giunto il momento di decidere se trascorrere l’eternità al fianco della Morte o se scegliere la gemella creata apposta per lei.

Riuscirà Dank a non perdere il cuore e l’amore di Pagan?


Cari lettori, siamo arrivati anche stavolta a fine anno e voglio chiudere come ultima recensione per il blog con "Eternità" il terzo volume della serie The Existence di Abbi Glines. Torniamo a parlare di Pagan e Dank. Troverete le altre recensioni della Serie "Esistenza" e "Predestinati" cliccando sui titoli.

Eravamo rimasti con la vincita di Dankar (La Morte) sul mondo del Voodoo e pensavamo di esserci finalmente liberati di Leif, con la speranza di poter leggere magari un libro su di lui e invece, come al solito, non tutto è così facile per Pagan e Dank. Ogni anima sulla terra è creata con la propria gemella e Dank non essendo umano sta, nelle leggi ultraterrenee, dividendo due anime gemelle volendo Pagan per sé. Ecco che allora entrerà in gioco il libero arbitrio. La memoria di Pagan verrà resettata e ogni ricordo di Dank, Gee, Leif cancellati. Solo se lei sceglierà nuovamente secondo il suo cuore, sarà sua. 

Ci ritroveremo a inizio libro con Pagan e Miranda pronte a una nuova vita al College. Una vita normale, per lei che non lo è mai stata del tutto, infatti anche il suo potere di poter vedere le anime viene annullato, visto che ciò era a causa di Leif, si ritroverà a far fronte alla quotidianeità, ritrovandosi di fronte Jay il suo primo amore e a quanto pare anima gemella...

Assisteremo a un Dank che arrancherà cercando di farsi spazio nella nuova vita di Pagan, vedendola andare avanti senza di lui e cedere ai corteggiamenti di Jay in silenzio. 

Ho trovato questo libro straziante e romantico, mentre i primi due erano più concentrati sulla parte paranormal qui abbiamo pienamente la parte romance. Affrontiamo tutte le sue fasi, dal nuovo incontro, al batticuore, alla diffidenza, alla perdita... alla paura costante nel cercare di scoprire come Pagan reagirà una volta scoperta la vera identità di Dank. Lo accetterà o si darà alla fuga?

"Mi bruciavano gli occhi. Il dolore mi dilaniava il petto. Lei era mia. E io le appartenevo. Ma mi odiava. Come potevo essere in grado di reagire in simili condizioni? In quel momento, non avevo nessuna speranza di conquistare il suo cuore o la sua anima."

Pagan si troverà a un bivio tra il fidarsi del suo primo amore o cedere all'attrazione che prova per Dank, e poi ci sono quei ricordi che cercano di riemergere prepotentemente, le note di una canzone che la cullano la notte, quella voce che sente nella testa quando lui è nei paraggi, tutto ciò non è cambiato. Possono averle cancellato i ricordi ma ciò che la lega a Dank è ancora più vivo che mai.

Ho stra amato questo libro, un finale che lascia con il cuore gonfio e anche gli occhi direi... Devo ammettere che più di una volta mi è scappata qualche lacrimuccia. Ho provato una tenerezza assoluta per Dank per tutto il libro, ho sentito il suo dolore sulla pelle e la grandezza del suo amore che lo rende unico.

Consiglio vivamente questa serie. La Glines è quasi sempre una certezza sul romance, ho cominciato ad appassionarmi a questo genere proprio con lei ma devo ammettere che questa serie paranormal mi ha intrigata ancora di più. Chiudo l'ultima recensione dell'anno con un libro bellissimo che merita il massimo e augurandovi Buona Feste.

A presto.

Roberta.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Shitsuki" di Mary Durante, Zel Carboni, Manuela Soriani e Gabriele Zibordi